• - “TU CHIAMALE SE VUOI … VESSAZIONIII… ♪ ♫ ♩ ♬”. di Serenella Pallottini - Succede a Tuscania - Toscanella - 2019

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

• - “TU CHIAMALE SE VUOI … VESSAZIONIII… ♪ ♫ ♩ ♬”. di Serenella Pallottini

Pubblicato da in Insieme per Tuscania ·
Chi siede in minoranza ha, da un lato, il compito di controllare e vigilare sull’operato di chi amministra, verificare la conduzione della “cosa pubblica” locale e, dall’altra, proporre, rappresentare, sostenere i cittadini e la società civile e, caso per caso, condividere eventualmente  gli atti della maggioranza o dare suggerimenti, quando necessario, nell’interesse della collettività.
 
A seguito della mia elezione a consigliera comunale, da qualche tempo, ho iniziato a leggere diversi atti, passati e presenti, di questa amministrazione. La mia attenzione si è inizialmente focalizzata sul bilancio comunale del 2018, poi su quello dell’azienda speciale, sui contributi erogati alle associazioni, sulle convenzioni per l’affidamento di strutture, impianti e aree comunali e sul conferimento di alcuni incarichi.
 
La sensazione che ho avuto è stata quella di una insufficiente chiarezza e scarsa trasparenza circa i criteri adottati, che sembravano rispondere più a un libero arbitrio piuttosto che a modalità e regole certe, peraltro stabilite dai nostri regolamenti comunali.
 
Durante l’ultima seduta del Consiglio comunale ho espresso qualche perplessità in merito a una convenzione che non era conforme alla delibera di Giunta, alla scarsa trasparenza dei criteri e delle modalità che avevano consentito l’erogazione di alcuni contributi e a un insufficiente controllo relativo a pagamenti di canoni e utenze.
 
L’assessore allo sport allora replicava: “ … quando un segretario comunale ha un indirizzo della Giunta, ma io devo andare a controllare tutto quello che fa il segretario comunale? Allora qui è tutto finito. Noi non se dovemo neanche presentà. Hai ragione tu Serenè. Sai che tocca fa? Tocca stà a casa. Stamo a casa perché se qui scrivono male le delibere, nun se sa quello che scrivono, il segretario comunale distorce quello che se semo detti, il segretario comunale scrive il contrario di quello che ha detto la Giunta … allora è finita. Ce dovemo pure annà a controllà tutte queste cose e d’altronde toccherà pure controllarle, perché noi c’è bisogno che ce stamo qui 24 ore su 24. Il segretario comunale che stà a fa? Io ho fatto la mia delibera di Giunta che non è stata rispettata, quando ce ne siamo accorti abbiamo … emo ricorso ai ripari.”
 
Non sapendo come giustificarsi e incalzato dalle mie domande, spostava il tiro sulla passione dei “volontari” e sui ragazzini cercando di farmi passare per ciò che non sono, mettendomi in bocca cose che non ho mai detto e neanche pensato: “Il problema vostro sai qual’è Serenè? Che voi andate alla distruzione dello sport. Utilizzi … che vuoi andare contro lo sport. Utilizzi … che vuoi andare contro i ragazzini …. La disponibilità dell’opposizione è giusta che ci sia, ma non in questo modo … vessare gli uffici di mille richieste …”.
 
Cosa c’entravano i volontari, i ragazzini, lo sport e una presunta attività vessatoria messa in atto dall’opposizione con la mia richiesta di trasparenza?
 
La definizione del termine “vessare” secondo l’enciclopedia Treccani: “Tormentare, tartassare, opprimere, con maltrattamenti, o facendo soffrire moralmente e materialmente, o recando grave molestia”.
 
E’ vero, durante gli ultimi 2 mesi, il capogruppo dei consiglieri di minoranza ha prodotto numerose di richieste di accesso agli atti, quasi una decina di interrogazioni e un paio di mozioni.
 
Non certamente perché aveva tempo da perdere, ma probabilmente perché ritiene sia necessario e doveroso andare a fondo su diverse questioni, molto poco chiare, che hanno fatto sorgere diversi dubbi a lui, alla sottoscritta e agli altri colleghi della minoranza.
 
Una maggiore trasparenza avrebbe certamente evitato tutte quelle richieste.
 
Le competenze e le forme di controllo sono demandate dalla legge ai consiglieri di minoranza che, oltre ad avere forme dirette di responsabilità politica sull’operato della compagine di governo locale, hanno anche una forma di responsabilità prettamente giuridica che ci viene conferita proprio dai compiti assegnati ed indicati dalla normativa vigente.
 
Difficilmente ci potrà essere un’inversione di tendenza per quanto attiene alle responsabilità tipiche dei consiglieri comunali di opposizione circa la legittimità degli atti, ma deve essere posto in evidenza il fatto che un nostro continuo e costante controllo potrà portare ad una sempre maggiore efficienza della macchina amministrativa locale.
 
L’assenza dell’esercizio del controllo può portare alla creazione di atti che spesso provocano danni alla collettività, questo perché sempre più raramente vi sono controlli preventivi di legittimità tali da far porre in essere atti conformi all’ordinamento costituito e privi di vizi che ne alterino il contenuto e la funzione finale.
 
Dice un vecchio proverbio: “A pensare male si fa peccato … ma spesso ci si indovina”. E il risultato di diversi atti che ci vengono continuamente trasmessi confermano spesso la nostra idea.
 
Mi dispiace se l’assessore Liberati interpreta il nostro operato come un “maltrattamento” o “una grave molestia” nei confronti dei responsabili degli uffici ma questo è il ruolo primario che ci compete.
 
Liberissimo di chiamarlo “Vessazione”. Per noi è solo e semplice “Controllo”.
 
Serenella Pallottini
Consigliere di minoranza



8 commenti
Voto medio: 183.0/5
#midevoricredere
2019-10-05 18:57:54
Pensavo che questa opposizione fosse statica e invece sembra che sia dinamica. In fondo è il ruolo che gli hanno affidato i cittadini. Va bene così. Continuate.
Lupus
2019-10-06 15:21:13
Per ora leggo delle legittime lamentele da parte di un consigliere di minoranza.
Che l'amministrazione Bartolacci non brilli per trasparenza e che non tolleri le azioni delle minoranze è cosa nota da tempo.
Però oltre alle lamentele ed alle denunce sul blog, sarebbe interessante sapere come si stia muovendo la minoranza.
Sportivo
2019-10-06 21:01:20
Un articolo di difficile interpretazione nel senso che estrapolare alcune cose dette in consiglio su una discussione di un ora è riduttivo e senza senso, bisognerebbe scrivere tutto da una parte e dall'altra perché se ascoltate bene il video è un rodeo tra i due molto acceso dove volano parole forti e dette con veemenza. Giusto e bene fare opposizione ma bisogna farla considerando tutte le variabili ed in particolare le conseguenze, non sempre dire le cose porta a risultati sperati anzi. Mi sembra che molte prese di posizione siano mosse più da antipatie personali che da motivazioni politiche e ciò sminuisce chi lo fa. Pensate bene tutti prima di parlare e scrivere e fate le cose con la testa e non con l'istinto poiché noi cittadini vogliamo persone che facciano il solo bene del paese.
Renato
2019-10-07 07:39:46
Si tratta di capire bene però cosa si intende per il "solo" bene del paese.
Olmo
2019-10-07 07:40:10
Una delle estensioni di fotovoltaico più grandi di Europa(speriamo nel buonsenso della sovrintendenza) , puzzificio, telecamere ancora non presenti (se ne parla da anni), piscina coperta(non dovevano essere iniziati i lavori?) centro storico rumoroso e invivibile, necropoli che non si capisce se siano aperte o chiuse, San Pietro e santa Maria che d'estate chiudono alle 18, palazzetto sportivo che viene giù, mancanza di centri di aggregazione per i giovani, tre mercatini l'anno, mancanza di buon gusto in tutto. E chissa cosa ci aspetta ancora. Ma come hanno fatto a riconfermarli? La colpa è del tuscanese votante? O forse gli altri erano addirittura peggio? Non lo so chiedo.
Renato
2019-10-07 07:42:55
Si tratta di capire bene però cosa si intende per il "solo" bene per il paese.
Intanto si potrebbe iniziare, come afferma la consigliera, con una maggiore trasparenza ed equità.
Tranquilli
2019-10-08 16:22:55
...mo parte la " raccolta " differenziata con tanto di appaltone. Aperte le scommesse per chi se lo aggiudicherà!
ANTONELLA CESETTI
2019-10-10 20:57:54
a rega ci stanno lo vogliamo dire non so quanta immondizia che la mettono fuori dai cassonetti, le strade specie quelle del centro storico che ho paura io a farle con la macchina con tutti quei san pietrini capovoltati ma che aspettate a toglierli tutti e a farla tutta asfaltata ma che c'è bisogno che vi si dica che non arrivate a capirlo da soli, per non parlare della zozzura buttata a terra che si trova in ogni angolo ma tanto che importa basta che a tuscania ogni portone ci stanno 7 barra 8 cani che abbaiano giorno e notte , ci stanno quei muri giù verso il paese tutti imbrattati pieni di scritte ma che aspettate a metterci le telecamere e il primo che scrive una bella multina di 200 euro per non parlare degli alberi su in via piansano nella piazza tra un po' quelli se non li togliete a qualcuno gli fanno un buco nella testa grosso come quello dell'ozono perdio….ma de che stamo a parla ...

Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu