La parola a Dario Mencagli


Vai ai contenuti

Feb - Incontri di educazione civica pre-elettorale

2009

INCONTRI DI EDUCAZIONE CIVICA PRE-ELETTORALE

Dato che “nessuno nasce imparato” e che amministrare una città, anche piccola, richiede qualche conoscenza, un programma di incontri pubblici, aperti a chi concorre (in qualche paese d'Europa sono OBBLIGATORI) e a tutti i cittadini, aiuterebbe a capirci qualcosa in più e a ridurre i danni dell'incompetenza. In qualche caso basterebbe che, chi deve prendere decisioni, usasse un po' di modestia e umiltà, e chiedesse aiuto e consiglio a chi certe cose conosce. Ma, fin dai tempi antichi, leggiamo storie di persone che, una volta raggiunto il potere, hanno creduto di capire tutto. Gli antichi dicevano che gli Dei toglievano il “senno” a queste persone, che si comportavano da ubriache.
(Non sto a parlare, qui, della corruzione connessa col potere e del proverbio inglese dice:”Il potere corrompe. Il potere assoluto corrompe assolutamente!”. E' un altro discorso.)


COSTO

Si può fare a COSTO ZERO, usando persone legate all'amministrazione dello stato, amministratori ed ex-amministratori locali, rappresentanti alla Camera e al Senato con esperienza amministrativa, persone rappresentative delle associazioni di categoria e sindacali...............

LOCALI
I locali possono essere quelli del Comune (aula consigliare, sala conferenze biblioteca, teatro comunale..)

ARGOMENTI DA TRATTARE

1-Il comune COMMISSARIATO: cosa deve e cosa può un Commissario (relatore: commissario Tarricone)

2-Il SINDACO: poteri e doveri
(si potrebbe fare una tavola rotonda invitando a parlare gli ex-sindaci di Tuscania; conoscenze teoriche dovrebbero averne quelli della Università popolare, che hanno fatto convegni sulla pubblica amministrazione; l'ANCI (associazione nazionale comuni italiani) potrebbe mandare un rappresentante; la Provincia e la Regione potrebbero dire la loro sui rapporti coi Sindaci; l'ufficio U.E. (Unione Europea) di Viterbo potrebbe aggiungere qualcosa di interessante; le associazioni di categoria e sindacali potrebbero dire quello che si aspettano da un sindaco.
Questo tema potrebbe essere svolto in 2 incontri.

3-Il CONSIGLIO COMUNALE: poteri e doveri
Come funziona (o dovrebbe funzionare ) un consiglio comunale?
Persone da invitare a parlare: usare la lista fatta sopra.
La mia opinione è che, con la nuova legge elettorale, il consiglio comunale ha perso moltissimo di importanza: una “maggioranza” che ha il 25% (come quella caduta l'anno scorso) può fare quello che vuole, anche contro una “minoranza” che ha preso il 75% dei voti. Le delibere di giunta sono immediatamente esecutive e non c'è più il CORECO (comitato regionale di controllo) dove protestare.

4-IL CONSIGLIO COMUNALE DEI GIOVANI E QUELLO DEI RAGAZZI
Cosa sono, cosa fanno, chi ci partecipa, quanti ce ne sono vicino a noi...
Persone da invitare: l'incaricato regionale, i vari consigli presenti in zona...

5-LO STATUTO COMUNALE
Lettura e commento dello Statuto di Tuscania

6-IL DIFENSORE CIVICO
A Tuscania è stato cancellato dallo Statuto, negli anni '90. E' una forma civilissima di difesa del cittadino di fronte alla pubblica amministrazione. Può aiutare la pubblica amministrazione a funzionare meglio. In altri paesi esiste da mezzo secolo.
Persone da invitare: rappresentante della Regione e della Provincia. Difensori civici di altri Comuni vicini.

Dopo questi argomenti di EDUCAZIONE CIVICA, si potrebbero proporre altri incontri su argomenti di pubblico interesse ( il futuro dell'agricoltura, il patrimonio storico-archeologico, i servizi sociali, il turismo, le scuole, la sanità e i servizi sociali...)

Gli incontri potrebbero essere settimanali (alcune volte è stato scelto il giovedì pomeriggio, che coincide con la chiusura settimanale della maggioranza dei negozi), della durata di un'ora-un'ora e mezza.

Per evitare problemi tra partiti, liste e persone (nelle scorse elezioni alcuni candidati a sindaco hanno rifiutato di partecipare a incontri pubblici), sarebbe una buona cosa se questa iniziativa di informazione e formazione fosse presa dal Comune stesso.
Il questo momento siamo amministrati da un Commissario.
Il commissario Francesco Tarricone ha già preso iniziative dirette ad aumentare l'informazione per la cittadinanza (pubblicazione sul sito Internet del Comune, incontri con partiti e categorie rappresentative, conferenze (contratto Boscolo, progetto Alzheimer) e anche questa iniziativa potrebbe rientrare nel suo modo di amministrare.

Home Page | 2008 | 2009 | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu