● – IL MAESTRO GOFFREDO ORIOLESI IN ARTE RICCIOTTO. di Fiorenzo de Stefanis - Succede a Tuscania - Toscanella - 2021

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

● – IL MAESTRO GOFFREDO ORIOLESI IN ARTE RICCIOTTO. di Fiorenzo de Stefanis

Pubblicato da in Blog Toscanella ·

Goffredo Oriolesi detto Ricciotto (1905 - 1988 - ultimo a destra con la chitarra) è stato il mio primo maestro di musica. Un maestro dal carattere spigoloso ma tanto paziente.
 
Ho sempre cercato di capire come fosse possibile che una persona di umili origini, autodidatta, di professione “selciarolo” (pavimentatore da esterni), conoscesse e applicasse a menadito tutte le regole del setticlavio.
 


In estrema sintesi il setticlavio è la serie delle sette chiavi musicali che rappresentano l'altezza delle note sul pentagramma (chiave di violino, di soprano, di mezzosoprano, di contralto, di tenore, di baritono e di basso).
 
Praticamente Ricciotto era in grado di scrivere e trasportare la musica per tutte le tonalità degli strumenti della banda musicale. Una volta per il clarinetto mi ha “trasportato” un brano musicale adattandolo dalla partitura di un flicorno tenore. In quella occasione ho ricevuto il pentagramma scritto a mano (come sempre) con una grafia precisa e pulita in due minuti. Una sapienza della teoria musicale incredibile. Suonatore di chitarra ha sempre suonato nelle feste locali e con gli amici musicisti all’osteria. Ricciotto in gioventù è stato anche una persona che ha pagato a caro prezzo il coraggio delle proprie idee. Antifascista è stato mandato al confine ad Eboli dove (sembra) abbia anche incontrato Carlo Levi che lo avrebbe elogiato per la bravura nel suonare la chitarra. Goffredo Oriolesi per molti anni ha portato avanti la scuola di musica della banda musicale di Tuscania, insegnando la teoria musicale a decine e decine di ragazzi, alcuni dei quali ancora oggi suonano nella banda “Raffaele Eusepi”. Una vita dedicata alla musica e agli allievi che nessuno gli ha mai neanche sommessamente riconosciuto.


 
Nelle foto: La scuola di musica degli anni 60, Ricciotto con i musicanti all'osteria, uno spartito scritto di suo pugno



2 commenti
Fabiano
2022-01-03 10:26:57
Il Manoscritto si sviluppa sulla scia de "o surdato 'nnammurato"...
Lamberto Di Francesco
2022-01-03 12:48:04
Penso sia doveroso da parte mia e di chiunque mettere in luce la sua capacità di dialogo con i più giovani e la capacità di aiutare a comprendere nozioni musicali con un gesto e due parole. Molte persone a lui debbono serenità e comprensione.

Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu