Il nome Cavetani - Fai una domanda al prof.Giontella

Vai ai contenuti

Menu principale:

Il nome Cavetani

Guarda le risposte

Domanda:

L'Ippolito Caetani che visse a Tuscania alla fine del XVI secolo discendeva dal ramo che diede i natali a Bonifacio VIII? Che attività o incarico svolse a Tuscania? La lapide conservata nella basilica di S. Maria rappresenta un 'omaggio' al canonico oppure deve essere considerato un 'atto dovuto' per benefici ricevuti? Grazie per l'attenzione. Achille Coriani

Risposta:


La famiglia Caetani di Bonifacio VIII non ha nulla a che vedere con i Cavetani (e non Caetani) di Tuscania.
Nei Registri di Battesimo i Cavetani sono numerosi, e compaiono a Tuscania dalla metà del Cinquecento fino al Seicento inoltrato: si tratta una delle famiglie nobili locali iscritte al "patriziato tuscanese". Potrebbe trattarsi di una famiglia collaterale dei Caetani che, nel Quattrocento, ha modificato il cognome in Cavetani?
Per sviluppare questa ipotesi (con risultati forse solo negativi..., ma non si sa mai…) bisognerebbe prima ricostruire l'albero attraverso la documentazione esistente a Tuscania (non anteriore alla metà del Cinquecento), poi controllare i protocolli dell'Archivio Notarile (presso l'Archivio di Stato di Viterbo, in Via Cardarelli) infine bisognerebbe completare le ricerche a Roma, nell'archivio Caetani (Palazzo Caetani, Via delle Botteghe Oscure), per ritrovare qualche eventuale nesso.
Non ho mai effettuato una ricerca specifica relativa all'albero genealogico di questa famiglia, i cui membri ricoprirono spesso cariche pubbliche nell'amministrazione comunale.
Dall'esame delle schedine che ho compilato lungo gli anni delle mie ricerche, posso solo fornire qualche dato piuttosto scarno:
Nella metà di Cinquecento troviamo il canonico di S. Pietro, Camillo Cavetani, vivente dal 1554, di cui erano fratelli (o cugini) i seguenti tre suoi contemporanei: Cesare, Giovampaolo e Giovanni Ippolito:




Il palazzo dei Cavetani era situato in Via degli Archi e poco sopra, dove si può leggere ancora il nome scolpito negli architravi esterni HIPPOLITUS CAVETANUS.
Comunque, attraverso la lettura dei verbali del consiglio comunale (presso la Biblioteca Comunale) potrebbe venir fuori qualche notizia più dettagliata sull'attività pubblica di qualche membro della famiglia Cavetani.
Più di questo non sono in grado di scrivere.

Giuseppe Giontella


 
Copyright 2018. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu