● – I NOSTRI CARABINIERI DI TUSCANIA SONO SEMPRE IN PRIMA LINEA… - Succede a Tuscania - Toscanella - 2018


Zodiac  
Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

● – I NOSTRI CARABINIERI DI TUSCANIA SONO SEMPRE IN PRIMA LINEA…

Pubblicato da in Dal Web ·
 

 
Il monitoraggio che la nostra Compagnia di Tuscania esercita nel territorio, è sempre attivo e costante questo ci fa sentire sempre un po’ più sicuri, ecco due articoli presi dal Messaggero di Viterbo:
 
I CARABINIERI FORESTALI SEQUESTRANO CANILE ABUSIVO CON 61 ANIMALI. DENUNCIATI I PROPRIETARI, MOLTI CACCIATORI
 
Operazione della stazione carabinieri Forestale di Tuscania, unitamente al personale del Raggruppamento Cites di Roma e al servizio veterinario della Asl di Viterbo.
 
I militari hanno accertato la presenza di 61 cani in una struttura di ricovero non idonea alle condizioni igienico sanitarie previste dalla legge regionale 34 che detta le norme per la gestione dei canili. Gli esemplari, di varie razze con prevalenza del Segugio maremmano particolarmente impiegati dai cacciatori, erano collocati all'interno e all'esterno di alcuni capannoni, molti legati a catena corta, in recinti a cielo aperto e privi di pavimentazione.
 
Trovati anche resti di frigoriferi adibiti a cucce e acqua stagnante non drenata, intrisa di escrementi degli stessi animali. Parte dei cani è risultata essere senza il previsto microchip di riconoscimento. Si ipotizzano i reati di maltrattamento di animali (reato da codice penale), per i quali dovranno risponderne, in concorso, sia il proprietario dell'area, S.L., risultato proprietario di parte dei cani; sia i proprietari dei rimanenti cani, P.L. e L.L.
 
Tutti i cani sono stati posti sotto sequestro preventivo con nomina quali custodi giudiziari i soggetti proprietari. Sono state inoltre impartite prescrizioni da parte del veterinario, per il benessere dei cani stessi, da ottemperare il prima possibile al fine di migliorare le condizioni di vita degli animali.
 
ISCHIA DI CASTRO: POSSEDEVA DROGA E REPERTI ARCHEOLOGICI IN CASA, DENUNCIATO.
 
Nel corso di una perquisizione in una abitazione a Ischia di Castro, i carabinieri della Compagnia di Tuscania hanno denunciato per ricettazione e detenzione di sostanze stupefacenti un 56enne del luogo. L’uomo possedeva in casa del materiale di natura archeologica, oltre a un quantitativo di droga che è stato posto sotto sequestro.
 
Si tratta di due piatti, probabilmente di epoca etrusca, di una circonferenza di 12 e 15 centimetri, una giara e un’anfora di terracotta oltre a un ornamento in rame raffigurante una lucertola. Tutto materiale che verrà inviato alla Soprintendenza per capirne la datazione e il valore storico. Durante la perquisizione, i carabinieri capitanati dal maggiore Ciro Laudonia, sono stati rinvenuti inoltre tre flaconi di metadone e quindici semi di marijuana, anch’essi sottoposti a sequestro dall’autorità giudiziaria.



1 commento
Voto medio: 110.0/5
Renato
2018-02-11 15:38:18
Basta girare per le campagne del nostro territorio e all'interno del centro abitato per rendersi conto di quanti altri cani sono detenuti nelle stesse condizioni.
Non mi e' sembrata una buona idea lasciare i cani in custodia ai loro aguzzini.
E, "ottemperare appena possibile" cosa significa?!!

Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu