● - IN QUARANTENA LE SUORE DEL MONASTERO DI TUSCANIA. di Raffaele Strocchia. - Succede a Tuscania - Toscanella - 2021

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

● - IN QUARANTENA LE SUORE DEL MONASTERO DI TUSCANIA. di Raffaele Strocchia.

Pubblicato da in Dal Web ·

Fonte: TusciaWeb.eu
 
Coronavirus - Allerta in tre strutture della Tuscia che nei giorni scorsi hanno avuto contatti con le monache di Bagnoregio: si temono contagi.
 
Coronavirus, positivo a un primo tampone anche un collaboratore delle suore di Bagnoregio. Nel convento di San Francesco è divampato il più grande focolaio della Tuscia accertato finora: contagiate 105 monache su 114.
 
Massima allerta in altre tre strutture religiose della provincia, con le quali le consorelle avrebbero avuto contatti nei giorni scorsi, a partire dal monastero San Paolo di Tuscania. “Ho chiesto alle suore – fa sapere il sindaco Fabio Bartolacci – di mettersi in quarantena precauzionale”. Sono una settantina.
 
Tutto è iniziato martedì. “Un concittadino – ripercorre Bartolacci – è risultato positivo a un tampone fatto nella farmacia di Tuscania. Da lì abbiamo iniziato ad approfondire la situazione, che potrebbe rivelarsi complicata, perché l’uomo sostiene sia le attività delle nostre monache che di quelle di Bagnoregio, con una delle quali nei giorni scorsi ha avuto un contatto”. Sarebbe stata trasportata da un convento all’altro.
 
Mobilitata anche la Asl di Viterbo. “Insieme – spiega il primo cittadino – abbiamo concordato una serie di iniziative che hanno preso il via già ieri. In mattinata l’azienda sanitaria è entrata nella struttura per verificare le condizioni di salute delle suore e, in caso, stabilire come intervenire”. Sarebbero state rilevate delle sintomatologie che hanno reso necessaria l’esecuzione dei tamponi.
 
Il sindaco non nasconde “preoccupazione. Ma – aggiunge – è necessario aspettare i prossimi giorni per capire se la questione si aggrava o si ridimensiona. Stiamo già monitorando questa situazione, che è di assoluta emergenza, che abbiamo affrontato subito per non far esplodere eventuali contagi”.
 
Come le consorelle di Bagnoregio, anche quelle di Tuscania sono ora barricate nel proprio monastero. “Alla Croce Rossa – afferma Bartolacci – ho chiesto di aiutarle nel rifornirle di tutto ciò che è necessario. Ma mi appello anche ai cittadini e ai commercianti: facciamo partire una raccolta straordinaria di alimenti per le nostre monache”.
 
Delle tre strutture della Tuscia monitorate dopo il focolaio nel convento di Bagnoregio, ieri sono arrivati i risultati dei tamponi eseguiti sulle religiose di Celleno. Fortunatamente, al momento, ne sono risultate positive solo due su venti circa. Ma la paura dei contagi non è finita.
 
Raffaele Strocchia



Nessun commento

Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu