● - CENTRO ANZIANI E BALLI DI GRUPPO, GLI ORGANIZZATORI: “NESSUNA MALA GESTIONE NÉ IRREGOLARITÀ”. - Succede a Tuscania - Toscanella - 2018


Zodiac  
Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

● - CENTRO ANZIANI E BALLI DI GRUPPO, GLI ORGANIZZATORI: “NESSUNA MALA GESTIONE NÉ IRREGOLARITÀ”.

Pubblicato da in Dal Web ·

L'immagine sopra è puramente indicativa e non ha riferimenti all'articolo
 
Dal Corriere di Viterbo del 30/12/2017:
Le accuse di mala gestione ed irregolarità amministrative rese pubbliche in questi giorni da un gruppo di soci dell’associazione Centro Anziani “Domenico Bellomarini” vengono categoricamente smentite dagli organizzatori dell’attività dedicata al ballo di gruppo.
 
“La nostra attività è una delle tante che vengono promosse all’interno del Centro Anziani di Tuscania – affermano gli organizzatori – una iniziativa di svago e socializzazione cui partecipano soltanto i tesserati dell’associazione. I partecipanti hanno deciso unanimemente di aderire ad una semplice attività di autofinanziamento versando venti euro, per tutta la durata del corso di ballo, da utilizzare per acquistare dolciumi e bevande da condividere insieme. Un autofinanziamento trasparente che viene speso per soddisfare tutti. Alcuni soci che si contano sul palmo di una mano da alcuni anni cercano di boicottare questa attività diffondendo notizie false”.
 
Le polemiche sulle modalità di svolgimento del ballo di gruppo sono state oggetto di discussione all’interno dell’associazione Centro Anziani. A seguito della lettera di protesta inviata al presidente dell’associazione, da quanti criticano in particolare il versamento dei venti euro, agli organizzatori del ballo di gruppo è stato chiesto verbalmente di chiarire la situazione.
 
Lo scorso 13 dicembre gli stessi hanno ufficialmente inviato una lettera di chiarimento dove si afferma: “A seguito dei chiarimenti richiesti verbalmente, sono stata incaricata dalle tesserate di codesto centro che fanno parte dell’attività dei balli di gruppo e per le quali è stato consegnato apposito elenco, di informare e precisare di aver versato spontaneamente venti euro annuali per formare un fondo cassa. Tale fondo necessita per l’acquisto di bevande, dolciumi, ecc. da consumare periodicamente in allegria”.
 
Le attività del ballo di gruppo si svolgono non all’interno della sede principale del centro anziani in Via Mazzini ma nei locali del Palazzo Maccabeo Maccabei di proprietà del comune dove l’associazione svolge anche altre attività ludico ricreative.
 
“Le accuse e le polemiche contro il ballo di gruppo sono del tutto prive di fondamento – afferma una delle utenti – non è stato cacciato nessuno perché non ha pagato il contributo che tutti insieme abbiamo deciso di versare. Quando è stata fatta questa proposta del fondo cassa nessuno si dimostrato contrario. Per la precisione abbiamo deciso anche di versare un euro a partecipante per le pulizie del locale”.



9 commenti
Voto medio: 195.0/5
Franco
2018-01-02 08:57:39
Co 20 euri a capoccia Avoia a pastarelle e bibite che se comprono....
Mah
Gigi Pica
2018-01-02 09:40:51
TANTO RUMORE PER NULLA...
Come volevasi dimostrare, non c’è stato abuso di nessun genere, una quarantina di persone che fanno parte del gruppo di ballo, hanno deciso autonomamente di versare una somma per finanziare le attività, ma queste persone che VOLONTARIAMENTE versano una quota per il loro divertimento e per il loro apprendimento, DEVONO RENDERE CONTO A QUALCUNO..?? Ma fatemi il piacere…!!
- hanno il permesso del consiglio direttivo per usare gratuitamente i locali del Maccabeo
- non chiedono niente al Centro per la loro attività
- quello che comprano per fare i rinfreschi, o comprare piccola attrezzatura, lo pagano di tasca loro e non sbafano a nessuno
- ma nun ciavete niente da pensa’…??
Quando si fanno delle accuse, prima bisogna guardare dentro se stessi e poi giudicare gli altri.

Valeria
2018-01-02 16:11:58
Quaranta persone per 20 euro fanno 800 euro all'anno. Come dice Luigi Pica, se queste persone si autofinanziano merende e bevande o magari attrezzature e materiale elettronico che gli permette di godere al meglio dell'attività di ballo, non c'è niente di male. Sono soldi loro, si autogestiscono...dov'è il problema? Così come non c'è niente di male a versare un euro per le pulizie. Se poi a qualcuno non sta bene pagarsi le merende o le pulizie eviti di mangiare a sbafo o di sporcare quei posti che gli altri puliscono.
Franco
2018-01-03 12:02:56
Allora qualcuno mente, m'hanno detto che si nun mettece le 20 euri all'ingresso nun te facevano entrá.
Chi sarà buciardo e chi ciavra'raggione?
Baldo
2018-01-03 12:26:24
Un preciso ed istruttivo spaccato di vita tuscanese : che fine ha fatto la porchetta che è avanzata ?

E’ l’eterno dilemma che si tramanda da generazioni.



p.s.

se le riprese video dei consigli comunali le pagava la regggiuooone a tuscania c’erano telecamere accese h 24.
Giorgia
2018-01-03 16:29:27
Abbiamo ancora una volta la conferma che in questo paesino bellissimo imperano ancora l'invidia, la gelosia e le malelingue. Par di stare nel profondo sud (con tanto di rispetto per il Sud) dove tutto deve essere passato al vaglio delle suocere...Di ogni iniziativa buona rimane sempre e soltanto la polvere della cattiveria. Le "signore" che ritengono eccessive 20 euro annuali rimanessero a casa a fare le calze da notte.
Checco
2018-01-03 20:25:05
Gente de paesetto, fategli il foglio di via.
claudio celenza
2018-01-04 15:16:02
concordo pienamente il commento di Gigi Pica MA NUN CIAVETE NIENTE DA PENSA? nome e cognome rispondo a tutti, tutti boni a criticare e giocare a nascondino ,non so chi sei caro BALDO come ti firmi ma che dire lascio perde si parla di un altro commento e svirgoli su altri
Gigi Pica
2018-01-04 19:20:56
Caro “Cittadino onesto” (si fa per dire),
Non pubblico il tuo commento, non perché non abbia ragioni da vendere su quanto accaduto nel 2013 e per questo rispondere alle tue accuse, ma perché se tu mi accusi (e lo fai con ben 4 commenti), abbi il coraggio di farlo con il tuo nome e cognome come faccio io in questo. Tra l’altro la tua mail è inesistente.
Se vuoi sono disposto a fare un confronto pubblico con te in una sede pubblica, come e quando vuoi, così dovrai rispondere a delle domande che ti farò che sarebbero abbastanza imbarazzanti, sia per te che per altri. Tira fuori le palle…!!

Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu