● - “A TUSCANIA C’È CHI VUOLE ENTRARE CON L’AUTO IN CHIESA, NEI BAR O NEI RISTORANTI” - Succede a Tuscania - Toscanella - 2018


Zodiac  
Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

● - “A TUSCANIA C’È CHI VUOLE ENTRARE CON L’AUTO IN CHIESA, NEI BAR O NEI RISTORANTI”

Pubblicato da in Dal Web ·
Fonte: TusciaWeb
 
Parcheggio selvaggio permanente nel centro storico.
 
Questa è la situazione che quotidianamente devono affrontare i residenti del centro storico di Tuscania. Grazie a chi viene da fuori le mura e vuole “entrare” in chiesa, nei ristoranti o nei bar con l’auto.
 
L’amministrazione continua a non vedere.
 
G.P.




12 commenti
Voto medio: 1123.0/5
Gigipica
2018-12-04 10:24:08
Voglio precisare che le iniziali G. P. dell'articolo, non sono riferite a me, non sono stato io a segnalare l'articolo su TusciaWeb anche se condivido questa segnalazione che non riguarda solo il centro storico ma anche la periferia.
Per quanto riguarda il centro storico, secondo me, i parcheggi erano meglio prima quando c'erano dei posti assegnati esclusivamente ai residenti, dove chi abitava fuori non poteva parcheggiare.
Romolo
2018-12-04 19:09:40
Qualche anno fa c'era qualcuno che faceva contravvenzioni a chi non rispettava i l codice della strada e le regole comunali, ma
quelle persone sono state mandate via. l'Amministrazione comunale vuole che per le strade di Tuscania ci sia il caos, non solo nel centro storico, ma anche nelle periferie. Ieri sono passato con l'auto nella via centrale della Gescal, le auto erano parcheggiate
su ambo i lati, non si poteva transitare . Tutto ciò accade in quasi tutte le altre strade . Ora che si avvicinano le elezioni la circola-
zione delle autovetture sarà più pericolosa, perché nessuno vorrà inimicarsi gli automobilisti. Perché non si prendono decisioni
per creare ordine per la circolazione stradale? Perché non sono capaci. Ieri ero a Viterbo e stavo leggendo il programma del Teatro Comunale di Tuscania e alla fine c'era scritto: Teatro Comunale di Tuscania " Il Rivellino Veriano Luchetti ". Dopo tutte
le discussioni fatte e rifatte nei Consigli Comunali ancora non sono in grado di dare un nome certo al Teatro di Tuscania .
Come potete pensare di risolvere il problema della circolazione stradale ?

mark
2018-12-04 21:00:09
Volevo segnalare i posti in cui è impossibile che qualcuno non veda niente e non ptenda provvedimenti:1) bar pietrucci alla gescal....macchine parcheggiate in entrambi i lati 2)palestra vicino al mercatissimo.....impossibile passare tra un po anche a piedi....e a pochi passsi c'è un parcheggio vuoto 3) via canino ....tutta 4)via tarquinia nei pressi del bar l espressino....macchine e camion parcheggiati anche sul marciapiede...infatti i paletti messi sui marciapiedi sono tutti rotti o piegati....5)la rotatoria in via trieste....gente che prende il caffè e parcheggia sulla rotatoria....
Mi fermo...continuate voi...
Baldo
2018-12-05 08:39:24
Chi lo dice che gli elettori sono più civili degli eletti ?

Valeria Agliolo Quartalaro
2018-12-05 12:06:37
A proposito dell'articolo A TUSCANIA C’È CHI VUOLE ENTRARE CON L’AUTO IN CHIESA, NEI BAR O NEI RISTORANTI”, vorrei precisare che il problema dei parcheggi nel centro storico è causato per una scelta politica sbagliata di avere dato il bollino a pagamento a tutti i cittadini residenti a Tuscania e anche ai non residenti invece di darlo solo esclusivamente a chi abita nel centro storico che ne avrebbero diritto a titolo gratuito. Vorrei ricordare inoltre che i parcheggi sono pubblici, anche perchè sono stati già pagati attraverso gli oneri concessori di urbanizzazione da parte dei cittadini. Quindi è incostituzionale la speculazione da parte del comune attraverso le strisce blu per fare cassa. In un paese civile gli stessi cittadini vorrebbero la vie principali del centro storico pedonali per dare la possibilità alle persone di passeggiare in tranquillità.
kuiper van oort
2018-12-05 15:16:00
Con riferimento a quanto giustamente segnalato e commentato, io ritengo che il problema principale sia da attribuire a noi cittadini. In quanto causa dei comportamenti più disparati. E' oramai prassi comune, parcheggiare senza aver cura di nulla e di nessuno. L'importante è che si arrivi a destinazione il più vicino possibile con l'auto. I divieti, le righe pedonali, gli spazi in concessione ai disabili, gli scivoli (pochi) per i disabili e quant'altro, sembrano aree destinate a parcheggio. Abito nel centro storico, è incredibile quanto avviene, qualche volta ho trovato auto che impedivano praticamente l'uscita da casa, gli sazi di manovra nulli. L'inciviltà regna e chi si comporta così è uno di noi. La sera si torna dal lavoro ed si fà fatica parcheggiare a 100-150 mt da casa, fà male alla salute percorrere a piedi questo sfiancante tratto di strada . No bisogna arrivare sotto il portone a tutti i costi ed a prescindere da tutto e da tutti. Conosco personalmente persone che abitano in via Roma e zone limotrofe che per andare a lavorare in Comune o alla ASL, prendono l'auto. Per andare a comprare il pane prendono l'auto. Ci sono amico, chiedo spiegazioni, non ne hanno (e non ci sono, a parte rare eccezioni...). Il tutto è comunque generalizzato in tutta Tuscania basta fare un giro. Qui poi subentra l'inerzia assoluta della nostra cara Amministrazione, che nulla fà. Guarda, attende l'inizio dell'anno per incassare qualche €uro dai permessi di parcheggio, da chi paga per le strisce blù (altro tema scottante) ed attende inerme le elezioni. Fare cassa con le multe è eticamente esecrabile, fare multe per impartire piccole lezioni di civiltà è etico e sopratutto a norma di legge. Ma non è elettoralmente vantaggioso. Si provi a fare un giro nel centro storico il sabato sera, tutti parcheggiati, che senso ha fare e pagare un permesso, quando poi nessuno controlla che chi sia parcheggiato ne abbia diritto; che chi è parcheggiato sia comunque all'interno degli spazi consentiti e permesso o meno, abbia lasciato l'auto dove meglio gli veniva comodo. Che dire, una amministrazione lungimirante dovrebbe fare un piccolo piano parcheggi. Un piano viabilità. Un piano di controlli e multare che infrange le regole se no che senso ha. L'educazione civica non è di questo paese e deve essere insegnata a chi non la conosce. Il paese è piccolo non ci sarebbero grossi problemi se ci fosse un minimo di interesse. Le elezioni sono vicine, vediamo se qualcuno prevederà nei vari proclami qualcosa in merito (ogni promessa è debito, vale anche per la politica, anche se non sembrerebbe). Un saluto a tutti
Baldo
2018-12-05 17:49:24
Se un giorno un pazzo dovesse decidersi a far rispettare un minimo di regole sulla viabilità a tuscania una folla inferocita lo cospargerebbe di pece per poi impiumarlo.



p.s.
solo a me il dottore ha detto che devo camminare. A tutti gli altri ha dato la pasticca.
Gigipica
2018-12-05 17:51:09
Sono contento che alcuni cittadini cominciano a prendere coscienza di come vanno le cose in un centro storico unico in Italia che dovrebbe essere trattato come un gioiello invece è trattato come una patacca, ormai è inverno e non si parla più di eventi canori che non fanno dormire la gente perbene altrimenti c’era altra carne sul fuoco.
Gli abitanti del centro storico sono penalizzati. Punto. E le cose sono peggiorate notevolmente con questa amministrazione. Aripunto.
Giuseppe Catalini
2018-12-06 08:07:52
Quando l'Amministrazione Bartolacci, all'inizio del mandato, fece questo piano parcheggi, gli fu fatto notare che prima di questo occorreva fare un serio progetto della viabilità.
Un progetto che tenesse conto della sicurezza, dell'inquinamento, delle esigenze dei cittadini e del territorio. Un piano che avesse come oggetto il decoro di un territorio e di un patrimonio artistico e naturale, di immenso valore.
La maggioranza andò diritta per la sua strada, collezionando continue correzioni e mettendo pezze ad un piano parcheggi che non teneva conto delle percentuali di posti non a pagamento e di quelli per i disabili.
Se a questo aggiungiamo la selvaggia concessione di spazi, che proprio per essere stata fatta senza criteri, impedisce anche il transito di mezzi di soccorso, il cerchio si chiude.
È ancora non viene messo in progetto il piano della viabilità, che pure è previsto dalle norme in vigore in Italia.
Siamo in presenza di ignoranza o di semplice (non) volontà politica?
Olmo
2018-12-07 08:17:44
Via Roma chiusa al traffico funzionava. Ora è di nuovo un casino. Non capisco perché sia stata aperta alle auto nuovamente. Un passo avanti e tre indietro. Il resto del centro storico è un delirio.
Cencio
2018-12-07 20:20:50
Ma io vorrei rispondere ad Olmo, non so e forse non so , ma a me non risulta che via Roma sia stata chiusa al traffico permanente con qualche ordinanza da parte dell'amministrazione comunale, ma la cosa che ha me risulta è stata solamente durante il periodo estivo, non capisco il significato del suo commento che nonostante tutto concordo, tutto il centro storico è diventato un farwest e dove vai all'interno del centro storico trovi macchine parcheggiate nei modi più inverosimili, dico così perchè all'interno del centro storico oltre a tante famiglie tuscanesi ci abitano tante persone anziane tuscanesi anche loro che se hanno un malore e chiamano il 118 a volte non sa dove passare per via delle macchine parcheggiate, allora secondo me fece bene l'amministrazione Natali a dare il permesso di parcheggio hai soli residenti del centro storico, ma ha quanto ricordo non è servito a nulla perchè il problema persisteva ancora e quindi a parere mio con tutte le amministrazioni comunali che ci sono state il problema c'è sempre stato e sempre ci sarà secondo me il vero problema siamo noi TUSCANESI che se avessimo la possibilità di entrare nel bagno della nostra casa con la macchina ci si entrerebbe anche per fare una solenne pisciata, questo è quello che penso, con questo non voglio lanciare una freccia a favore di questa amministrazione ,(IN QUESTI ANNI NON HA FATTO NIENTE E PIU' NIENTE FARA')ma ben si siamo noi tuscanasi che dobbiamo cambiare mentalità perchè se no può venire qualsiasi sindaco con la sua amministrazione con tantissime promesse per il paese e i suoi concittadini ma se noi concittadini non cominciamo a cambiare idea sui parcheggi, quando entrerà e se entrerà la RACCOLTA DIFFERENZIATA, allora posso dire che siamo a buon punto, ma se non ci riusciamo dobbiamo fare mia culpa e rimarremo sempre il paese fanalino di coda dell provincia, quando qualcuno con i suoi dodici anni da sindaco a Tuscania a portato il paese al fior fiore della provincia e forse nazionale, sapete bene di chi parlo e lo dico pure non mi vergogno parlo del signor Regino Brachetti.Perciò cari concittadini le votazioni si avvicinano perchè non cominciare a fare qualche pensiero di cambiamento. Saluti a tutti chi leggerà questo commento.
Olmo
2018-12-08 06:14:24
Cencio io sapevo che via Roma doveva essere chiusa al traffico permanentemente, poi una mattina è stata fatta una riunione in comune con esercenti e abitanti di via Roma perché pare, e parlo sempre per sentito dire, alcuni esercenti abbiano protestato perché la chiusura della via limitasse i loro guadagni. Ora se così fosse non credo che la gente entri in negozio a comprare o consumare e non credo che 100 metri a piedi determinino il crollo economico di un' impresa. Forse potrebbe approfondire megluo qualcuno di quelli che a questa riunione ha partecipato.
Per quanto riguarda i tuscanesi, da tuscanesi dico che siamo un popolo di incivili rispetto ad altre realtà urbane, ma la colpa non è nostra, la colpa è in primis di chi non ci fa il culo a strisce ogni volta che parcheggiamo a cazzo di cane o senza bollino, ogni volta che non raccogliamo la cacca del cane, quando scriviamo sul muro a San Pinocchio o facciamo bordello alle due di notte, ogni volta che buttiamo la monnezza fuori il cancello del monnezzaro...

Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu