La parola a Dario Mencagli


Vai ai contenuti

Ott - Proposte per un programma elettorale condiviso

2008

Nuova pagina 1

PROGRAMMA ELETTORALE CONDIVISO 
Ho proposto, tempo fa, di preparare una lista condivisa da tutti i raggruppamenti che si presenteranno alle elezioni, in 10 punti.
 
Ha risposto il segretario della sinistra Arcobaleno, trovando la cosa interessante. Altre note e proposte non ne sono arrivate. Penso che sia ora di cominciare, ormai. Metto 4 punti che ritengo importanti.

  1. ELEZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI GIOVANI -  ELEZIONE  DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI
    (nel caso che queste elezioni vengano indette dal Commissario prefettizio, dato che è suo potere farlo, ringrazieremo  Dio per il tempo guadagnato!).
     
          Perché metto queste elezioni al primo posto? Perché penso che la partecipazione sia fondamentale per prendersi cura del bene comune. Da qualche anno la nostra società sta restringendo sempre più questi spazi, in nome dell’efficienza e della governabilità. Il potere è in mano di pochi, che si conoscono tra loro e trattano tra loro, lontani da interferenze indesiderate e indiscrete. I giovani sono esclusi: un po’ perché schifati e disinteressati, un po’ perché non votano ancora e quindi non hanno un peso che può interessare chi ha il potere. Dico, da sempre, che se si potesse votare a 16 anni, almeno per le elezioni amministrative, la situazione degli edifici scolastici (oltre il 40% sono fuori norma e sarebbero da chiudere!) desterebbe molta più attenzione! E il peso delle proteste degli studenti sarebbe più ascoltato

 

  1. COSTRUZIONE DI UNA NUOVA SEDE PER LE SCUOLE DI TUSCANIA NELLA ZONA DEGLI IMPIANTI SPORTIVI
     
                E’ chiaro che la Provincia non costruirà mai una nuova sede. Lo farà in altri comuni, che hanno più peso di noi. Il Comune , con modalità economiche da verificare (project financing, cioè finanziamento privato al progetto; oppure con emissione di BOC, cioè Buoni Comunali del Tesoro; vendita di bene comunali: per esempio le vecchie sedi scolastiche..) costruirà una nuova sede. Gli investimenti in educazione non sono semplicemente spese (magari da tagliare) ma investimenti produttivi. Spostando le scuole al complesso sportivo, si può lanciare lo sviluppo di Tuscania nel settore dello sport studentesco, a livello regionale, nazionale ed europeo. Tuscania adesso ha circa 300 posti letto, che potrebbero lavorare da ottobre a maggio (bassa stagione alberghiera) ospitando chi partecipa alle attività sportive studentesche. Già nel 2009, in occasione dei campionati mondiali di nuoto, la nostra piscina potrebbe ospitare i tuffi dal trampolino di 3 metri. Basterebbe organizzarsi. A  Viterbo, in vista di questi mondiali, hanno costruito una nuova piscina.

 

  1. UN CORSO DI FORMAZIONE OBBLIGATORIO PER TUTTI GLI AMMINISTRATORI ELETTI, sul TEMA: COME SI GOVERNA UN COMUNE.
    Non è un’invenzione mia. L’ho vista una decina di anni fa, accompagnando in Danimarca gli studenti di una scuola di Viterbo, per uno scambio tra scuole europee. Tutti gli amministratori comunali eletti dovevano fare un corso di formazione apposito. Dato che nessuno nasce “imparato”; dato che i Comuni hanno sempre più responsabilità di gestioni amministrative; dato che bilanci, contabilità, programmazioni non fanno parte dei programmi della maggioranza delle nostre scuole né medie né superiori; dato che i conti del Comune di Tuscania “non tornano”: studiare per capire meglio i problemi diventa una necessità. Obbligatoriamente, non facoltativamente.

 

  1. POTENZIAMENTO del SITO INTERNET del Comune, creando una RETE CIVICA di TUSCANIA. Con due finalità:
    Offrire ai cittadini più servizi e più rapidamente
    Realizzare  la pubblicità di tutte le azioni del Comune, e favorire così la partecipazione dei cittadini alle decisioni da prendere.        
    Ho fatto questa richiesta, per la prima volta, nel 1994, quando votai a favore della informatizzazione degli uffici comunali (per un costo, mi pare, di 190 milioni di lire), pur essendo consigliere di minoranza. L’ho rifatta varie volte, anche all’amministrazione caduta qualche mese fa. Risultati, in 14 anni: nessuno.
    Ho scritto al Commissario Prefettizio, Francesco Tarricone. Sono cominciate ad apparire, sul sito del Comune, le delibere commissariali. Spero che, quanto prima,  vengano pubblicati anche i documenti riguardanti il bilancio comunale (debiti, crediti, beni patrimoniali pubblici..), senza i quali è impossibile discutere e soprattutto fare proposte.

 

  1. REALIZZAZIONE DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA RIFIUTI, porta a porta,
    con campagna di educazione e sensibilizzazione per le scuole e i
    cittadini.
    Proposta fatta da Antonio Peruzzi sulla rivista del MASci: RIMASCIMENTO.

 

Qualche precisazione:

  • consiglio ragazzi di Cellere: la notizia, data come incerta, è stata controllata: non risulta nessun consiglio ragazzi a Cellere

  • il CDG è attivo presso i seguenti comuni della prov.:   Acquapendente, Bomarzo, Castel S.Elia, Celleno, Farnese, Grotte diCastro, Ischia di Castro, Vallerano, Vignanello, Vetralla   e sta per essere eletto a Tarquinia;

  • Un link al portale della regione dove trovare tutte le notizie  http://www.regione.lazio.it/web2/contents/parola_giovani/
     

Home Page | 2008 | 2009 | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu