● - ENNESIMA IDIOZIA SULLA SICUREZZA?. di Renato Bagnoli. - Succede a Tuscania - Toscanella - 2019

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

● - ENNESIMA IDIOZIA SULLA SICUREZZA?. di Renato Bagnoli.

Pubblicato da in Renato Bagnoli ·


Sempre più spesso i ragazzi, anche quelli considerati “normali”, ossia che non manifestano segni evidenti di disagio, che vanno regolarmente a scuola, che fanno sport o che hanno una famiglia, possono mettere a rischio la propria incolumità per quelli che loro chiamano e vivono come giochi, anche attraverso la ricerca di selfie estremi, messi in atto fondamentalmente per sfidare se stessi e/o gli altri, spinti da un senso di onnipotenza, che li porta a volte anche a superare il limite del limite fino a farsi male e a perdere la vita.
 
In quel momento ricercano la sensazione forte, non la morte che per loro è una variabile che non prendono in considerazione, non può accadere a loro, vogliono semplicemente vivere il brivido, la sensazione. Diventa un affrontare le proprie paure spingendosi a volte sempre un pochino più in là, dimostrarsi e dimostrare di essere “grandi”, perché ai bambini viene sempre inculcato che “i grandi” non hanno paura mentre i piccoli e i fifoni sì.
 
 

Non mi risulta, fortunatamente, che nella nostra piccola città i giovani si sfidino tra loro con “giochi” estremi e pericolosi ma non dovremmo offrire loro neanche l’occasione come quella di lasciare aperta la porta che consente di salire sino in cima all’acquedotto comunale.
 
 
Basta scavalcare una recinzione alta meno di un metro e il “gioco” è fatto.
 
Me lo scrivo da solo così risparmio il disturbo a Obiettivo Comune 2.0: “ Ecco l’ennesima idiozia del noto fotoreporter Renato Bagnoli che cerca solo una sorta di apparente visibilità. Da buon cittadino avrebbe potuto fare la segnalazione direttamente all'ufficio competente e avremmo trovato una soluzione. Continuare a scrivere su quel sito, sostenitore della lista contro l'Amministrazione, dimostra la pochezza dei contenuti. La porta è già stata chiusa ieri”.

 



2 commenti
Voto medio: 123.0/5
Giuseppe Catalini
2019-06-16 17:10:44
Strano che per 5 anni hanno "tirato diritto" incuranti delle segnalazioni dei cittadini e di chi all'opposizione, faceva notare molte criticità.
Si sono votati (avevano la maggioranza) tutte le cose che hanno voluto, compreso il piano d'emergenza che era stato criticato ed emendato da opposizione e cittadini.
Hanno preso in consegna, senza battere ciglio, i due dearsenificatori, incuranti delle osservazioni e dei suggerimenti che il M5S aveva fatto in commissione ed in consiglio.
Hanno poi deciso di spegnerli senza alcuna motivazione ufficiale, sempre in assoluta autonomia.
Si sono ripresentati con una squadra con i soliti attori principali e qualche comparsa, dichiarando di essere i migliori ed ottenendo il consenso elettorale.
Adesso che qualcuno fa notare cose evidenti e che dovrebbero avere la priorità su feste e multe stradali, rispondono con un invito a fare le segnalazioni agli uffici competenti.
Certi richiami io li leggo così: "Per favore non evidenziate le nostre incapacità, ma ditelo in modo discreto e riservato agli uffici (gli stessi che dovrebbero vigilare ed accorgersi per primi delle criticità!), e lasciate che il popolo di creduloni continui a credere che siamo i migliori".
La mia interpretazione è molto addolcita, e se invece dovessi prendere atto dei toni usati per certi richiami, potrei pensare ad altro.
Ma preferisco fare il finto tonto.
Almeno fino a quando lo vorrò fare.
Per ora noto che i toni e l'insofferenza per il dissenso, ricordano la stizza che certi capi popolo dimostravano per chi osava dissentire o criticare. Ma quei capi popolo appartengono ad un passato che non ha nulla a che vedere con la Democrazia, e semmai qualcuno volesse scimmiottali, reciterebbe una parte ridicola e grottesca, già archiviata dalla Storia.
Elena
2019-06-17 10:55:42
Capisco che "rode", e parecchio pure, essere colti in fallo. Al posto di questa amministrazione, anziché deridere il signor Bagnoli, lo avrei "sfruttato" come osservatore critico per poter risolvere al meglio le problematiche di Tuscania. Ma ve devo dì tutto io?

Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu