● - TUSCANIA, QUALE REALTÀ..?? - Succede a Tuscania - Toscanella - 2018


Zodiac  
Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

● - TUSCANIA, QUALE REALTÀ..??

Pubblicato da in Blog Toscanella ·



 
Ricevo da Renato Bagnoli e pubblico nel mio blog:
 
Qualche giorno fa, su Obiettivo Comune, è stato pubblicato il video di Classic Drive Art che segue quello, di quasi un anno fa, realizzato dal nostro concittadino onorario Osvaldo Bevilacqua. Entrambi mostrano la nostra città e, a detta dell’attuale Amministrazione, “contribuiranno a promuovere Tuscania dal punto di vista turistico culturale”.
 
Il video mostra, a chi non conosce la nostra città, un borgo suggestivo e incontaminato, incastonato in una natura intatta dove la pace e il silenzio regnano sovrani. Un bellissimo borgo medievale con tante cose da vedere, dove il tempo sembra rimasto sospeso nel passato, dove non si ha nessuna impressione di quella leziosa falsità che a volte pervade gli antichi borghi trasformati in una specie di museo per turisti.
 
Un raro esempio di borgo rimasto fermo al periodo degli Aldobrandeschi che lo costruirono come paese fortificato per l’avvistamento e la difesa. La città risulta essere molto carina e ben tenuta con vie e piazze linde e pulite. Non ci sono tracce di automobili e cani vaganti ma neanche di persone e grida di bambini, sembra un paese fantasma: il paese della tranquillità. Piazza Basile, inquadrata dall’alto, è completamente sgombra, si vede solo una splendida Lancia Aurelia d’epoca che si muove tra figure umane scolpite al di sopra dei coperchi di sarcofagi etruschi che abbelliscono la piazza.
 
È come un ritorno al passato e ogni fotogramma è un’immagine da cartolina. Tutto è sapientemente spiegato e commentato da alcuni cittadini, dal sindaco e dall’assessore alla cultura e al turismo. Tuscania è dipinta come un vero angolo di paradiso. Le sue mura, le chiese, il museo e la sua storia la rendono unica e invitano lo spettatore a farci una visita.
 
I nostri amministratori vogliono mostrare, con quelle immagini, il paese che i turisti vorrebbero visitare e nel quale i tuscanesi vorrebbero vivere ma che invece possono solo sognare. Un dipinto per soli turisti, uno specchietto per allodole, uno sberleffo per coloro che vi abitano perché la città mostrata dal video “non esiste”.
 
Infatti basta fare un giro per le vie del centro storico per rendersi conto di ciò che il regista non ha visto o non gli è stato mostrato e non ha filmato: la sporcizia, i cani vaganti, lo stato di profondo degrado in cui versano i nostri spazi pubblici, le numerose deiezioni solide canine e di volatili. Una città invasa da automezzi e utilizzata per i parcheggi selvaggi. Una città dove le automobili hanno sostituito le persone.
 
Basta fare un giro fuori porta e vedere, quando si dovessero incontrare, cestini stracolmi di rifiuti, bruciati, distrutti, ciondolanti, inguardabili. Cestini e fioriere scambiate per cassonetti dei rifiuti e paletti porta cestini senza cestini. Sporcizia e rifiuti ovunque, sia nei contenitori non svuotati sia a terra.
 
È pur vero che il problema delle deiezioni canine e dei rifiuti lasciati in ogni dove evidenzia uno scarso senso civico di molti ma anche una totale assenza di prevenzione e repressione da parte dell’amministrazione comunale. Molti angoli suggestivi del centro e scorci di paesaggio storico artistico sono deturpati da manifestazioni di trascuratezza, cialtroneria e incredibile sciatteria. Piazze e vie deturpate da de hors, ombrelloni, sedie e tavolini sistemati in mezzo alla carreggiata.
 
Le persone, turisti compresi, passano veloci, facendo molta attenzione a dove mettono i piedi, senza soffermarsi davanti alle vetrine dei piccoli commercianti che hanno tentato, senza riuscirvi, di dare vita a qualche piccola attività, rimettendoci probabilmente di tasca loro fior di quattrini.
 
Tra le condizioni di degrado in cui gli abitanti del centro storico sono costretti a vivere, ci sono anche gli schiamazzi notturni, gli intrattenimenti e gli spettacoli abusivi, la musica ad alto volume e le persone che durante la notte trasformano angoli e vicoli in maleodoranti orinatoi. Durante la stagione estiva, e spesso anche durante quella invernale, gli abitanti lottano con i regolari disturbi della quiete pubblica perpetrati, con strafottente regolarità, ogni fine settimana fino alle prime ore del mattino.
 
Nonostante le continue segnalazioni la situazione non è mai cambiata determinando non solo difficoltà nel riposo notturno ma anche uno scontento ed un crescente malessere della popolazione della zona costituita prevalentemente da anziani e famiglie con bambini. Se da un lato va rimarcata l’inciviltà, la cattiva educazione e l’irresponsabilità di alcuni dall’altro canto non si può non evidenziare l’abbandono in cui versa il paese.
 
Un borgo che con il passare degli anni resta sempre più vuoto nel quale resistono solo pochi coraggiosi e i molti stranieri che lì trovano affitti più bassi. Non si ha notizia di nessun progetto per rilanciare il centro storico che, proprio negli ultimi anni, sta vivendo una lenta e progressiva fase di abbandono.
 
Molti tuscanesi e proprietari di seconde abitazioni stanno abbandonando a favore di quartieri più tranquilli o di altre città. In molte zone del centro sono attaccati alle finestre tristi cartelli con la scritta “VENDESI”.
 
Tuscania davvero, come appare nel video, potrebbe essere il fiore all'occhiello di tutta la Tuscia e invece è in balìa di degrado e incuria. Il sindaco è sempre pronto ad inaugurare eventi e a parlare di grandi progetti ma sembra ignorare il presente e forse pensa, con qualche video che non racconta tutta la cruda realtà, di rilanciare la nostra città del punto di vista turistico e culturale.
 
Ma è solo un suo punto di vista. Perché illudere i turisti con uno spot pubblicitario ingannevole?
 
Renato Bagnoli



9 commenti
Voto medio: 195.0/5
mark
2018-01-29 14:09:09
Proporrei di fare un altro video...più veritiero e realtistico...per solo uso interno(cioè per gli abitanti)...a differenza di questo a solo scopo turistico. Io lo vedrei così(in quanto non sono pratico di tecnologie audio /visive, posso solocdare uno spunto al regista).
Inizierei con una panoramica dall'alto...magari da un drone e poi scenderei nel dettaglio : 1) parco delle quercette con annessi giochi e panchine semidistrutte;2) visto che siamo in zona acquedotto /dearsenificatore con fontana chiusa in piazza Andersen e narrazione sul leggendario funzionamento o meno del dearsenificatore; 3)giro all ' interno del centro storico per caccia al tesoro..pardon alla cacca canina(facendo passare in sovraimpressione il numero delle contestazioni fatte ai proprietari di cani = 0); 4)panoramica di tutte le zone verdi abbandonate a se stesse; 5)panoramica dell' "isola ecologica"...la vecchia in via dell'olivo con tanto di cartellonistica naif; 6)puntatina nella riserva naturale di Via Alarico Santi con annesso giro in quad; 7)giro nel riqualificato (come promesso da campagna elettorale) quartiere Gescal; 8) specialone su fioriere e cestini usati in modo molto fantasioso e per concludere come sigla finale un mix di tutte le feste danzanti notturne organizzate nel centro storico con volume a presa diretta.
Gigi Pica
2018-01-29 14:30:35
La realtà purtroppo è molto diversa da quel video e mi metto nei panni di un turista che lo vede e dopo qualche settimana viene a Tuscania:
- Paese sporco
- Pavimentazione per solo atleti
- Slalom sulle cacche, si fanno multe a chi gira a sx invece che a dx, ma delle cacche non si parla
- Cani in libera uscita
- Esercizi pubblici con licenza allargata
- Violazioni di legge sull'urbanistica (decoro urbano)
Non si può creare il Far West per avere consenso elettorale.
Sabrina
2018-01-29 22:10:45
Io vivo a Tuscania, ma sinceramente, tutta questa sporcizia non la vedo. Quando si gira un film la prima cosa che fa un regista è quella di far togliere le auto, la città viene ripresa in modo ordinato e pulito, se nella realtà fosse così spoglia, senza anima viva, sarebbe per l'appunto una città fantasma, ma non lo è, infatti nella quotidianità è vissuta, dalla gente, dalle auto e da qualche cane o gatto che girovaga per le vie del paese. Trovo il video molto bello e, se ci fa una buona pubblicità, ben venga per il paese, non credo che il turista che viene a Tuscania rimane deluso, anzi, la prossima volta torna con gli amici! Hanno fatto un bel video promozionale, almeno di questo dategliene atto! Perché non si può stare sempre a criticare tutto e tutti!
Franco
2018-01-30 13:36:57
Cià raggione Sabbrina,
però la prossima vorta la machina d'epoca famola passà pure in via piansano e in via Santi
Christian
2018-01-30 14:20:12
Tuscania rispetto ad altre realtà della zona e non solo devo dire che è tenuta abbastanza bene, però gran parte del lavoro di promozione e decoro del paese è merito dei commercianti e dei privati e non certo dell'amministrazione. Poi anche loro qualche merito lo hanno, ma non basta, c'era e c'è da fare di più...
Baldo
2018-01-30 14:55:00
Ha ragione Sabrina.

L’ingorgo di auto parcheggiate alla disperata , la monnezza, le urla notturne, la museca tutte le sere fino a dopo mezzanotte gli ubriachi con la vescica stressata fanno di tuscania un paese vivo.

Vivo come era viva la tinca che vendeva Draghetto quando strillava donne correteeeeee … : vivo vivooooo… !!!!


p.s.
non capisco, perchè un regista fa togliere le auto ed invece non fa un luna park dentro ad un centro storico come è stato fatto molto astutamente a tuscania ?
Renato
2018-01-30 15:14:33
Ordine e pulizia sono due cose molto soggettive. Per alcuni una città può essere pulita per altri no. Non so dove abita la signora Sabrina ma se vuole posso invitarla per un tour diurno e notturno e farle scoprire cose del paese che fose non conosce.
Non ho mai detto di disprezzare il video anzi ne ho fatto un ottimo commento. Ho solo scritto che una Tuscania così non l'ho mai vista e non la vedranno neanche i turisti. Proprio stamane ho scattato una decina di foto molto eloquenti.
Olmo
2018-01-31 11:16:52
Il turismo.. Questo mistero. Cosa manca a Tuscania per fare un turismo vero e non la gente che capita per caso e si ferma un'ora, o i croceristi che si fermano mezz'ora :manca un centro storico con negozi, botteghe artigiane, gallerie d'arte, spazi creativi, manifestazioni di qualita', chiese che siano sempre aperte e non su base volontaria, necropoli fruibili, una riserva naturale con percorsi visitabili a piedi, mountain bike e a cavallo ecc. È un impegno primario che viene prima della asfaltatura delle strade e della pallavolo (con tutto il rispetto per la pallavolo) Non ci siamo.
Renato
2018-01-31 14:14:44
@Olmo: quello che hai raccontato è il video di Tuscania che tutti vorremmo vedere.

Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu