La parola a Dario Mencagli


Vai ai contenuti

Giu - Lettera aperta a Massimo Natali, nuovo sindaco di Tuscania

2009

LETTERA APERTA A MASSIMO NATALI, NUOVO SINDACO DI TUSCANIA

Caro Massimo,

per prima cosa: tanti auguri di buon lavoro, a servizio di Tuscania, a te e ai neo-eletti!
A pag.15 del programma della tua lista
(ho numerato tutti i punti del programma: sarebbe il numero 29),
c'è scritto:
"....costituzione di un polo scolastico."
Ne parliamo ormai da anni. Anche tu hai detto varie volte di essere interessato. Leggerlo sul tuo programma mi è sembrata una scelta molto opportuna..
Per molte persone, mettere soldi nella scuola significa spendere e basta. Quindi, al massimo, ci si limita a manutenzioni e ristrutturazioni.
Pensare alla scuola come "INVESTIMENTO PRODUTTIVO" cambia le cose tantissimo.
Ti riporto, per essere sintetico, un punto del Programma condiviso, proposto mesi addietro a tutti quelli che avrebbero concorso per il comune.(http://www.toscanella.it/partners/dario/imsitemap.html)

COSTRUZIONE DI UNA NUOVA SEDE PER LE SCUOLE DI TUSCANIA NELLA ZONA DEGLI IMPIANTI SPORTIVI

E' chiaro che la Provincia non costruirà mai una nuova sede. Lo farà in altri comuni, che hanno più peso di noi. Il Comune , con modalità economiche da verificare (project financing, cioè finanziamento privato al progetto; oppure con emissione di BOC, cioè Buoni Comunali del Tesoro; vendita di bene comunali: per esempio le vecchie sedi scolastiche..) costruirà una nuova sede. Gli investimenti in educazione non sono semplicemente spese (magari da tagliare) ma investimenti produttivi. Spostando le scuole al complesso sportivo, si può lanciare lo sviluppo di Tuscania nel settore dello sport studentesco, a livello regionale, nazionale ed europeo. Tuscania adesso ha circa 300 posti letto, che potrebbero lavorare da ottobre a maggio (bassa stagione alberghiera) ospitando chi partecipa alle attività sportive studentesche. Già nel 2009, in occasione dei campionati mondiali di nuoto, la nostra piscina potrebbe ospitare i tuffi dal trampolino di 3 metri. Basterebbe organizzarsi. A Viterbo, in vista di questi mondiali, hanno costruito una nuova piscina. ----------

Aggiungo solo qualche precisazione, per dare informazioni a chi ne ha poche o per niente.

1-POLO SCOLASTICO
Il Liceo sta sotto Tarquinia, il Professionale IPSIA sotto Viterbo, elementari, medie e materna sono sotto Tuscania.
E' possibile (chi non è convinto, può chiedere alla direttrice della materna, elementari e medie, Concetta Catalano) avere un unico istituto, con propria direzione e propria segreteria, qui a Tuscania. Se il Comune costruisse questa nuova sede, non ci sarebbero più ragioni che impediscano l'unificazione in un unico istituto tuscanese autonomo.

2-BENI COMUNALI
Il Comune è proprietario degli edifici che ospitano la materna, le elementari, le medie e le superiori.
Per le superiori, la Provincia paga la gestione e la manutenzione, ma non è proprietaria.
Tutti questi edifici valgono (catastalmente) parecchi milioni di euro.
Ho riportato in Toscanella
(http://www.toscanella.it/partners/dario/nov_-_inventario_dei_beni_comunali.html) la lista dei beni comunali, fornita dal Commissario, con i valori catastali.

3-EDIFICIO SCOLASTICO, POLIAMBULATORIO, CENTRO ALZHEIMER
Liberando l'Edificio scolastico, si avrebbe la possibilità di usarlo per il famoso nuovo poliambulatorio e per il centro Alzheimer: una posizione più centrale di così non si può.
Ricordare questo impegno preso, proprio nel primo consiglio comunale della tua amministrazione, potrebbe essere un importante segnale di interesse rivolto ai giovani (ma non solo)!
Un saluto cordiale, con pace e bene.

Tuscania 23.06.09 (dario mencagli)



Home Page | 2008 | 2009 | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu