● - FALLERONI: A TUSCANIA IL GELATO E’ STORICO PER AMORE DI UNA RICETTA UNICA - Succede a Tuscania - Toscanella - 2021

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

● - FALLERONI: A TUSCANIA IL GELATO E’ STORICO PER AMORE DI UNA RICETTA UNICA

Pubblicato da in Blog Toscanella ·
Dove i gusti sono autentici è una sorpresa continua.
Nel 1963 prese forma la gelateria che oggi con passione e tempo fa spiccare il prodotto per la sua qualità.
 
Le prelibatezze più autentiche hanno sempre alle spalle una storia tutta da raccontare, per comprendere a pieno il leitmotiv di un gelato i cui gusti sono molto più che “gusti”. Se si entra da Falleroni, un locale recentemente rinnovato, dal design pensato sia per le famiglie che per gli adulti, si trovano Federica e Daniele, nipoti di quei nonni che tanti anni addietro diedero inizio al racconto che oggi è un gelato artigianale a narrare.
 


TRADIZIONE E GENUINITÀ
Nel 1946 venne inaugurato il bar Falleroni e più tardi, nel 1963, prese forma la gelateria che con la passione e il tempo porta il gelato di oggi a spiccare per qualità. I prodotti genuini e di stagione che Federica utilizza per creare il gelato, fanno onore alla tradizione che viene tramanda­ta di generazione in generazione. Seguendo sempre la ricetta unica che nessun mastro gelatiere è andato ad insegnarle, lavora materie prime di stagione, dando luogo a gusti di produzione propria dall’inizio alla fine. Se ieri c’era il melone, oggi non c’è. E non soltanto perché Federica, mentre Daniele si occupa del cocktail bar, riesce a creare un gelato a cui è difficile resistere.
 
La frutta arriva a chilometro zero, e quella è: forse oggi troveremo il cocco. Allora entrare da Falleroni è una sorpresa continua, non solo per gli occhi che si dipingono di indecisione di fronte ai 24 gusti classici o speciali, ma ancor più per il palato, luogo in cui la frutta si sentirà davvero. Lamponi, more, fragole: difficile non restare col­piti dal loro sapore diretto, inconfondibile, naturale. E se anche le creme hanno il loro perché per ogni buongustaio, allora non bisogna perdere il gusto crema o fiordilatte di Falleroni: la sua bontà nasce dalla freschezza di un latte mattutino.
 
Per realizzare questi capolavori golosi i Falleroni si lasciano guidare dai frutti che ogni giorno la natura regala. Tutto ciò lo si può poi percepire sulla bocca non appena se ne assaggia il risultato, un esempio? Il melone vedrà l’abbinamento al basilico, e il risultato sarà un accostamento che all’originalità fa un baffo. Perché è questo che si impara quando una ricetta è unica: ad ascoltare gli ingredienti, a studiarli prima di lavorarli e portarli poi insieme in una creazione dal sapore introvabile altrove.

Se l’ispirazione, infatti, è la destinazione, la tradizione ne è la guida. Questa guida ancora oggi è incarnata da Nazareno Falleroni: padre che il gelato lo ha trasmesso come si fa con una storia. Storia che continua a vivere con la produzione di Federica Falleroni, e i cocktail di Daniele.



Nessun commento

Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu