● - ‘L GIRO DE PIAZZA, POGGIO E SAN MARCO. in una poesia di Ganassa. - Succede a Tuscania - Toscanella - 2021

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

● - ‘L GIRO DE PIAZZA, POGGIO E SAN MARCO. in una poesia di Ganassa.

Pubblicato da in Ganassa ·
V’aricordate quanno che ‘na vorta
a passeggià s’annava laggiù in Piazza,
pe’ veda le regazze co’ la sporta
prima de cena, dannojje la guazza,
che ce annavono a comprà il  damagnane
co’ le matre che  le stavono a ‘spettane.

E da la piaggia p’annà giù in quel loco
da giovinotte sempre scherzeggianno,
fra de noe se faceva un brutto gioco:
un nostro amico de spalle pianno  
e poe ‘l su’ collo sempre da di dietro,   
sensa che se potesse fallo arretro,

da dietro lo spignevomo de corsa
e quello co’ le mano in arto arsate
pe’ nun cascà  ma preso ne la morsa
levato in aria senza mae fermate
se poteva arrestà solo alla fine  
del gioco de cue tutte eromo incline.

Il giro doppo allora ce finiva
de li a san Marco e poe lì verso ‘l Poggio
che pure li la vita ce gioiva  
e senza sosta doppo moggio moggio,
s’annava a cena, quanno adera notte,
co’ la paura de pijjà le botte.  

Che tempe aderono quelle passate,
vivenno a la giornata un ‘po’ assolate,
sempre coll’occhio fisso alle bramate
donne, ch’erono tutte ben guardate
da genitore e dalla servitù,…
però a quel tempo c’era gioventù !

Tuscania 12,11,2021
Luciano laici



Nessun commento

Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu