• - IMPIANTO FOTOVOLTAICO PIAN DI VICO: QUESTE LE CARTE !! a cura del M5S di Tuscania. - Succede a Tuscania - Toscanella - 2019


Zodiac  
Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

• - IMPIANTO FOTOVOLTAICO PIAN DI VICO: QUESTE LE CARTE !! a cura del M5S di Tuscania.

Pubblicato da in Blog Toscanella ·
Il 18 gennaio scorso nell'albo pretorio è stato pubblicato l': "AVVISO DI AVVIO DEL PROCEDIMENTO DI VINCOLO PREORDINATO ALL'ESPROPRIO PER LA REALIZZAZIONE DELLE OPERE DI CONNESSIONE ALLA RTN DI UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO UBICATO IN LOC PIAN DI VICO" per visualizzarlo  CLICCA QUI
 
 
A tal riguardo siamo stati contattati da alcuni cittadini che hanno avuto problemi a consultare i documenti depositati presso l'ufficio tecnico di Tuscania e, vista l'imminente scadenza dei termini per poter fare ricorso (17 febbraio), abbiamo pensato di metterli noi a disposizione online a chiunque fosse interessato CLICCANDO QUI .
 
Per chi volesse invece solo sapere quale sarà l'area coinvolta CLICCARE QUI



16 commenti
Voto medio: 1160.0/5
Renato Bagnoli
2019-02-09 10:01:02
Amletico dilemma.
Uffici comunali al servizio dei cittadini o cittadini al servizio degli uffici pubblici?
Questo è il problema!
Ultimo
2019-02-09 13:45:47
Due semplici domande da profano: esiste un progetto presentato dalla società DCS s.r.l. depositato presso l'Uff. tecnico del comune di Tuscania?, esiste una convenzione stipulata tra il comune di Tuscania e la società DCS s.r.l.?
SoS
2019-02-09 14:42:23
Come il vecchio detto " la fortuna è cieca ma la sfiga ci vede benissimo" .
Una mira pazzesca, questo impianto prende proprio in pieno la zona dei castelli posti tra l'Arrone e
l 'Arroncino : Castel D'Arunto, Castel di Pietro Cola, Castello di San Giuliano....e più a ovest Castel Ghezzo e Castel d'Acquabona. Territorio controllato dai signori proprietari di questi Castelli ( si parla anche della presenza dei templari a Castel Ghezzo) assoggettati tutti alla nostra antica cittadina nell'epoca più gloriosa. Adesso questi stessi territori rischiano di diventare un bel Triangolo delle Bermuda! Complimenti a tutti quelli che concorreranno alla realizzazione di questo scempio! Che schifo!
Caos
2019-02-09 17:13:38
Qualcuno è ipocrita e di brutto fa dice consiglia poi sotto sotto è vigliacco. Sono andato a vedere le delibera 60 VOTATA UNANIMITÀ da tutto il consiglio Comunale Maggioranza e Minoranza e mi dicono proposta da assotuscania ma allora di che parliamo. Ci vorrebbe correttezza e lealta nei confronti di noi poveri cittadini no i salvatori della Patria che sono loro.stessi che non la rispettano. Tu vorresti che io ti dica che sei pu....a ma non te lo dico. Lasciamo stare almeno Renato Bagnoli che non condivido il 90% delle sue idee è logico con se stesso e crede in alcuni valori. Abitare fuori Tiscania lavorare in altri parti di Italia e fare i salvatori della del nostro paese be....
Gigi Pica
2019-02-09 17:39:03
Caro Caos, quello che dici è veramente grave, inoltre usi parole occultate che odorano di “scaricatore di porto” nei confronti di un’associazione che dedica il suo tempo per il bene del nostro territorio.
Dico questo perché ai tempi della “puzza” ho frequentato le riunioni di questa associazione e ti posso assicurare che è composta di persone altamente qualificate e se dicono qualcosa, la dicono con cognizione di causa e non sono pressapochisti come le persone che sei abituato a frequentare. Tutta la mia solidarietà ad Assotuscania e al M5S di Tuscania che vigila costantemente sull'operato di questa amministrazione.
Caos
2019-02-09 17:49:14
Se vogliamo il bene del nostro meraviglioso paese lasciamo stare le beghe politiche e andiamo dritti per difendere il nostro paese invece che fare chiacchiere da bar. Chissà perché in prossimità delle elezioni tutti e dico tutti vogliono essere i salvatori della patria. Tirare il sasso e nascondere la mano non è un bene, il bene per un popolo è tirare il sasso ed alzare la mano se si è sinceri e convinti delle proprie azioni. Noi popolino non siamo stupidi e leggiamo. Pica dice bene uno scrive 100 leggono ma 200 pensano e giudicano. Forse qualcuno ancora crede che abbiamo l'anello al naso e vorrebbe farci credere ciò che non è ma sappiamo leggere capito sappiamo leggere e giudicare. L'asso nella manica ce lo hanno pochi Tuscania nel cuore ce lo abbiamo noi Tuscanesi e la nostra vecchia Toscanella ed ora Tuscania sappiamo noi come difenderla. La puzza sotto il naso a noi piccoli terroni e umili di paesetto ci fa solo incavolare perché siamo cucciuti e intelligenti di paesotto ma orgogliosi di esserlo e gli snob cittadini non ci insegnano niente li rispettiamo li accogliamo li ascoltiamo ma poi sappiamo noi cosa fare. Saluti da un piccolo tuscanese amante del suo paese.
Caos
2019-02-09 17:54:11
Giggi forse non mi sono spiegato e mi scuso se ho scritto male nulla.contro questa associazione anzi prova a difendere il nostro territorio dico solo che dobbiamo tutti insieme cercare soluzioni valide e non darci in pasto a tutti. Il territorio si difende uniti ed insieme a buon intenditore e non sparsi. Spero nel buon senso.
Renato Bagnoli
2019-02-09 18:17:46
E' più che lecito che Caos non condivida le mie idee. Io non propongo idee, racconto i fatti; ciò che vedo e accertò di persona. Non mi interessa che ci siano persone che condividono la mia indignazione. Mi basta che ne prendano atto e che, se non sono convinti, dimostrino il contrario di quanto scrivo. Nessuno mi obbliga a fare quello che faccio, è frutto di una cultura di base inculcatami prima dai genitori, poi da 37 anni di vita militare ma soprattutto dal mio ultimo incarico nell'ambito della sicurezza del volo.
Diverse questioni della gestione di questo comune le considero come un'offesa alla mia intelligenza e cerco di risolverle come ho sempre fatto: scrivendo. Da qualche anno ho deciso di sapere in quale modo vengono spesi i miei soldi di contribuente visto che non sempre sono d'accordo. Non credo in "alcuni valori", CREDO nella Famiglia, nella Correttezza, Trasparenza, Rispetto, Tolleranza, Lealta', Onesta', Giustizia, nella Difesa dei più deboli e indifesi e nella Parola data.
Mi rendo conto che i valori in cui credo e per i quali non scendo a compromessi possano non coincidere con i suoi.
Non ho afferrato il suo ultimo concetto che prego di voler argomentare meglio in modo da poterle replicare.
Grazie
Caos
2019-02-09 19:29:21
Renato ti rispetto anche se non condivido a pieno le tue idee penso tu sia troppo fiscale e vedi le cose troppo feree ma è un tuo punto di vista. Però almeno sei schietto e vai per la tua strada. Non credo racconti sempre la realtà ma ciò che per te è realtà. Buona serata e buon fine settimana
Gigi Pica
2019-02-09 20:00:09
ha, ha, ha.... adesso Caos dà anche del visionario a Bagnoli..!!
Renato Bagnoli
2019-02-09 20:40:42
Sig. Caos mi sono sempre confrontato con chi accetta di farlo in modo leale.
Se fossi più esplicito e mi facessi capire in cosa ho sbagliato non ho nessun problema a riconoscere l'errore e a chiedere scusa.
Non dico di essere sempre nella ragione e ho bisogno di sapere dove sbaglio in modo da non ricadere nello stesso errore.
La critica costruttiva e leale è una grande qualità che non ho nessuna difficoltà a riconoscerti ma per favore non esprimerti per enigmi e concetti incompleti.
Renato Bagnoli
2019-02-09 21:21:23
@Sig. Caos lei mi contesta il fatto di "essere troppo fiscale".
Se con questo intende che, siccome rispetto le leggi nazionali, i regolamenti e le ordinanze comunali, comprese quelle palesemente anticostituzionali, che questa amministrazione ha emanato allora sono d'accordo con lei.
Se pensa che la mia richiesta di farle rispettare anche da tutti coloro che, in barba a tutto e tutti, "sfruttano" la città a loro unico e solo vantaggio senza nessun rispetto per niente e nessuno; se lei ritiene che questo sia il modo di "difendere" Tuscania, mi dispiace dirglielo, ma " si sbaglia di grosso!".
Sono d'accordo con lei quando dice che dovrei dimostrare una maggiore tolleranza.
Si! Ma..... tolleranza ZERO!!!

Tuscania è la punta di diamante di tutta la Tuscia e ha bisogno di amministratori che la facciano brillare restituendole il decoro e la dignità che merita.
Un diamante è per sempre e non per arrivare alle prossime elezioni!



Luca
2019-02-10 04:37:18
Lo scempio ambientale, vergini offese che si strappano le vesti per lo stupro perpetrato al nostro incontaminato paesaggio... lo dico alla romana... se lallero...Annate a parla con tutti quelli che hanno già firmato i contratti per la cessione del diritto di superficie o della proprietà ben profumatamente remunerati (e non so pochi) poi ve lo spiegano loro il paesaggio incontaminato, lo scempio ambientale e soprattutto il conto in banca...penso abbiamo tutti qualche ascendenza napoletana (con tutto il rispetto per i partenopei) il chiagne e fotte imperituro regna! Ah e nantra cosa: le pale eoliche invece deturpavano il paesaggio... c’avemo chiamato Sgarbi pe sentisse raccontà ste pucciottate! Piansanese e Arlenese nvece tutte stupide eh? ma tirate via tutte va! mo se svejono! dopo che l’angelo è passato e ha detto amen! Prosit
Olmo
2019-02-10 07:29:43
La rovina di Tuscania sono i Tuscanesi. Guardate chi avete votato. Ho sempre sostenuto che Tuscania cambierebbe in meglio solo con un sindaco e una giunta di non tuscanesi.
Cittadino
2019-02-10 08:03:14
Già Luca è così. Noi siamo come l'Italia contro il nucleare poi in Francia ci sono più di 20 centrali. Noi paghiamo bollette salate e dipendiamo dagli altri però che problema c'è abbiamo le alpi che ci proteggono. Ieri in Sardegna i produttori di latte hanno protestato ma che problema c'è li aiutiamo. Il fatto è che a parte qualche raro caso il mondo cambia e se non ci adeguiamo sono dolori. Difendere si la natura e l'agricoltura ma sapete cosa vuol dire fare i contadini adesso? Penso proprio di no almeno che non si abbiamo centinaia di ettari. Pale eoliche a Piansano e Tessenano ma vabbè noi siamo di Tuscania.
Luca
2019-02-10 20:26:30
@ cittadino: fare i contadini come una volta oggi non si può più fare. Oggi l’agricoltore deve essere un imprenditore al pari e più di omologhi del commercio e dell’artigianato.

Purtroppo a parte rare e valide eccezioni a tuscania gli agricoltori sono figli del seat side e della pac, solo che oggi, cito Baldo, in tutti i settori il maiale è diventato irrimediabilmente corto e allora siamo al si salvi chi può.

Le colpe vanno equamente distribuite tra quegli agricoltori che fidando in una sorta di aiuto perenne non hanno mai avuto la voglia di rinnovarsi crescere e individuare le proprie potenzialità di sviluppo (fare l’imprenditore è prima di tutto questo ma come biasimarli se tanto arriva sempre l’aiutino) e le istituzioni leggasi amministrazione comunale che con l’imu Agricola 2014 e 2015 applicata senza alcuna regolamentazione ha dato una bella botta a un settore già traballante (si vedano gli accertamenti imu terreni 2014 già notificati e 2015 di prossima notifica - peraltro da tutte le parti in via informale suggerito come da non pagare - sentirete che salasso pagarli in unica soluzione maggiorati di sanzioni (30%) e interessi) e sindacati che non hanno mai promosso iniziative tipo le reti d’impresa o contribuito a sviluppare e sostenere adeguatamente la creazione delle filiere (anche, e c’e da dirlo, a causa delle capocce locali - un classico le società so belle dispari e da meno di tre).

Questo è il quadro della situazione.

E in questa situazione per tanti, troppi, quando arriva un pinco pallino qualunque e ti propone dai 25 ai 30mila euro a ettaro per liberarti di quello che è diventato quasi un problema che si fa? Pensi al territorio, all’ambiente, al futuro... ma de che?!? Pensi che è l’ultimo treno e che siccome all’orizzonte altri non se ne vedono ma anzi aleggiano eserciti di controllori per quel prezzo gliela incarti pure e con un bel fiocco.
Prosit!

Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu