● - “BANDO ‘L’ESTATE DEL LAZIO’, FINANZIAMENTI A 35 COMUNI DELLA TUSCIA” (manca Tuscania...) - Succede a Tuscania - Toscanella - 2017


Zodiac  


Citazione spirituale

LIBRERIADELSANTO.IT

 LIBRERIADELSANTO.IT
Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

● - “BANDO ‘L’ESTATE DEL LAZIO’, FINANZIAMENTI A 35 COMUNI DELLA TUSCIA” (manca Tuscania...)

Pubblicato da in Dal Web ·
 

 
Il presidente sesta commissione consiliare della regione Enrico Panunzi annuncia contributi per la realizzazione di eventi, feste, manifestazioni e iniziative culturali
 
La giunta regionale del Lazio, con la delibera 424 dello scorso 18 luglio, ha reso nota la graduatoria dei comuni ammessi a finanziamento in base al bando “L’estate della regione Lazio”.
 
Si tratta di contributi per la realizzazione, nei mesi estivi del 2017, di eventi, feste, manifestazioni e iniziative culturali su tutto il territorio regionale.
 
Lo stanziamento complessivo è di 3 milioni e 200mila euro con i quali si è deliberato di sostenere in maniera concreta tali progetti in quanto attività in grado di rilanciare l’economia e la socialità del territorio della Regione nei confronti dei cittadini e degli operatori in generale.
 
Tali manifestazioni assumono significatività per il perseguimento degli obiettivi in materia di politiche in ambito turistico-culturale, agricolo, ambientale e socioeconomico in generale, potendo, peraltro, generare nuove e maggiori entrate per il bilancio regionale, anche indirette.
 
Sono tantissimi i comuni del Lazio che hanno beneficiato dei contributi, divisi in tutto il territorio regionale.
 
Per quanto riguarda lo sviluppo del settore agricolo e del sistema agroalimentare finanziamenti sono andati a Barbarano Romano (14mila 400 euro), Blera (12mila euro), Bomarzo (12mila euro), Canepina (12mila euro), Canino (12mila euro), Capranica (15mila euro), Gradoli (4mila euro), Lubriano (5mila e 600 euro), Marta (8mila euro), Onano (12mila euro), Orte (12mila euro), Piansano (15mila euro), Proceno (10mila e 400 euro), San Lorenzo Nuovo (15mila euro), Tessennano (15mila e 800 euro), Vignanello (15mila euro).
 
Per i progetti presentati sotto la categoria “Aree protette, parchi naturali, protezione naturalistica e forestazione” il progetto di Bassano Romano è stato finanziato con 12mila euro e quello di Ronciglione con 13mila e 600 euro.
 
Per quanto riguarda infine lo sviluppo e la valorizzazione del turismo questi i finanziamenti arrivati nella Tuscia: Acquapendente (12mila euro), Bagnoregio (12mila euro), Bassano in Teverina (6mila e 500 euro), Carbognano (4mila euro), Castel Sant’Elia (7mila euro), Celleno (9mila e 600 euro), Civita Castellana (9mila e 600 euro), Gallese (11mila e 120 euro), Ischia di Castro (15mila euro), Monterosi (6mila e 400 euro), Nepi (15mila euro), Oriolo Romano (15mila euro), Sutri (15mila euro), Vetralla (15mila euro), Villa San Giovanni in Tuscia (4mila euro), Vitorchiano (8mila e 600 euro).
 
Il merito di questi contributi, oltre che della regione, è anche della capacità progettuale delle amministrazioni che hanno saputo cogliere l’occasione proposta. Sono stati finanziati infatti 254 Comuni nel Lazio, di cui 35 nella Tuscia, PRATICAMENTE TUTTI QUELLI CHE HANNO PRESENTATO DOMANDA.
 
Enrico Panunzi
Presidente sesta commissione consiliare regione Lazio
 



9 commenti
Voto medio: 193.0/5
Lupus
2017-07-21 18:29:34
Panunzi ci dice che hanno avuto i contributi, praticamente tutti i comuni che li hanno richiesti.
Tuscania non c'è, quindi è lecito pensare che non abbia fatto richieste.
Dimenticanza? Presunzione? Incapacità?
Oppure dopo i proclami del vice Sindaco che si è vantato di aver appianato i bilanci comunali, l'Amministrazione Bartolacci ha pensato di avere soldi in avanzo?
Indignato
2017-07-21 18:39:18
Hanno preso i contributi tutti i paesi della provincia che noi chiamiamo "paesetto", ma non è che il "paesetto" siamo noi?
Cencio
2017-07-21 19:03:04
Da quello che ho letto nell'articolo, a mio parere è la stessa situazione di quando questa bellessima amministrazione ha perso i famosi soldi del GAL.
ghino
2017-07-21 19:52:07
Strano che il comune non abbia presentato richiesta di finanziamento, con quel po' po' di assessore alla cultura che ci ritroviamo.
Renato
2017-07-21 20:09:09
Ci sono due cose che non tornano mai indietro: una freccia scagliata e un’occasione perduta.
(Jim Rohn)

Non mi risulta che siano mai state scagliate frecce, ... frecciatine sì, ... occasioni perse TANTE!
Baldo
2017-07-21 20:30:05
Anche a tessennano famo la guttura con il finanziamento.
Gigi Pica
2017-07-22 10:31:42
Il presidente Panunzi dice: "Il merito di questi contributi, oltre che della regione, è anche della capacità progettuale delle amministrazioni che hanno saputo cogliere l’occasione proposta."
L'ho voluto sottolineare affinché l'assessore al turismo ne prenda nota per un prossimo futuro.
Baldo
2017-07-22 12:36:38
Noe che eromo campioni de le finanziamente reggiuonale;

Noe che con le sorde de la reggione ciavemo fatto sia la cultura che l’ attrezzature per la cottura;

Noe che a la reggiuone cevomo lue che tanto bene ha fatto per il paese.

Noe che le finanziamente ce sono sempre piaciute adesso adesso nun ce toccono più.

Ci chiudono le consorzie, nun ciarrivono le sorde : praticamente un incubo.
Apritisesamo
2017-07-24 07:55:20
Ma che ci frega di questi quattro spiccioli della regione, noi puntiamo ai finanziamenti europei. .........quelli so'sordi....

Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu