● - GLI IMPEGNI VANNO MANTENUTI. di Renato Bagnoli. - Succede a Tuscania - Toscanella - 2021

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

● - GLI IMPEGNI VANNO MANTENUTI. di Renato Bagnoli.

Pubblicato da in R. Bagnoli ·
Il prossimo 11 novembre scadrà il termine utile per la presentazione, da parte dei cittadini, delle osservazioni relative al procedimento della valutazione di impatto ambientale del progetto di impianto eolico proposto dalla società wpd San Giuliano S.r.l. denominato "Parco eolico Tuscania", che dovrebbe sorgere sul nostro territorio e delle relative opere di connessione.
 
Si tratta di 16 pale eoliche alte oltre 250 mt ciascuna che “ingabbieranno” letteralmente la città di Tuscania.
 

 
Le osservazioni sono richieste per evitare quanto accadde per gli impianti eolici già realizzati nei comuni di Piansano, Arlena di Castro e Tessennano per i quali non ci fu una preventiva e doverosa opera di informazione e coinvolgimento della cittadinanza da parte delle istituzioni e a seguito dell’impatto e delle ripercussioni di ogni tipo sui comuni confinanti e sui cittadini che non avevano avuto alcun tipo di possibilità di scelta politica, tramite il voto, nei riguardi delle amministrazioni che avevano autorizzato tali opere sui propri territori.
 
Nello specifico dell’ubicazione dell’impianto eolico in rapporto al contesto rurale ed agricolo di Tuscania, c’è da notare che, con delibera di Consiglio Comunale n. 52 del 22/12/2018 il Comune di Tuscania ha adottato una variante al Piano Regolatore in parziale modifica alla delibera di C.C. n. 60 del 10/11/2014 ed alle norme tecniche di attuazione del vigente PRG, art. 18 “ zona agricola e norme generali”.
 
Attraverso quella variante il Consiglio Comunale ha stabilito di individuare dei perimetri areali in cui sia possibile realizzare impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili, salvaguardando le aree di particolare sensibilità ambientale e paesaggistica e i siti di interesse turistico. In relazione alla variante, tutto l’impianto eolico che dovrebbe sorgere sul nostro territorio ricade all’interno del perimetro di ammissibilità per l’installazione di tali impianti individuato nella Delibera di C.C. n. 52/2018.
 
Se il progetto si sviluppa all’interno delle aree individuate e non ha trovato nessuna opposizione da parte delle autorità locali, della Provincia e Regione, riusciranno le osservazioni inviate da alcune decine di cittadini a bloccare quella mostruosità che, stando a quanto affermato dalla società wpd San Giuliano S.r.l.,  sarà compensata con circa 400.000 euro/anno?.
 
Perché i nostri amministratori non hanno dato mai seguito a quanto deliberato con del. C.C. n. 52/2018 con la quale, oltre ad essersi dichiarati favorevoli all’energia da fonti rinnovabili …
 

 
… e alla approvazione di un apposito regolamento per disciplinare l’installazione di detti impianti che forse avrebbe potuto prevedere una loro altezza massima non lo hanno MAI adottato?
 
Avevano deliberato, inoltre, di nominare una commissione consiliare competente che, assieme a tecnici, Arpa e portatori di interessi diffusi in materia ambientale, avrebbe sottoposto a controllo periodico e sistematico gli impianti con cadenza minima semestrale.
 

 
Il risultato finale fu che il regolamento non venne mai adottato, la commissione non fu mai nominata e ora a ragione c’è chi vuole costruire.  Stessa sorte toccata al “regolamento degli impianti della telefonia mobile” che si sarebbe dovuto adottare, al fine di garantire forme di tutela della salute pubblica minimizzando l’esposizione della popolazione ai campi elettromagnetici, nel più breve tempo possibile e comunque entro il 31 agosto u.s.
 
A oggi, 8 novembre 2021, del regolamento non esiste neanche una bozza e non abbiamo nessuna arma da opporre alle richieste, quando lo richiedono, dei gestori telefonici che si stanno dando un gran da fare con il 5G.
 

 
Mantenere le promesse e rispettare gli impegni presi oggi sembrano essere divenuti valori deboli e improvvisati, mentre un tempo la parola di una persona valeva quanto la sua firma. Le persone riflettevano attentamente sulla loro possibilità di mantenere le promesse prima di acconsentire a qualcosa.
 
Era sicuramente un modo più rispettoso di vivere!
 
Quando non mantieni la parola data perdi la fiducia e il rispetto degli altri e, non di rado, maggioranza e opposizione dopo aver deliberato ed essere usciti dalla sala consiliare sembrano dimenticare immediatamente quanto si erano impegnati a fare.
 
Tuscania Parking Commission Docet!
 
Renato Bagnoli
 



2 commenti
mani tese
2021-11-11 15:35:26
Tuscania Parking Commission Docet!.....una mano lava l'altra e tutte e due lavano il viso.
Giuseppe Catalini
2021-11-11 20:03:00
Tranquilli!
Stanno cercando i possibili membri della commissione consiliare competente.
Probabilmente non ci sono competenti ...

Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu