• - OGGI RICORRE IL 41° ANNIVERSARIO DELL’ASSASSINIO DEL NOSTRO CONCITTADINO STEFANO CECCHETTI. - Succede a Tuscania - Toscanella - 2020

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

• - OGGI RICORRE IL 41° ANNIVERSARIO DELL’ASSASSINIO DEL NOSTRO CONCITTADINO STEFANO CECCHETTI.

Pubblicato da in Blog Toscanella ·
Ricevo da Valentina Rinaldi e pubblico nel mio blog:
 
TUSCANIA 10 gennaio 2020. Ricordiamo oggi l'omicidio del nostro concittadino Stefano Cecchetti, avvenuto in una tranquilla sera del 10 gennaio 1979, in seguito ad una sparatoria avvenuta ai danni di un gruppo di ragazzi vicini alla destra radicale, da parte dei "Compagni organizzati per il comunismo", gruppo vicino a Lotta Continua.
 
Stefano era uno studente di 17 anni, solito frequentare il Fronte della Gioventù, quando venne raggiunto da una scarica di proiettili sparati sulla folla di ragazzi, nei pressi del quartiere Talenti.
 
Morì poco dopo per lesioni interne e per la perforazione dell'aorta.
 
L'attentato fu rivendicato dai "Compagni organizzati per il comunismo", tuttavia i colpevoli, tre persone all'interno di una Mini Minor, coperti da passamontagna, non vennero mai identificati.
 
Stefano era un ragazzo appassionato di moda, e stava costruendo il suo futuro, quando un attentato mosso dalle rivendicazioni che in quegli anni erano solite perpetrarsi ai danni dei militanti del MSI e del Fronte della Gioventù, ha stroncato la sua vita.
 
I funerali vennero celebrati a Tuscania. Era nato il 25 maggio del 1962 da genitori tuscanesi.
 
In ricordo di Stefano, martire dell'odio comunista.
 
Valentina Rinaldi.



3 commenti
Voto medio: 130.0/5
Stefano Silveri
2020-01-10 18:59:28
CARO STEFANO CECCHETTI RIPOSA IN PACE AMICO MIO
Mario
2020-01-10 20:26:32
Ho un bel ricordo di Stefano, ragazzo semplice pieno di vita, quando arrivava a Tuscania ci vedevamo spesso e condividevamo diversi interessi. La sua morte ha lasciato un vuoto enorme. Lo penso spesso e lo immagino oggi, sicuramente ancora avvolto neri suoi sogni. Un abbraccio forte ai suoi cari, che non hanno mai avuto giustizia.
Christian
2020-01-11 16:24:58
Non entro nel merito di questioni politiche che non ho neanche vissuto, ma questo articolo mi colpisce molto. Spesso si leggono questi nomi sulle targhe senza soffermarci troppo a pensare, e invece ogni tanto serve farlo. Stefano Cecchetti è stato uno dei tanti ragazzi, purtroppo, vittime della barbarie politica di un certo periodo storico. Siano stati "fascisti" o "comunisti" poco importa, quello che importa è che sono morti per degli ideali in cui credevano...
La violenza fa sempre schifo, di qualunque colore sia!
Grazie Valentina per aver ricordato questo ragazzo tuscanese di cui ormai quasi nessuno vede più il nome su quella targa un poco nascosta.

Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu