● - FINE SETTIMANA CON ANNA RITA PROPERZI: LA ROCCA RESPAMPANI E IL LAGO DI MEZZANO - Succede a Tuscania - Toscanella - 2021

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

● - FINE SETTIMANA CON ANNA RITA PROPERZI: LA ROCCA RESPAMPANI E IL LAGO DI MEZZANO

Pubblicato da in Passeggiate Anna Rita ·
Carissimi , vi invio le escursioni del prossimo fine settimana.
Ho inserito anche un appuntamento infrasettimanale. In questo caso se ci saranno adesioni lo manterrò ogni settimana, proponendo nuovi itinerari e altri già effettuati.


VENERDI  7 MAGGIO "EREMO DI SAN GIROLAMO E LA VETTA DEL MONTE FOGLIANO"
tra misticismo e natura incontaminata, nella faggeta secolare con le splendide fioriture primaverili.
Km 9, dislivello 400m.
Appuntamento ore 10 al Convento di Sant'Angelo SP80, 01019 Vetralla VT.
Vi manderò la posizione Google.
 
SABATO 8 MAGGIO 2021 - LUNGO LA VIA CLODIA FINO AL CASTELLO DI ROCCA RESPAMPANI


 
Sabato 8 maggio si ripete a grande richiesta la passeggiata guidata all’interno dell’ampia e bella Tenuta  di Rocca Respampani con i suoi scorci, aperti e soprattutto mai affollati.
 
Un itinerario di grande fascino naturalistico e storico che permette di camminare in parte sull’antico tracciato della via Clodia, con un percorso ad anello durante il quale potremo scoprire la flora arborea della macchia mediterranea e le fioriture spontanee.
 
Questa splendida ed impervia parte della Tuscia, ancora oggi coperta da un fitto bosco, era attraversata dall’antica via la Clodia, proveniente dalla città di Norchia e prima ancora da Blera e diretta a Tuscania La strada Consolare Romana fu costruita nel III secolo a. C, e ricalcava il più antico tracciato etrusco.
 
La Rocca Respampani (vecchia) fu edificata nell’XI secolo su un suggestivo sperone tufaceo, dove si trovano oggi interessanti ruderi del castello medievale, della chiesa e dell’abitato che fu abbandonato alla fine del XVI secolo a favore di un nuovo ed ambizioso progetto, un palazzo – fattoria, dignitoso ed elegante per ospitare il governatore e il suo seguito di funzionari.
 
Partendo da Borgo Rio Secco, dove si trova il moderno centro aziendale e la chiesa di Sant’Antonio Abate, attraverso un bosco di querce e cerri, si raggiunge uno spiazzo dove si trovano delle grotte molto grandi, alte e profonde, con antiche iscrizioni all’interno. In alcuni casi si possono riconoscere tombe etrusche riutilizzate, di certo si sa che furono abitazioni e ricovero per animali, perché ci sono vari segni e date risalenti al XVII secolo.
 
Arrivati al castello seicentesco, si inizierà a scendere fino al fiume Traponzo per camminare sul basolato dello splendido ponte fatto costruire da Fra Cirillo Zabaldani nel XVI secolo. Nelle vicinanze del ponte, sul sentiero che conduce alla Rocca Vecchia, si possono ammirare delle interessanti formazioni geologiche di ignimbriti tefritico-leucitiche, caratterizzate da inclusi lavici e scorie, legate all’attività di emissione del Distretto Vulcanico Vulsino.
 
 
INFORMAZIONI E DETTAGLI 333 4912669 Anna Rita Properzi Guida Turistica e Ambientale Escursionistica Iscritta al Registro Italiano Aigae con Assicurazione professionale RC attiva. Contatti anche tramite whatsapp 333 4912669 e canale telegram https://t.me/lepasseggiatediannarita o tramite mail annaritaproperzi@gmail.com;
 
COSTO ESCURSIONE: 15,00 euro a persona; gratuito per i bambini al di sotto dei 12 anni; ridotto a 10€ dai 12 ai 16 anni.
 
APPUNTAMENTO: previsto alle ore 9.30 davanti alla Chiesa di Sant’Antonio, Borgo Rio Secco centro dell’Azienda Agricola Rocca Respampani. Fine escursione intorno alle ore 16.30
 
CARATTERISTICHE DEL PERCORSO: Il percorso ha una difficoltà media; è un anello di circa 14 km, con 150 metri di dislivello a scendere e salire; si svolge su strade di campagna sterrate.
 
PRANZO: al sacco, 1 litro di acqua a testa.
 
ABBIGLIAMENTO: importante indossare scarpe da trekking o con suola antiscivolo, abbigliamento adeguato alle condizioni meteo (è consigliabile portare un capo impermeabile, anche un kway) e per chi è abituato ad usarli i bastoncini sono consigliati, una buona scorta d’acqua, kit anti-Covid-19 (mascherina e gel igienizzante).


 
DOMENICA 9 MAGGIO 2021 - SULLA VIA DEI FARNESE FINO AL LAGO DI MEZZANO


 
Sarà un percorso dedicato ad una parte del nostro territorio  plasmato dal grande  apparato vulcanico dei Vulsini e per questo molto  interessante dal punto di vista geologico e naturalistico.
 
Si camminerà sul fondo di un antico lago scomparso, su strade bianche quasi pianeggianti circondati da un panorama bucolico e dolce, fino a raggiungere lo splendido occhio blu del lago craterico di Mezzano nella Caldera di Latera.
 
Avremo l’occasione di scoprire la città di Latera, antico feudo della potente famiglia Farnese che proprio in questa parte della Tuscia ebbe le sue radici. Latera con il Palazzo Farnese oggi sede del municipio, le sue fontane in pietra vulcanica e le piazzette che appaiono tra i vicoli medievali, mostra con orgoglio i segni del suo ricco passato legato alle vicende di un ramo della famiglia Farnese.
 
Il nostro itinerario inizia dalle chiesine di campagna ai piedi della collina dove sorge Latera e prosegue su strade dritte e quasi pianeggianti fino al Lago di Mezzano, per un cammino molto rilassante e panoramico immersi in quello che fu il fondo di un antico lago oggi scomparso, la Caldera di Latera, tra pascoli e boschi che danno al paesaggio un aspetto arcaico e rivelano un’agricoltura dolce, svolta ancora in maniera tradizionale.
 
Dopo questa immersione nel paesaggio calderico, giungeremo al Lago di Mezzano con le sue acque profonde e i prati verdi che lo circondano e le fioriture primaverili.
 
Le coste selvagge del lago offrono rifugio a una grande quantità di uccelli, le acque profonde e limpide riflettono perfettamente le ripide pendici di Monte Rosso e nascondono uno dei più antichi insediamenti palafitticoli della zona, risalenti all’epoca villanoviana, oggi completamente sommerso.
 
Per una pura casualità  sul fondo del lago vennero rinvenuti due piccoli orci in ceramica databili all’età del Bronzo. A venire alla luce fu un abitato già esistente nell’eneolitico (III millennio a.C.), con resti di palafitte, vasi e numerosi oggetti in bronzo.
 
In posizione dominante, si affacciano sul lago due tenute agricole, sorte una di fronte all’altra con le loro belle costruzioni colorate e in pietra vulcanica, testimonianza di una lunga presenza del latifondo.
 
 
INFORMAZIONI: Anna Rita Properzi Guida Turistica e Ambientale Escursionistica iscritta nel Registro Nazionale Aigae tel 333 4912669: chiamatemi o mandatemi un messaggio whatsapp, o una mail annaritaproperzi@gmail.com o tramite il canale Telegram: https://t.me/lepasseggiatediannarita.
 
PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA: posti limitati nel rispetto delle norme anticovid19; Al momento della prenotazione verranno fornite tutte le informazioni riguardo ai dispositivi di sicurezza e al rispetto delle norme comportamentali che si dovranno firmare per conoscenza.
 
CARATTERISTICHE DEL PERCORSO: camminata ad anello di circa 13 Km con un dislivello leggero di circa 200 m. Tipologia del percorso T/E (turistico ed escursionistico), adatto a chiunque e sia abituato a camminare
 
APPUNTAMENTO: domenica 9 maggio ore 9.30, presso Latera (VT), il luogo esatto dell’appuntamento sarà comunicato al momento dell’iscrizione con invio della posizione Google del luogo di incontro. Durata 5 ore circa. Fine escursione ore 16.30
 
PRANZO: al sacco, acqua 1lt a testa
 
COSTO DELL’ESCURSIONE 15€, gratuito per i bambini al di sotto dei 12 anni; ridotto a 10€ dai 12 ai 16 anni;
 
ABBIGLIAMENTO: scarpe da trekking necessarie, consigliati i bastoncini da trekking; abiti adatti alla stagione invernale; calzini di ricambio; Kit anti-Covid19 (mascherina, gel igienizzante)


 
-----------------
 
Anna Rita Properzi
Guida Turistica abilitata dalla Regione Lazio
Guida Ambientale Escursionistica
Iscritta al Registro Italiano Aigae n. LA390
Lingue straniere: inglese e francese
Tel. 333 4912669; e-mail: annaritaproperzi@gmail.com
 
 
 



Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu