● - PARTECIPAZIONE DEMOCRATICA. di Renato Bagnoli. - Succede a Tuscania - Toscanella - 2021

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

● - PARTECIPAZIONE DEMOCRATICA. di Renato Bagnoli.

Pubblicato da in R. Bagnoli ·
Con delibera n. 6/2021 la Giunta ha conferito ai responsabili di Area 4^ e 5^ l’incarico di redigere e far approvare il “Regolamento Comunale degli Impianti per la Telefonia Mobile”, entro il prossimo 31 agosto.
 
Questa esigenza si dovrebbe necessariamente concretizzare con l’apertura di un tavolo comune di discussione con tutte le parti interessate, mediante l’organizzazione di iniziative per la comunicazione e la formazione, in particolare verso la popolazione residente.
 
Il coinvolgimento dei cittadini nei processi decisionali relativi alla individuazione di siti per telefonia mobile è necessario al fine di migliorare significativamente la qualità della decisione politica e rafforzare l’approccio democratico alla questione.
 
Promuovere iniziative per favorire la pubblica partecipazione, organizzare modalità di dialogo fra le parti interessate, informare in modo trasparente il pubblico, fornire rassicurazioni circa la preoccupazione dei residenti locali e cercare di ridurre la percezione del rischio sono i metodi principali per ridurre i conflitti e aumentare il consenso circa le decisioni conclusive relative all’installazione o all’uso di nuove tecnologie, potenzialmente rischiose per la salute.
 
La pratica del coinvolgimento dei cittadini circa l’adozione di un regolamento comunale e del relativo piano delle antenne consente di innescare quel meccanismo virtuoso del bilanciamento di interessi sintetizzabile nella riduzione della esposizione della popolazione ai campi elettromagnetici, un efficiente servizio di copertura e la diminuzione del conflitto sociale e dei contenziosi.
 
I regolamenti e i piani per la localizzazione dei siti per la telefonia mobile, quando recepiti secondo lo schema ben collaudato del coinvolgimento pubblico, sono strumenti virtuosi ai sensi della trasparenza, partecipazione, pianificazione e precauzione.
 
E’ necessario che i nostri amministratori sentano il parere della Consulta dell’Ambiente e coinvolgano TUTTI i cittadini interessati.
 
 
Renato Bagnoli



Nessun commento

Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu