● - ORA CHIUDIAMO LA STALLA? di Renato Bagnoli. - Succede a Tuscania - Toscanella - 2021

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

● - ORA CHIUDIAMO LA STALLA? di Renato Bagnoli.

Pubblicato da in R. Bagnoli ·
I campi elettromagnetici da anni hanno assunto un'importanza crescente legata allo sviluppo dei sistemi di telecomunicazione diffusi in modo capillare su tutto il territorio nazionale.
 
L'intensificazione della rete di trasmissione elettrica nonché la diffusa urbanizzazione, da anni, hanno contribuito a destare interesse circa i possibili effetti sulla salute derivanti dalla permanenza prolungata in prossimità di fonti di emissioni di onde elettromagnetiche come quelle dei sistemi di telecomunicazione.
 
La sentenza del Consiglio di Stato, sez. III, 04 gennaio 2012, n. 11 riconobbe in capo all’ente locale un doveroso esercizio dell’attività di controllo in ordine alla corretta localizzazione degli impianti di telecomunicazione nell’ambito del proprio territorio allo scopo di minimizzare l’esposizione della popolazione ai campi elettromagnetici.
 
Al fine di ottemperare la Giunta Natali, con determina dirigenziale n. 1189 del 31.12.2013, conferì all’Ing. Bruno Serangeli l’incarico di realizzare il Piano comunale per la zonazione elettromagnetica.
 
Poi non si sa come fu, il piano non vide mai la luce.
 
Forse perché i nuovi amministratori non lo ritennero utile, così come ritennero di non portare mai all’approvazione del Consiglio comunale il Piano di zonazione acustica che abbiamo commissionato circa 19 anni fa, pagato e chiuso in un cassetto?.
 
Provate a indovinare chi fu colui che all’epoca decise di non portarlo in Consiglio e lasciarlo dentro ad un cassetto. Basta prendere visione del fascicolo.
 
Con delibera di Giunta n.6/2021 i nostri amministratori si sono finalmente accorti che “i gestori di telefonia mobile richiedono la possibilità di installare impianti su siti di proprietà comunale e che alcune richieste riguardano anche l’installazione di antenne di nuova tecnologia 5G”; così, a distanza di oltre 7 anni, hanno pensato bene di commissionare il regolamento per la zonazione elettromagnetica demandando il tutto ai responsabili di Area 4^ e 5^.
 
Perché demandare solo ai due Responsabili d’Area e non interessare anche la Commissione ambiente e la Consulta?.
7 anni per capire che questo regolamento era necessario e che ormai è troppo tardi?
 
Anche il piano per la zonazione acustica prima o poi dovremo tirarlo fuori e sarà troppo tardi.
 
A che serve chiudere la stalla dopo che i buoi sono scappati?
 
Renato Bagnoli




Nessun commento

Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu