● - PIU’ LEGGO OBIETTIVO COMUNE … di Renato Bagnoli. - Succede a Tuscania - Toscanella - 2021

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

● - PIU’ LEGGO OBIETTIVO COMUNE … di Renato Bagnoli.

Pubblicato da in R. Bagnoli ·

 
Apprendo, con mio grande dispiacere, dalla pagina ufficiale della lista obiettivo comune, che i nostri amministratori “assistono alle solite idiozie e corbellerie, che da anni pubblico, e alle quali hanno sempre deciso di non rispondere”.
 
Non è che non rispondono perché mancano gli argomenti?
 
Scrivono che: “se il solito RENATO vuole attaccare l’Amministrazione faccia pure, ma non dobbiamo permettere che si senta autorizzato a scendere tanto in basso…quando qualcuno supera il limite della decenza e si permette di offendere chiunque ed in particolare delle signore allora bisogna rimettere queste persone al loro posto. Da questo momento qualunque nefandezza, corbelleria, idiozia scrivano che sia offensiva per l’Amministrazione o per qualsiasi nostro concittadino o concittadina saremo noi i primi ad andare per vie legali”.
 

 
Nessuno ha chiesto a costoro di candidarsi per amministrare la nostra città.
 
E’ stata una scelta libera e consapevole.
 
Sapevano benissimo che avrebbero potuto ricevere critiche e non solo applausi.
 
Se poi sono disturbati dalle critiche devono farsene una ragione.
 
Come cittadino penso di avere il diritto di critica, e certamente non di offesa, e cerco sempre di non offendere. Se davvero scrivo idiozie e corbellerie, che sono sotto gli occhi di tutti e tutte regolarmente documentate, non capisco quale sia il problema a rispondermi spiegando che quanto biasimato non corrisponde al vero, o, se di offesa si tratta, di chiedere le scuse.
 
Non ho nessun problema a scusarmi con chicchessia anche nel caso dovessi aver inavvertitamente urtato la sua suscettibilità fatto sta, però, che i nostri amministratori continuano a scrivere in modo sibillino, apparentemente senza nessun senso e non ho ben capito quale sia il limite della decenza che avrei superato, chi sono tutte le persone che avrei offeso, in particolare quale signora e soprattutto quale sia il punto così basso al quale sarei sceso.
 
Sarei grato al sindaco, o a chi scrive per lui, se volesse essere così cortese da spiegarsi meglio argomentando senza farneticare.
 
Problemi con il Long covid?.
 
Sclerosi calcifica mediale di Mönckeberg o semplice tormento al fondoschiena?
 
Un rimedio efficace? Pomata di propoli e olio di iperico che sfrutta in sinergia i benefici di un antibiotico naturale e di un antinfiammatorio lenitivo. Un vero toccasana per le chiappe!.
 
Vorrei chiedere, inoltre, che mi venissero spiegate quali siano state le scelleratezze che avrei scritto in modo da potermene scusare. Ma come sempre accade le stupidaggini vengono scritte proprio da chi se ne lamenta e così hai voglia ad aspettare una risposta esaustiva!.
 
Dichiarazioni di distrazione di massa come quelle che continuano a pubblicare servono solo a gettare l’amo per tutti coloro che poi abboccano e commentano senza rendersi conto di ciò che scrivono e del quale se ne dovranno assumere la responsabilità.
 
Se i nostri solerti amministratori ritengono di essere stati offesi pubblicamente possono legittimamente adire alle vie legali senza strombazzarlo ai 4 venti. Ma forse lo fanno con l’intento di intimidire o cercare di passare come i paladini quella giustizia (volutamente con la g minuscola), che difende i più deboli arrampicandosi sugli specchi, senza considerare che una eventuale denuncia deve presentarla il diretto interessato a meno che non si tratti di un minorato o di posto sotto tutela.
 
Quando obiettivo comune scrive con disinvoltura, lasciandosi trascinare dalle emozioni e dalla foga “bisogna rimettere queste persone a loro posto”, il messaggio deve essere inteso come una promessa o una minaccia?.
 
Qui non si tratta di a fare a gara per vedere chi sia il primo a sporgere eventuale denuncia, ma di capire chi sia ad essere stato insultato o diffamato che, nel qual caso, avrà 90 giorni di tempo per rivolgersi all’A.G..
 
Mi auguro vivamente che il sig. Pica, al quale è stato dato pubblicamente e senza mezzi termini dell’ubriacone, intenderà avvalersi di questa facoltà.
 
Mi permetto un consiglio non richiesto a colui o coloro che, pervasi dalla sensazione di deresponsabilizzazione, scrivono su obiettivo comune in modo aggressivo, talora insultando, offendendo, screditando o minacciando, di cercare di essere più gentili; non solo è gratificante, ma aiuta anche a migliorare la propria autostima e la propria vita.
 
Purtroppo, però, non tutti meritano questo lato generoso e cordiale delle persone così alcuni ne approfittano, riuscendo a trasformare la gentilezza in debolezza ed è proprio in questi casi che viene una maledetta voglia di dire a queste persone che, se è vero che l’intelligenza salverà il mondo, più leggo obiettivo comune e più capisco che siamo fottuti.
 
Renato Bagnoli
 
 
 
 
 
 
 



7 commenti
Elena
2021-09-05 09:34:33
Peggio del lupo che non cambia il pelo, c'è il branco che glielo alliscia!
Giuseppe Catalini
2021-09-05 10:51:03
Leggendo quello che scrive Renato Bagnoli apprendo cose che altrimenti non saprei.
Io non leggo obiettivo comune che ritengo essere assimilabile ad un organo di partito.
Sono convinto che chi amministra una città abbia il dovere di informare TUTTI i cittadini amministrati, e DEVE farlo utilizzando gli organi istituzionali.
Non certo scrivendo opinioni e commenti sulla propria pagina fb o altro.
Per essere onesto devo riconoscere che ho guardato quella pagina solo un paio di volte, e solo perché ero stato informato che era stato fatto il mio nome (peraltro a sproposito). In quei casi non ho ravvisato gli estremi per procedere legalmente, vista la sciocchezza delle cose allora scritte. Mi limitai a ricordare i fatti come realmente accaduto e testimoniato dal Comandante della Polizia locale pro tempore.
Non entro quindi nel merito di.quanto esposto da Bagnoli, dopo aver letto che l'Amministrazione fa appello alla "decenza", approfitto per richiamare l'attenzione di chi amministra, sulla (in)decenza delle strade, dei cassonetti, oltre che della circolazione veicolare e dei bagordi notturni.
Indecente invece è l'annosa inerzia riguardo alla raccolta differenziata e alla soluzione del problema arsenico.
Cittadino
2021-09-05 13:15:25
Ma ancora e basta, smettetela solo filippiche.
Luigi Pica
2021-09-05 14:30:46
CITTADINO, hai mandato un commento contro un signore, ma veramente signore, come Giuseppe Catalini che si firma con nome e cognome. Difendi questa amministrazione ma non hai il coraggio di firmarti come ha fatto Catalini che è veramente un signore. Tu sei una FETECCHIA. Sii Uomo e tira fuori le palle. Te lo dice UN’UBRIACONE che forse nella sua ubriachezza (ammesso che esista) forse dirigerebbe questo paese in maniera decorosa senza pensare alle preferenze. Domani ho appuntamento con il mio avvocato, per la questione ubriachezza di obiettivo comune 2.0, non sto bene, mi accompagna il mio amico Bagnoli che ringrazio dal profondo del cuore per la sua umanità e non certo opportunista come tanti.
Renato Bagnoli
2021-09-05 14:51:11
Cittadino, se sei stanco delle filippiche puoi tornartene a leggere obiettivo comune.
Nessuno ti obbliga a leggere i miei post
Pino
2021-09-05 17:08:29
Non c’è più bella soddisfazione di vedere ed ascoltare gli elettori delusi avvelenati nei bar ed in giro per il paese specie quelli delusi da sporcizia assenza di festeggiamenti santi martiri segnaletica orizzontale periferie abbandonati e meriti altrui riciclati.
La voce del popolo quella che conta non i loro sfogherelli sulla pagina che li interessa !!!
madmax
2021-09-07 14:07:18
Quando a qualcuno gli rode significa sempre che quello che viene detto è vero e riscontrabile da tutti. Il sig. Bagnoli e il sig. Pica hanno il mio sostegno perché non è facile in Italia esporsi personalmente per criticare la politica a rischio di subdole ritorsioni. PURTROPPO vediamo giornalmente la differenza tra Draghi e tutti i politicanti, la differenza tra i fatti e la ragione e le parole inutili dei politici.

Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu