• - UN’ALTRA SQUALLIDA FUGA. BARTOLACCI EVITA ANCORA UNA VOLTA IL CONFRONTO CON L’OPPOSIZIONE. - Succede a Tuscania - Toscanella - 2020

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

• - UN’ALTRA SQUALLIDA FUGA. BARTOLACCI EVITA ANCORA UNA VOLTA IL CONFRONTO CON L’OPPOSIZIONE.

Pubblicato da in Insieme per Tuscania ·
Non c’è malattia più grave della codardia. Lo dice un vecchio adagio, ma lo dicono soprattutto le esperienze che chiunque di noi avrà sicuramente vissuto nella quotidianità. Quante volte vi sarà capitato nella vita o sul lavoro, di scontravi con vigliacchi e codardi e di pensare che sono tra le persone peggiori che avete mai incontrato?
 
Chi non si assume la responsabilità delle proprie azioni, chi davanti al pericolo o a una situazione poco favorevole si tira indietro, lasciando che sia qualcun’altro ad affrontarla non può certamente meritarsi la simpatia e la stima di nessuno.
 
Durante la seduta dell’ultimo Consiglio comunale del 2019 (30 dicembre) il sindaco e tutti i consiglieri di maggioranza sono fuggiti ancora una volta dal confronto con i consiglieri di opposizione. Hanno disertato il dibattito perché non in grado di sostenere i progetti e i punti all’ordine del giorno proposti da loro stessi. (capito? I punti all’ordine del giorno, li hanno fatti loro)
 
Questa è una classe dirigente che da molto tempo manifesta grossi limiti circa il governo della città. La loro fuga è l’ennesima mancanza di rispetto non solo verso i consiglieri di opposizione ma soprattutto nei confronti dei cittadini. Si riempiono continuamente la bocca di trasparenza, democrazia e partecipazione, poi hanno paura di sostenere un dibattito nonostante fossero 9 contro 2. Non hanno il coraggio di affrontare le discussioni nel merito dei problemi e tutto ciò è estremamente avvilente per la città.
 
Il SINDACO e la sua MAGGIORANZA SONO SCAPPATI.
 
LA SEDUTA E' STATA SCIOLTA PER MANCANZA DEL NUMERO LEGALE.
 
Senza alcuna vergogna, la maggioranza, ieri sera ha discusso e votato i primi tre punti all'ordine del giorno e successivamente, dopo aver esaurito i punti che gli interessavano, si sono subito dileguati facendo mancare il numero legale.
 
Per evitare il confronto sono SCAPPATI.
 
HANNO PAURA DEL CONFRONTO PUBBLICO E CIVILE e vogliono nascondere ai cittadini la loro totale incompetenza e inadeguatezza.
 
Scappino pure, ma lo facciano per sempre.
 
Questa città ha bisogno di Uomini e Donne coraggiosi, che, invece, di scappare, affrontano i problemi che attanagliano la città e li risolvono negli interessi esclusivi della comunità.
 
Come i codardi il sindaco scappa. Fa il sindaco di una città ma non rispetta i consiglieri, e quindi i cittadini.
 
Questo sindaco e la sua maggioranza hanno perso il contatto con la realtà e con la loro carica, non hanno ancora capito bene che il sindaco riveste un ruolo esecutivo ed è tenuto a rispondere.
 
Il Consiglio comunale di ieri, dopo pochi minuti dall’inizio, si è lentamente trasformato in un teatrino, con teatranti mossi da fili invisibili e interessi personali, dimostrando limitata capacità quando invece sarebbe necessario che intorno al tavolo dell’Aula Consiliare ci siano persone con competenze.
 
Un minimo di rispetto e di educazione ci sarebbe dovuto essere nei nostri confronti, Esigo che lui e tutti i suoi portino rispetto alle singole persone dell’opposizione e al nostro ruolo istituzionale. Questa loro fuga, nei prossimi giorni sarà certamente ancor più enfatizzata. Non mi interessa se il sindaco intenderà continuare in questo modo perché i prossimi consigli comunali probabilmente se li farà da solo con tutto il suo entourage.
 
Come consiglieri di minoranza rappresentiamo il 50% dei cittadini di Tuscania, ma per lui non siamo niente.  Sono molto dispiaciuto per ciò che è accaduto e per come la maggioranza ha scelto di muoversi. Il sindaco oggi non si è comportato come avrebbe dovuto.
 
Il degrado da teatro a teatrino della politica è dovuto sempre al Bartolacci, che, essendo lui il direttore e il responsabile dell'allestimento dello spettacolo decide, di volta in volta, cosa mettere in scena e conoscendo a fondo tutti i ruoli degli attori della sua  compagnia li avvisa quando è il momento della loro entrata ma soprattutto della loro uscita dalla scena.
 
Regino Brachetti.



2 commenti
Voto medio: 120.0/5
Insoddisfatto73
2019-12-31 11:50:02
Carissimo Regino confidiamo nella Vs opposizione, purtroppo li dobbiamo sopportare questi individui per un bel po'..... Tuscania alla fine del loro mandato sarà alla frutta, povero paese mio. Facciamo il miracolo di farli cadere 😏😏😏
Batman
2020-01-01 12:23:16
In questo paese pieno di lucine e copertoni di trattore che sembrano Ghirlande del Rokefeller Centrer di NY, si respira sempre più un aria di decadenza , tristezza e sconforto. Sembra di stare in uno dei miei film con una città che mostra un pieno abbandono, rifiuti ovunque , buche nelle strade buie, furbetti che la fanno da padrone. Mi immagino il Pinguino, il Joker, il Duefacce che con il suo nutrito gruppo di soldati che pur delirando lo venerano obbedendo come fosse uno stratega o un condottiero di fama. Si accontentano di obbedire , lui di apparire nelle più disparate occasioni e così si andrà avanti con l'augurio che prima o poi qualcosa accada , ma davvero, non solo proclami e denunce di scaramucce consiliari. Caro Regino tu stai facendo opposizione, ma qualcuno che ti siede accanto e che ne sa qualcosa degli ultimi 5 anni, mi sapresti dire cosa ci sta a a fare li senza mai prendere posizione, difendere i suoi numerosi elettori? Se quello no è il ruolo che sperava............

Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu