● - RACCOLTA DIFFERENZIATA: SILENZI E SPRECHI DI UNA GIUNTA CHE NON SI DIFFERENZIA DAL PASSATO - Succede a Tuscania - Toscanella - 2017


Zodiac  


Citazione spirituale

LIBRERIADELSANTO.IT

 LIBRERIADELSANTO.IT
Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

● - RACCOLTA DIFFERENZIATA: SILENZI E SPRECHI DI UNA GIUNTA CHE NON SI DIFFERENZIA DAL PASSATO

Pubblicato da in Blog Toscanella ·

 
Ricevo dal M5S di Tuscania e pubblico nel mio blog:
 
Torniamo ad occuparci di raccolta differenziata per sottolineare, qualora ce ne fosse il bisogno, il totale immobilismo di un’amministrazione che in tre anni è stata solo in grado di bloccare il progetto della precedente amministrazione, peraltro approvato anche con i voti dei componenti dell'attuale maggioranza.
 
Era infatti fine 2013, quando fu approvato all’unanimità il progetto di raccolta differenziata votato favorevolmente da 3 componenti dell’attuale amministrazione (Ciccioli, Liberati, Tuccini).
 
Da quel voto ne è passata di acqua sotto i ponti, visto che gli stessi 3 componenti hanno diametralmente cambiato idea bloccando sul nascere quel progetto in fase pressoché di gara nonostante le decine di migliaia di euro arrivate dalla provincia per l’acquisto del materiale che da oltre 5 anni si trova inutilizzato nei depositi degli impianti sportivi.
 
Sottolavelli areati, sacchi biodegradabili, mastelli e contenitori per la raccolta di oli esausti sui quali presentammo un’interrogazione scritta a settembre 2015 e alla quale la Giunta non ha dato alcuna risposta! Ma ai silenzi e agli sprechi di anni di mala amministrazione si aggiunge anche la beffa! Infatti con la determina n° 230 del 21/04/2017 l’amministrazione comunale ha dato l’incarico, con il consueto metodo dell’affidamento diretto, ad un professionista di Roma per la redazione di un nuovo progetto di raccolta differenziata. Una spesa di ben 15.000 € che si somma ai soldi spesi in passato per il progetto approvato nel 2013 e poi sepolto dall’attuale Giunta. Ricordiamo infatti che il precedente professionista nominato aveva avuto un incarico da quasi 9mila €! Un progetto redatto pagato e lasciato nel cassetto per ripartire di nuovo da zero e spendere altri soldini!
 
Ma leggendo quella determina altri aspetti ci preoccupano per il futuro. Infatti leggiamo che il sistema prescelto da questa Giunta è quello delle isole di prossimità, che sono dei siti in cui vengono disposti i contenitori nei quali i cittadini devono conferire i rifiuti differenziati, e che inoltre la gestione verrà esternalizzata a ditta esterna. Se da come si legge sarà questo il metodo utilizzato possiamo ben comprendere sia come non si sia presa nota delle nostre proposte presentate ad ottobre 2016, che tra le tante cose optavano per un sistema di raccolta porta a porta esteso ed internalizzato, sia che non si è voluto neanche ascoltare quelle che sono le linee guida della Regione Lazio in materia.
 
Non siamo certo solo noi 5stelle a indicare i sistemi virtuosi, comprovati e ben funzionanti, per l'ottenimento di un’elevata percentuale di differenziazione dei rifiuti. Le direttive della Regione Lazio specificano infatti come la raccolta attraverso le isole di prossimità abbia notevoli svantaggi per la cittadinanza e per la buona riuscita della stessa raccolta a causa del basso coinvolgimento e responsabilizzazione del cittadino, per la possibilità di conferimento improprio (rifiuti differenziati erroneamente) abbinata alla impossibilità di un controllo e misurazione delle quantità conferite che porta ad attestare il livello di differenziata raggiungibile al 30-35% con punte del 50%.
 
E ricordiamo che in base al Dlgs 152/2006 il Comune di Tuscania è inadempiente dal 2012! Anno in cui doveva aver raggiunto il 65% di quantità di rifiuti differenziata.
 
In tutto questo la maggioranza attuale cosa farà? Consigliamo un’attenta lettura delle disposizioni regionali piuttosto che l'affaccendarsi nelle uniche inaugurazioni che le riescono: le targhe toponomastiche!
 



17 commenti
Voto medio: 1174.3/5
Patrizia Terenzi
2017-05-16 13:42:57
Pienamente d'accordo
ultimo
2017-05-16 21:13:12
Finora abbiamo letto, visto e sentito solo i proclami di Potestio e del Sindico.
Cittadino
2017-05-16 23:57:39
L'arsenico, la differenziata e tutti gli altri problemi irrisolti serviranno probabilmente agli attuali consiglieri di maggioranza per fare la prossima campagna elettorale 😉 Scommettiamo?
Cittadina
2017-05-17 08:24:21
Ottimo articolo di natura politica... Ormai il movimento è diventato un Partito politico!
Si spara cosa a caso.... la presentazione del progetto fatta dall'ex assessore Potestio era chairo con le isole ecologiche tecnologicamente avanzate.
Ora si spara ab casum su tutto e sopratutto il partito che ha reso Roma una latrina! (e qui diranno che si parla di problematiche non inerenti il paese)
kuiper van oort
2017-05-17 10:46:33
E’ mia personale opinione, che la raccolta differenziata sia da tempo necessaria: per fini ambientalistici; per fini di recupero ove possibile tramite riciclo, di materiali che per la loro produzione intaccano le risorse del nostro pianeta (alberi per la carta, miniere per i metalli, petrolio per le plastiche, ecc); per motivi economici, in quanto è probabile che il costo della differenziata, forse o per lo meno all’inizio, è maggiore a quella dello smaltimento classico, ma se ben gestito, può portare a risparmi diretti anche per i cittadini in tempi abbastanza brevi e se brave sono le amministrazioni che debbono gestire il servizio; perché oggi le discariche classiche, come da tempo si constata non le vuole più nessuno, nel proprio territorio ovviamente, ma se non si possono fare discariche, l’unica soluzione è riciclare il più possibile. Si può fare, si può arrivare ad alte percentuali di raccolta ed i residui non riciclabili avviarli a smaltimenti specifici.
Qui entra in gioco la politica: deve prendere decisioni, nette. Decidere se andare verso il futuro o rimanere ancorati a realtà oramai passate. Il bravo politico, a mio modesto parere, deve essere in grado di prendere decisioni, motivandole fin nei punti più critici, avendo il coraggio di capire cosa è meglio per i cittadini e per il territorio nel quale vive lui, ma anche i propri figli e magari nipoti.
Non comprendo cosa stiano facendo, oggi i nostri politici, non conosco bene, cosa hanno fatto le amministrazioni precedenti, in merito alla raccolta differenziata, constato che i rifiuti vengono smaltiti in maniera tradizionale e che è presente una “isola Ecologica” in via dell’Olivo che definirla tale mi sembra un offesa per le vere Isole Ecologiche, è esclusivamente un deposito di rifiuti di vario genere, senza misure di sicurezza alcuna, senza che si capisca come funziona e come viene gestita, o per lo meno io non lo ho capito, ma potrei anche sbagliarmi.
Ritengo, a mio parere, che avviare un progetto di raccolta differenziata, abbia a monte uno studio di fattibilità, un computo economico delle risorse necessarie e disponibili, che abbia una proiezione economica per molti anni in avanti, che si sappia come e dove smaltire, compreso le frazioni non riciclabili, che sia stato studiato un piano di comunicazione per cittadinanza, ecc. Un progetto rivolto alla sua realizzazione e non solo a fare: propaganda politica, far guadagnare qualcuno con affidamenti di vario genere, od altro. Probabilmente tutto ciò è stato fatto e le mie sono solo illazioni per ignoranza, magari, in quanto da semplice cittadino di Tuscania non mi sono adeguatamente informato, magari fosse così……
Gigi Pica
2017-05-17 16:25:55
Per la (cosiddetta) CITTADINA: Grazie a Dio che qualcuno fa politica e non fa inciuci.... ed è presente sempre nella vita amministrativa di Tuscania, cosa mai successa finora.

I fatti sono fatti e le chiacchiere sono chiacchiere, sono passati 3 anni e di raccolta differenziata.... neanche la puzza...!! Proclami... video... selfie... ma la MONNEZZA la buttiamo come tre anni fa.
Io non sono d'accordo con il M5S, perché io da tempo sarei sceso in piazza per molte ragioni. Ma io non sono il M5S.

E smettetela con questa solfa della RAGGI e di ROMA... tra destra e sinistra vi siete mangiati pure Giulio Cesare e adesso pretendete che un sindaco grillino faccia i miracoli che voi non siete stati capaci di fare in mezzo secolo..!!!

Meno selfie... meno inaugurazioni... e più azioni....
Renato
2017-05-17 16:31:14
Diceva De Gasperi che il politico pensa alle prossime elezioni mentre lo statista pensa alle prossime generazioni. E la mancata differenziata sarà un grandissimo problema per i giovani tuscanesi.
Cittadina
2017-05-18 08:37:22
Caro Gigi, ritengo che prima di scrivere e sparare bisognerebbe capire e chiedere... non basta sventolare la bandiera della rivoluzione per essere rivoluzionari e ribaltare il sistema.
Smetterla con la solfa della Raggi?... Bè tu dici di smetterla e parli della vecchia politica che si è mangiata tutto... Allora perchè non smetterla di parlare della vecchia politica? Anche Obama e Macron fanno parte di partiti politici che esistono da molto tempo eppure nessuno ha mai detto che fanno parte della vecchia politica... anzi...

Per Renato.. Hai ragione a citare De Gasperi grande uomo politico e vero statista. In quei tempi si sapeva fare politica e gente come Di Maio, Berlusconi, Renzi, veline e comparse non sarebbero mai entrata in parlamento!
Lupus
2017-05-18 19:48:07
Ovviamente c'è chi parla di quello che alcuni organi di stampa scrivono su Roma, per alimentare una polemica inconcludente e nemmeno attinente ai problemi di Tuscania, e per distogliere l'attenzione dalle responsabilità di questa maggioranza.

Ovviamente c'è chi dice che il Movimento 5 Stelle spara "ab casum su tutto", come se invece ci fosse solo da battere le mani per i selfie durante fiere ed inaugurazioni.

Ovviamente c'è chi ricorda i proclami dell'Assessore competente, riguardo ad un fantomatico progetto (che però ancora non vede la luce!), e che non è mai stato presentato ufficialmente nelle sedi previste.

A noi tuscanesi resta la consapevolezza di non avere una raccolta differenziata, e la colpa non la possiamo certo attribuire a chi, dall'opposizione, da anni cerca di denunciare lo stato delle cose e cerca di stimolare le azioni che la maggioranza avrebbe dovuto compiere per proprio conto.
Io credo che un'Amministrazione che ha avuto anni per adottare le misure idonee per soddisfare le direttive nazionali e comunitarie, dovrebbe vergognarsi, difronte a certe denunce politiche. E cominciare a muoversi, prima che possano arrivare rilievi e sanzioni.
E' chiaro che le responsabilità di oggi poggiano su quelle degli anni e delle amministrazioni precedenti, che non hanno nemmeno accennato a risolvere il problema. Ma questa non può essere una scusante.
Alle precedenti amministrazioni ed a quella attuale andrebbe chiesto perché i materiali forniti dall'amministrazione provinciale, per la raccolta degli oli usati presso le abitazioni, sono stati accatastati in modo improprio, e lasciati deperire, con uno spreco di denaro pubblico.
Andrebbe chiesto perché i cittadini di Tuscania sono obbligati ad inquinare l'ambiente, buttando gli oli usati in cucina, negli scarichi domestici, invece di essere messi in condizione di comportarsi come si usa nei paesi civili.

Oltre al danno anche la beffa!
Qualcuno scrive che l'assessore aveva presentato un progetto completo di "isole ecologiche tecnologicamente avanzate" (progetto che però è rimasto nel libro dei sogni dell'assessore e della giunta Bartolacci!), ma adesso la stessa Giunta che orgogliosamente si vantava di avere ideato una raccolta differenziata perfetta, affida ad un professionista la redazione di un nuovo progetto!
E lo fa alla modica cifra di 15 mila Euro!
"E io pago!", diceva Totò.

Qualcuno ha mentito.
O ci hanno preso in giro dicendo che la raccolta differenziata era pronta e che mancavano solo alcuni adempimenti burocratici, o ci mentono ora. Ci vorrebbero far credere che occorre dare un mandato (affidamento diretto) ad un professionista, per redigere un progetto che invece basterebbe copiare da qualsiasi altro comune che fa la differenziata, oppure che potrebbe uscire da opportuni adattamenti di quello già pagato dal nostro comune.

Su questo credo che la giunta Bartolacci dovrebbe dare risposte e prendersi le sue responsabilità.
Tanto per dire
2017-05-19 17:24:53
Tanto per dire a proposito del progetto presentato dall'Assessore POTESTIO (di cui parla nel post CITTADINA)che fine ha fatto?
Ma poi quale progetto è?
Perchè in questi 3 anni abbiamo visto presentazioni sui social di vari progetti sulla raccolta differenziata ma nessuno realmente realizzato.
L'unico atto che l'assessore realizza puntualmente è quello di incassare l'INDENNITA' mensile per la carica che ricopre.
E se non vado errato fino ad oggi siamo arrivati ad € 40.000,00 circa.
Quindi, sparando cose a caso ( come dice CITTADINA ) di isole tecnologicamente avanzate sapete quante se ne comprano con € 40.000,00?
Renato
2017-05-20 13:38:04
@Lupus: ti lamenti, giustamente, dei 15000 euro spesi per un progetto che "si sarebbe potuto copiare" ma nessuno che dica qualcosa circa il Piano di emergenza comunale di Protezione Civile. Un documento del costo di 10000 euro che giace da qualche parte del sito istituzionale del Comune, inutilizzabile per i numerosi errori e incongruenze. Come mai l'opposizione non si è ancora espressa riguardo ad un documento la cui importanza è superiore anche alla raccolta differenziata? È un elaborato che dovrebbe tutelare la popolazione da un eventuale sisma o altra calamità. Il primo obbligo di ogni primo cittadino è quello di dotarsi di un piano di emergenza che possa funzionare e che sia messo alla conoscenza di ogni cittadino. A poco serve "chiudere la stalla una volta che i buoi sono scappati!".
Lupus
2017-05-21 12:41:13
Come dice Renato, mi "lamento" per una spesa che va ad aggiungersi ad una precedente e che ancora non ha dato alcun risultato.
Mi lamento per una raccolta differenziata ancora non messa in atto, ma che ad ogni inconcludente Amministrazione, sembra lecito foraggiare con denaro pubblico, forse solo per dare fumo negli occhi e temporeggiare.
Mi lamento per le portate in giro di assessori e maggioranza che hanno affermato con proclami e video, l'imminente messa in opera della differenziata, per anni.

Su altri temi che Renato ricorda, non credo che le inadempienze di questa Amministrazione siano ignorate da chi di dovere.

Purtroppo in Italia i tempi per certe faccende sono lunghi e determinate situazioni non si risolvono sulle colonne dei giornali o su un blog locale, ma comunque hanno altre sedi e procedure.

Non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire, e credo sia ormai evidente che questa maggioranza badi a "tirare diritto" secondo proprie convinzioni e incurante delle proposte e dei suggerimenti che pure le sono arrivati.
Se qualcuno ha la pazienza di andare a ritrovare i passaggi di quello che è stata l'approvazione del piano di emergenza, non avrà dubbi sui criteri e sulle modalità che sono stati adottati. Criteri ispirati alla fretta ed all'approssimazione, e modalità che non hanno lasciato spazio ad una partecipazione ampia.
Non credo che articoli di stampa o interventi sul blog possano far ragionare chi è stato irremovibile nelle sue decisioni ed ha anche votato in modo approssimativo ed inconsapevole, un piano durante un consiglio comunale di cui chiunque può andare a vedere le registrazioni.

Resta la condivisibile amarezza di Renato, che ricorda a tutti noi che, nella malaugurata ipotesi di evento calamitoso, Tuscania ed i tuscanesi si troverebbero assolutamente impreparati ad affrontarla, pur avendo pagato una cifra considerevole per un piano che altro non è che una risma di carta praticamente inutile!
Renato
2017-05-21 19:44:57
Probabilmente se qualche amministratore dovesse leggere questi commenti si farà 4 risate pensando al fatto che il piano di emergenza è pagato per la maggior parte dal Dipartimento della Protezione civile. Ma c'è poco da ridere se pensiamo che nessuno, neanche il DPC, verifica quanto contenuto nei piani di emergenza finanziandoli, senza battere ciglio, a "scatola chiusa". Se la protezione civile lavora davvero in questo modo è destinata a fallire.
Gigi Pica
2017-05-21 20:37:06
Caro RENATO, non ho ragioni per dubitare di quello che dici, ma quello che dici mi sembra importante e forse se ne dovrebbe fare carico l'opposizione.
2017-05-21 22:19:37
Ci fa piacere che qualcuno si interessi al Piano di Protezione Civile. Informiamo che attraverso il ns portavoce abbiamo presentato apposita interrogazione comunale quasi 4 mesi fa e che ad oggi l'amministrazione Bartolacci non si è degnata di dare alcuna risposta alla cittadinanza. Potete leggere l'interrogazione QUI
Gigi Pica
2017-05-22 08:57:21
Non conoscevo l'intervento del M5S a proposito del Piano di Protezione Civile, confermo quello che dico spesso nei miei commenti che il M5S di Tuscania fa un'opposizione seria, propositiva e costruttiva come non si è mai vista nella vita consigliare degli anni passati.
A questo punto ci domandiamo gli altri quattro consiglieri di minoranza che fine hanno fatto, dato che da tempo non si ha sentore della loro presenza.
Renato
2017-05-22 14:40:29
La mancata risposta all'interrogazione dei pentastellati mette in evidenza quale sia l'interesse dell'amministrazione comunale ad un argomento di interesse vitale per tutta la popolazione. Ma il responsabile dell'ufficio tecnico, che ha espresso parere favorevole e permesso che il piano venisse approvato dalla maggioranza, come ha potuto avvallare quanto invece contestato nell'interrogazione? Perchè costui non risponde a quanto chiesto? E' un diritto di tutti i cittadini sapere se il nostro piano di emergenza è in linea con le normative, se la sua pianificazione è dettagliata e soprattutto se può funzionare a seguito di una eventuale calamità. E ancora, tutti coloro che dovranno gestire l'emergenza pensano di essere all'altezza dei loro compiti?
A titolo esemplificativo la Signora Pucciotti è responsabile delle funzioni di supporto quali: sanità, assistenza sociale, veterinaria e organizzazioni di volontariato. Fra i suoi numerosissimi compiti è previsto: garantire il raccordo con le strutture sanitarie regionali, il sistema 118 e la funzione di supporto omologa dell’eventuale C.O.M. di riferimento. Dovrà inoltre garantire ogni azione tesa al mantenimento di adeguati standard igienico-sanitari nei campi di accoglienza. Altro compito fondamentale sarà quello di coordinare e armonizzare ogni forma di intervento sanitario e psico sociale nel territorio di competenza, garantendo uno standard unico e un costante flusso di informazioni. Dovrà, inoltre, garantire la presenza del volontariato, la sua efficienza operativa e il disbrigo di tutte le pratiche previste. In situazione ordinaria la struttura alla quale è demandata la gestione della funzione volontariato, si farà carico di promuovere ogni azione utile al mantenimento dell’efficienza dei gruppi locali tramite l’organizzazione di esercitazioni, di incontri formativi e l’adesione a progetti per l’implementazione delle dotazioni di mezzi e materiali. Il compito principale è comunque quello di armonizzare le attività del volontariato con le esigenze di pianificazione e gestione delle emergenze del Comune.
Come può questa signora, che così gentilmente si è prestata a fornire la sua collaborazione, gestire e coordinare attività che sono specifiche di un medico e di un esperto nel campo della protezione civile? Si può affidare un incarico così delicato ad una persona che di sanità, disabilità e veterinaria probabilmente non ne sa proprio niente? Il buon senso consiglierebbe di affidarsi ad un medico e di provata esperienza. E dire che tra gli assessori c'è proprio un medico di tale spessore. Non conosco la signora Pucciotti, se non di vista, ma la stimo molto solo per il fatto di essere stata l’unica responsabile di funzione di supporto che ha accettato ad inserire, nel piano di emergenza, il suo numero di telefono cellulare ai fini della reperibilità cosa che nessuno di tutti gli altri, (uomini, responsabili di funzione) ha permesso e che quindi, probabilmente, non potranno mai essere attivati in caso di emergenza.

Vorrei però farle una domanda: “Gentile signora, pensa di essere all’altezza di un incarico così importante e di così grande responsabilità?”.

Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu