● – YOGA E NATURA ALLA PIRAMIDE DI BOMARZO E ROCCA RESPAMPANI. con Anna Rita Properzi. - Succede a Tuscania - Toscanella - 2021

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

● – YOGA E NATURA ALLA PIRAMIDE DI BOMARZO E ROCCA RESPAMPANI. con Anna Rita Properzi.

Pubblicato da in Passeggiate Anna Rita ·
Carissimi, questo fine settima se il meteo e le varianti delle zone di colore previste, permetteranno gli spostamenti, ho messo in programma due nuove uscite a cui pensavo da tempo. Sabato 13 una passeggiata alla Piramide di Bomarzo e all’insediamento di Santa Cecilia abbinata alla pratica Yoga e domenica una nuova tappa sulla Via Clodia la Rocca Respampani situata tra Norchia e Tuscania.
 
Un caro saluto a tutti. Anna Rita Properzi
 
SABATO 13 MARZO 2021
LA VALLE DEI MULINI TRA FORRE VULCANICHE E ANTICHI INSEDIAMENTI
SINERGIA: NATURA, TREKKING E YOGA


 
POTENZIATI!
Un modo originale per conoscere e dare valore al territorio ed accrescere il proprio benessere.
POTENZIATI con lo yoga e il trekking narrato, scoprendo te stesso e il patrimonio culturale e ambientale.
Sarà un viaggio all' insegna dello stare bene e in armonia, aumentando le conoscenze personali.
Andrà a toccare alcuni dei posti più incantevoli della Tuscia.
Si articolerà in un percorso di pochi km, accessibile a tutti e verrà intervallato da spiegazioni, aneddoti, curiosità, esercizi di respirazione e brevi meditazioni guidate in simbiosi con il luogo.
In un'area lungo il percorso si terrà la lezione di yoga, anche essa ispirata al luogo.
 
Il percorso scelto è uno dei più suggestivi della Tuscia, ed in questo periodo con il sottobosco in piena fioritura. Saremo nel territorio tra Bomarzo e Chia nella Valle del Tacchiolo e nella forra del torrente Castello. Ancora oggi sorprende per la bellezza della natura e le misteriose testimonianze lasciate da antichi abitatori del luogo. Si camminerà tra boschi di cerri, ornielli, corbezzoli. Come in un sogno, si presenteranno, illuminati dai raggi del sole che filtrano attraverso gli alberi, ruderi di antiche civiltà. Tagliate etrusche, insediamenti rupestri mulini e castelli medievali a guardia della valle del torrente Castello, immersi in una natura lussureggiante tanto da somigliare ad una piccola foresta tropicale.
 
Pasolini si innamorò di questi luoghi e li scelse prima per girare il suo film “Il Vangelo secondo Matteo” proprio presso le cascate del torrente Castello e poi per viverci, acquistando nel 1970 i ruderi di una fortificazione medievale del XIII secolo, il Castello di Colle Casale.  
Ci saranno soste panoramiche sulle pietre vulcaniche che emergono lungo il percorso, scaldate dal sole, ascoltando il suono dell’acqua che scende verso valle. Dopo una pausa rigenerante saliremo sul pianoro fino al Castello di Colle Casale per ammirare l’imponente torre che domina il paesaggio.
 
A CURA DI:
Annarita Properzi Guida Turistica dal 2006, ha seguito la sua passione per l'arte e l'amore per il territorio in cui vive, la Tuscia.
Ama scoprire luoghi insoliti e lontani dalle rotte turistiche, e percorsi escursionistici ricchi di storia e fascino, da abbinare alla scoperta e promozione dei piccoli borghi che sono la nostra grande risorsa. Molte delle sue visite guidate sono dedicate ai castelli e alle dimore storiche private, normalmente chiuse, insieme ai proprietari che le vivono. Dal 2015 ha ampliato le sue competenze in campo naturalistico divenendo Guida Ambientale Escursionistica iscritta nel Registro Nazionale A.I.G.A.E, parla l’inglese ed il francese.

Rosanna Manni diplomata alla scuola Europea di Ananda hatha yoga di Assisi, studia e pratica yoga e discipline olistiche da oltre 25 anni.
Esperta in yoga per adulti, yoga e ginnastica posturale e "regenerative".
Insegnante di yoga per bambini, in gravidanza, per anziani, per principianti, yoga personalizzato per problemi alla colonna e yoga all' aperto.
E' terapeuta e Master di Reiki, medicina energetica, massaggi emozionali.
E' terapeuta ed insegnante del sistema dei Fiori di Bach (terapia vibrazionale).
Effettua corsi sui chakra ed è operatrice di Flawer massage.
 
INFORMAZIONI E DETTAGLI: contattare Anna Rita Properzi tel. 333 491 2669; email: annaritaproperzi@gmail.com
 
COSTO ESPERIENZA:
10€ Trekking
10€ Yoga
PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA: posti limitati nel rispetto delle norme anticovid19. Al momento della prenotazione verranno fornite tutte le informazioni riguardo i DPI e il rispetto delle norme comportamentali che si dovranno firmare per conoscenza.
 
APPUNTAMENTO: sabato 13 marzo ore 9.00 a Bomarzo all’ingresso del campo sportivo (sotto la torretta dell’acquedotto all’imbocco della via che porta al Campo Sportivo). Ai partecipanti verrà fornita la posizione google del luogo di incontro.
Fine Escursione ore 13.00
Chi vorrà potrà fermarsi a pranzo in uno dei ristoranti di Bomarzo.
Se il tempo sarà brutto la mattina potremo prevedere lo spostamento della passeggiata nel primo pomeriggio con inizio alle ore 14.30 con fine escursione ore 18.00
CARATTERISTICHE TECNICHE DEL PERCORSO: percorso composto da due anelli e una traversata; lunghezza circa 5 km; dislivello 200 mt; livello difficoltà T/E (Turistico, alcuni tratti Escursionistico facile).
ABBIGLIAMENTO: capi comodi, giacca impermeabile, bastoncini da trekking, scarpe da trekking, mascherina e gel igienizzante, tappettino morbido per attività Yoga a terra.

 

DOMENICA 14 MARZO 2021 - SEGUENDO LA VIA CLODIA FINO AL CASTELLO DI ROCCA RESPAMPANI
 


Questa splendida ed impervia parte della Tuscia, ancora oggi coperta da un fitto bosco, era attraversata dall’antica via la Clodia, proveniente dalla città di Norchia e prima ancora da Blera. La strada Consolare Romana fu costruita nel III secolo a. C, e ricalcava il più antico tracciato etrusco realizzato per mettere in comunicazioni le città che continueranno la loro vita anche in epoca altomedievale e medievale.  
La via Clodia fu molto importante per i centri che si trovavano sul percorso, e numerosi insediamenti sorsero a difesa dei passaggi di fondovalle. La Rocca Respampani fu edificata su un suggestivo sperone tufaceo, dove si trovano oggi interessanti ruderi del castello medievale, della chiesa e dell'abitato che fu abbandonato alla fine del XVI secolo a favore di un nuovo ed ambizioso progetto, un palazzo - fattoria, dignitoso ed elegante per ospitare il governatore e il suo seguito di funzionari. Sorse così la Rocca Nuova.
Quello che scopriremo insieme è un itinerario di grande fascino naturalistico e storico che permette di camminare in parte sull’antico tracciato della via Clodia, con un percorso ad anello. Si potranno ammirare specie arboree tipiche della macchia mediterranea e molti fiori selvatici. Si parte del centro dell’Azienda Agricola Rocca Respampani, dove si trova la moderna chiesa dedicata a Sant’Antonio Abate.
Da qui si attraverso un bellissimo bosco di querce e cerri, si arriva ad uno spiazzo dove si possono ammirare delle grotte molto grandi, alte vari metri e molto profonde, con antiche iscrizioni all’interno. Di certo si sa che furono utilizzate come abitazioni e ricovero per animali, perché ci sono vari segni e date risalenti al XVII secolo. Riprendendo lo stesso sentiero si ritorna nello stradone che conduce sotto il castello seicentesco, chiamato castello nuovo di Rocca Respamapani. Il possente edificio ad un primo sguardo ricorda più un palazzo nobiliare, specie per la sua maestosa facciata principale, racchiusa da due “torri” a guardia del ponte chiamato di Fra Cirillo, che attraversa il fiume Traponzo.. Il paesaggio contraddistinto da pascoli e vaste boscaglie è selvaggio, misterioso e fuori dal tempo. Dopo aver ammirato il possente castello si inizia a scendere lungo la strada alle spalle dello stesso, fino al fiume dove si può camminare sul basolato dello splendido ponte fatto costruire Fra Cirillo Zabaldani nel XVI secolo. Nelle vicinanze del ponte, sul sentiero che conduce alla Rocca Vecchia, si possono ammirare delle interessanti formazioni geologiche di ignimbriti tefritico-leucitiche, caratterizzate da inclusi lavici e scorie, legate all’attività di emissione del Distretto Vulcanico Vulsino. Ritornando indietro, in parte sullo stesso sentiero, si raggiuge ancora la Rocca Nuova, da dove attraverso una strada carrabile si farà ritorno al centro dell’azienda agricola, completando il percorso ad anello.
 
INFORMAZIONI E DETTAGLI 333 4912669 Anna Rita Properzi Guida Turistica e Ambientale Escursionistica Iscritta al Registro Italiano Aigae anche tramite whatsapp e canale telegram https://t.me/lepasseggiatediannarita o tramite mail annaritaproperzi@gmail.com;
COSTO ESCURSIONE: 15,00 euro a persona; gratuito per i bambini al di sotto dei 12 anni; ridotto a 10€ dai 12 ai 16 anni.
APPUNTAMENTO: previsto alle ore 9.30 davanti alla Chiesa di Sant’AntonioAzienda Agricola Rocca Respampani. Fine escursione intorno alle ore 15.30
CARATTERISTICHE DEL PERCORSO: Il percorso è facile; è un anello di circa 10 km, con 150 metri di dislivello a scendere e salire; si svolge su strade di campagna sterrate ed in alcuni tratti potrebbe essere fangoso.
PRANZO: al sacco, 1 litro di acqua a testa.
ABBIGLIAMENTO: importante indossare scarpe da trekking o con suola antiscivolo, abbigliamento adeguato alle condizioni meteo (è consigliabile portare un capo impermeabile, anche un kway) e per chi è abituato ad usarli i bastoncini sono consigliati, una buona scorta d’acqua, kit anti-Covid-19 (mascherina e gel igienizzante).

 
Anna Rita Properzi
Guida Turistica abilitata dalla Regione Lazio
Guida Ambientale Escursionistica
Iscritta al Registro Italiano Aigae n. LA390
Lingue straniere: inglese e francese
Tel. 333 4912669; e-mail: annaritaproperzi@gmail.com
 
 



Nessun commento

Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu