● - LA GIUNTA BARTOLACCI NON SA COS'E' IL RISPETTO DELLE MINORANZE - Succede a Tuscania - Toscanella - 2017


Zodiac  


Citazione spirituale

LIBRERIADELSANTO.IT

 LIBRERIADELSANTO.IT
Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

● - LA GIUNTA BARTOLACCI NON SA COS'E' IL RISPETTO DELLE MINORANZE

Pubblicato da in Blog Toscanella ·
Il Movimento 5 Stelle informa i cittadini che non parteciperà per protesta, alla seduta del Consiglio Comunale indetto per la mattina di domani lunedì 7 agosto alle ore 12. Le motivazioni che ci hanno spinto come gruppo a tale gesto, sono da ricondurre all'ormai consolidato modo irrispettoso di amministrare questo Paese, che non tiene in alcun modo conto né delle minoranze né tanto meno di leggi e Regolamenti.

Ricordiamo, infatti che l'ultima seduta consiliare si era conclusa con il mancato numero legale imposto dal Sindaco Bartolacci ai suoi fedeli consiglieri per non far discutere la nostra mozione sulla Riserva naturale e per non dare risposte alle numerose interrogazioni delle opposizioni che ancora attendono da mesi di venir portate in aula.
Bene, i Regolamenti stabiliscono che i punti all'ordine del giorno non affrontati in seguito ad una sospensione di seduta, entrano di diritto all'inizio della prima seduta utile successiva. Il nuovo presidente del Consiglio Nicolosi di tutto questo non se ne è minimamente curata, disattendendo le normative e facendo perciò da subito comprendere a tutti noi, la parzialità con la quale affronterà questo suo nuovo ruolo. Ma vi è di più. La seduta consiliare di domani è stata convocata in pieno orario lavorativo sfavorendo la partecipazione dei cittadini e quella dei consiglieri di minoranza che oltretutto si sono ritrovati nuovamente a sedute convocate senza passare per la capigruppo come sancisce il Regolamento e con integrazioni e consegna del materiale a 24 ore dalla seduta stessa.
 
Oltretutto sono state disattese anche quelle che sono le direttive date dalla Dirigente della Prefettura di Viterbo che, a seguito del nostro esposto, aveva chiesto che le sedute venissero fatte fuori l’orario di lavoro.
Ormai siamo di fronte ad una totale spaccatura tra maggioranza ed opposizione, con una Giunta in totale difficoltà (vedi pignoramento, scandalo raccolta differenziata, delibere sbagliate sulle adozioni dei cani solo per citare le ultime settimane), Giunta che ha come unica via d'uscita, quella di mostrare i propri muscoli evitando ogni tipo di confronto e discussione con le minoranze, ostentando sempre più il non rispetto di chi dovrebbe controllare il suo operato. D'altronde che a questa maggioranza non piacessero le regole ed il buonsenso, ne abbiamo avuto riprova ultimamente anche con i parcheggi per disabili, che sono stati fatti occupare senza alcun controllo.
 
PER NON PARLARE DEI 7.500 € CHE ORMAI, QUASI UN ANNO FA, FURONO RACCOLTI PER I TERREMOTATI E CHE, IN QUELLE TERRE MARTORIATE, NON SONO MAI ARRIVATI!
 
TALI MANCANZE GRIDANO VENDETTA ANCOR PIÙ DELL'ASSENZA DI QUALSIASI PRINCIPIO DEMOCRATICO!
M5S Tuscania
 



32 commenti
Voto medio: 1324.3/5
Renato
2017-08-07 11:21:41
Persistere rigidamente in un atteggiamento anche quando ciò sembra essere palesemente irragionevole o inopportuno, agire e pensare sempre a modo proprio senza sentire ragioni o preoccuparsi d’aver ragione quanto, invece, di far credere d’aver ragione non è il modo con il quale i cittadini vorrebbero fosse amministrata la loro città.
aldo
2017-08-07 11:32:06
Noi cittadini siamo stufi di questi amministratori che manco rispondono ai problemi che ogni giorno abbiamo! Questo chiudervi a riccio per paura del confronto non vi porterà da nessuna parte!
Gigi Pica
2017-08-07 11:34:01
E' veramente poco corretto che non si rispetti un'indicazione legittima del prefetto e questo non far parlare la minoranza, è una mancanza di democrazia che non vedevo da tempo, è cambiato il presidente del consiglio comunale, ma tutto è rimasto come prima.
A quando una risposta dura da parte della minoranza?
Cencio
2017-08-07 11:35:15
Me lo sarei immaginato, quando ho letto nella pagina principale del Blog di Toscanella delle due date e orari dei due consigli comunali, che il M5S avrebbe fatto l'ennesima e giusta denuncia nei confronti della nostra ben amata amministrazione comunale, a mio parere oramai non c'è più molto da dire, questo continuo atteggiamento da parte della bellissima amministrazione coaudiovata dal nostro ben amato sindaco che decide tutto lui fa tutto lui e in questi ormai quasi quattro anni non ha fatto un cazzo solo che feste, caro sindaco non si amministra così un paese che oramai è al totale sbando in tutto e per tutto lei e la sua bella amministrazioni avete fatto troppi errori e sapete quali a comminciare dalla festa una matriciana per Amatrice dove tutto il paese ha partecipato con grandissimo orgoglio e sodisfazione, sono stati raccolti i soldi i famosi 7500 euro ma ad Amatrice non sono mai arrivati chissà che fine avranno fatto? SOLDI DEGLI ONESTI CITTADINI DI TUSCANIA, la tanto osannata immondizia differenziata, che il caro dottore ha studiato per tre anni per fare un progetto perso nottate e alla presentazione del progetto che si scopre che è stato copiato da un'altro comune, il dottore che fa dopo questa scoperta abbandona l'aula consigliare senza dire niente bello veramente bello. VOI CARI AMMINISTRATORI E SINDACO IN TESTA in questi anni di amministrazione del paese a mio parere avete sempre pensato che il popolo di Tuscania sia un popolo che capisce poco e avete fatto quello che vi è parso ed invece no con tutti i fatti che sono stati denunciati da una buona opposizione in particolare il M5S qualche cosa avete corretto ma è sempre poco per quello che avete combinato, di dimettervi non ne parlate affatto, perciò ve lo ridico con il cuore in mano se volete salvare quel po di faccia dignitosa che vi è rimasta DIMETTETEVI.
Renato
2017-08-07 14:17:31
@M5s: Qui non si tratta di non voler uniformarsi alle richieste della vice Prefetto, di non voler rendere conto ai cittadini o di mancare di rispetto alla minoranza. A mio avviso sembrerebbe trattarsi di una cosa peggiore: INDIFFERENZA!
Louis
2017-08-07 17:46:38
@ M5S Ma i vari regolamenti che vengono regolarmente disattesi cosa prevedono per le inosservanze ?
Gigi Pica
2017-08-07 19:39:15
Oggi su facebook, sul profilo di Obiettivo comune ho chiesto che fine hanno fatto i soldi della cena all'Amatriciana di quasi un anno fa, mi hanno risposto:

"Ci meravigliamo che Giggi Pica sempre attento a tutto gli sia sfuggito cosa hanno deciso di fare le Associazioni con i fondi per Amatrice. Potrebbe chiedere e gli si sarebbero fornite tutte le spiegazioni e la documentazione, non ci sono ne misteri ne segreti, è stato semplicemente disattento.

Mi domando: "sono scemo io che non sono informato oppure c'è qualcosa che non va..??" Vi chiedo:

Ma voi lo sapete che fine hanno fatto quei 7.500 euro raccolti..??

Non lo faccio mai, ma vi prego di rispondere se voi ne siete a conoscenza o meno e se le associazioni che hanno partecipato alla raccolta sanno qualcosa o meno, perché anche loro sono corresponsabili in questa discussa vicenda.
franco
2017-08-07 21:41:28
Io non so nulla...ma dico: è normale che sulla beneficienza l'amministrazione comunale e le associazioni coinvolte tengano tutto questo segreto???
Cittadino
2017-08-07 22:42:34
Mi sembra strano che nessuno abbia capito la motivazione (vera) per cui questa Amministrazione convoca i Consigli Comunale in orari antimeridiani in giorni lavorativi.
La soluzione è semplice in quanto questa Amministrazione non vuole che i cittadini partecipino al Consiglio e non vuole che i cittadini parlino al Consiglio perchè ormai molti sono contrari alle scelte scellerate che effettuano e lo manifestano nel posto giusto in cui lo dovrebbero fare, ovvero in un Consiglio Comunale.
Basta vedere cosa è successo nei Consigli scorsi.
Miriam
2017-08-08 01:54:19
Louis
Ci si rivolge al Prefetto, che è stato ulteriormente informato da tutta la minoranza di tutto ciò che sta accadendo in Consiglio. Attendiamo un suo intervento. Purtroppo siamo nel periodo vacanziero ed i tempi potrebbero allungarsi.
Luca
2017-08-08 05:57:28
Le sete lelle...art 79 TUEL.... le convocono a mezzogiorno perché così quelle che lavorono a viterbe a le undici e mezzo hanno finito de scalla la sedia. Me sa che ancora nun l'ete conosciute bene.
Namo avanti che me vie da ride.

Art. 79 TUEL
Permessi e licenze

1. I lavoratori dipendenti, pubblici e privati, componenti dei consigli comunali, provinciali, metropolitani, delle comunità montane e delle unioni di comuni, nonché dei consigli circoscrizionali dei comuni con popolazione superiore a 500.000 abitanti, hanno diritto di assentarsi dal servizio per il tempo strettamente necessario per la partecipazione a ciascuna seduta dei rispettivi consigli e per il raggiungimento del luogo di suo svolgimento. Nel caso in cui i consigli si svolgano in orario serale, i predetti lavoratori hanno diritto di non riprendere il lavoro prima delle ore 8 del giorno successivo; nel caso in cui i lavori dei consigli si protraggano oltre la mezzanotte, hanno diritto di assentarsi dal servizio per l'intera giornata successiva.


Louis
2017-08-08 09:33:10
Grazie per la risposta. Leggendo la tiepida risposta del Vice Prefetto credo che non ci si possa aspettare molto dalle nuove rimostranze. " Preferibilmente" continueranno a fare come gli pare.
P. S. ma non era più semplice rispondere sulla destinazione dei 7.500 € e soprattutto indicare la data di consegna?
Rassegnato
2017-08-08 09:38:26
Ora dal cappello magico uscirà una qualsiasi associazione che confermerà di aver utilizzato i soldi inviandoli o acquistando qualcosa da inviare ad Amatrice...succederà anche questo,tranquilli,tutto si può...
Cencio
2017-08-08 10:25:11
Spero vivamente che l'intervento del signor Prefetto sia duro e sbrigativo, perchè davvero non se ne può più di questi personaggi che pensano di amministrare così una città come Tuscania.
Baldo
2017-08-08 11:30:09
Ho sentito dire che che sono stati comperati 7.500,00 euro di ventresca per Amatrice.

Secondo me hanno sbagliato : dovevano mandare la guanciola.
Mastropretorio
2017-08-08 12:18:22
Purtroppo i consigli si devono convocare "preferibilmente" fuori dall'orario di lavoro e noi abbiamo capito che la maggioranza gioca sul "preferibilmente" fregandosene completamente delle esigenze della minoranza e dei cittadini che in orario di lavoro non possono partecipare come pubblico. Evviva la democrazia.
Mastropretorio
2017-08-08 12:26:51
Sig. Gigi Pica, i soldi di un ente non posso essere messi sotto il materasso come facevano i nostri nonni, ci deve essere tracciabilità, i soldi riscossi per l'amatriciana non possono essere volatilizzati, la maggioranza si deve togliere questo problema facendo semplicemente chiarezza, come chiari sono i conti di Crescere con Lode che sono pubblicati puntualmente e con grande trasparenza.
madmax
2017-08-08 13:55:12
Tutte chiacchiere da popolino che quando ha avuto occasione di cambiare alle ultime elezioni ha votato sperando in favori personali.consiglio alle prossime elezioni di riprendere non i consigli comunali ma chi festeggia al bar con i vincitori e di pubblicare le riprese almeno quando qualcuno si lamenta gli viene rinfrescata la memoria.io non li ho votati perché se devo richiedere qualcosa lo faccio perché è lecito e non cerco sotterfugi per fregare gli altri, vedi appalti o permessi di costruire.
Renato
2017-08-08 14:50:09
Quello che segue è un estratto di una intervista rilasciata dal sindaco nel dicembre 2014.

Tuscania – “Un sindaco più umano, un comune aperto a tutti”.
http://www.tusciaweb.eu/2014/12/sindaco-umano-comune-aperto-tutti/

Fabio Bartolacci fa un’analisi dei primi mesi di amministrazione alla guida del comune di Tuscania ed è convinto di aver già lasciato la sua impronta avendo creato un rapporto più diretto e aperto con la gente. “Sento di aver creato un rapporto con la gente più aperto, umano e trasparente. Ho chiesto alla mia squadra di essere persone normali e di ricoprire il loro ruolo con responsabilità e impegno. Per lavorare bene, serve armonia”.
Bartolacci pensa già di aver lasciato la sua impronta. Il suo obiettivo è renderla più incisiva.

“Un sindaco più umano e un comune aperto a tutti!!?”
Chissà come si sarebbe comportato se non lo fosse stato, visti gli ultimi rapporti con l’opposizione e con due concittadine: una consigliera e una signora? Ma più umano rispetto a chi?. Forse i suoi predecessori erano alieni, che provenivano da un altro pianeta, o appartenevano ad una specie sconosciuta del regno “animale”? Non commento le sue affermazioni circa gli intendimenti e gli obiettivi dichiarati nell’intervista ma è innegabile il fatto che il sindaco stia lasciando la SUA IMPRONTA e, come voleva, l’ha resa MOLTO INCISIVA, in tutti gli ambiti, ma soprattutto nel rapporto con la gente e i consiglieri di opposizione. Chissà se oggi i tuscanesi utilizzerebbero gli stessi tre aggettivi, che usò all’epoca il sindaco, per descrivere i suoi rapporti con i cittadini?.

P.S. A proposito di tagli agli sprechi: Ma i consigli comunali tenuti durante l’orario di lavoro non vanno ad influire sulle casse comunali? Se si svolgessero dopo le ore 18 non sarebbero quasi a costo zero e permetterebbero a tutti i consiglieri e ai cittadini, che lo volessero, di partecipare?
Miriam
2017-08-08 15:27:03
Per Luca
i permessi retribuiti spettano " di diritto"a tutti i dipendenti pubblici e privati che ricoprono ruoli istituzionali. il problema è che non tutti i consiglieri ritengono giusto assentarsi dal lavoro quando basterebbe spostare le sedute nel tardo pomeriggio o la sera e conciliare entrambe le cose. Nella maggioranza, non solo chi lavora a Viterbo potrebbe usufruirne, ma anche chi lavora a Roma. Non a caso la normativa dice che dovrebbero essere fatti, "preferibilmente" cioè possibilmente in orario non coincidente con quello lavorativo proprio per consentire a tutti la partecipazione. Nel caso per es di Fabio Rossi che lavora in proprio, sarebbe costretto a perdere una giornata di lavoro perciò non retribuita, ogni seduta di commissione o consiglio. È giusto secondo voi? Tante volte l'ha fatto ma non sempre è possibile. Per non considerare poi che in tal modo, nemmeno i comuni cittadini possono parteciparvi perché anch'essi, lavorano. Sottolineo che tali osservazioni vengono sollevate dal nostro gruppo da quando si son insediati. Ma è sempre stato sempre un muro contro muro.
Luca
2017-08-09 07:17:35
@ Miriam
Vedi perché non mi piacciono i 5 stelle? Anche quando anche si fa del sarcasmo pro bono sono talmente presi dal ruolo di novelli moralisti che non si rendono conto di quando scivolano nel ridicolo (vedi la barzelletta degli scontrini per i rimborsi appena eletti in parlamento). Concordo sul fatto che debba essere data la possibilità a tutti di partecipare alla vita pubblica con il minimo disagio. Permettimi anche, però, di farti notare che fare politica attiva comporta oneri e onori e, ognuno, prima di impegnare i prossimi 5 anni della sua vita in tale nobile attività dovrebbe essere ben conscio soprattutto dei primi, ergo, se hai scelto di concorrere e ti hanno eletto non puoi lamentarti se il consiglio è troppo presto, troppo tardi, dura troppo, dura poco, non si concilia con la tua attività etc etc. Aldilà delle chiacchiere, se lo rileggi il post era ben mirato e, se ancora non è chiaro ti ci metto i sottotitoli: chi è della maggioranza che lavora a viterbo? E soprattutto: chi in pubblici uffici (a scaldare la sedia)? Ribadisco: penso non abbiate ancora capito bene con chi avete a che fare, ne voi ne tanti che li hanno votati. Per certe persone, l'avverbio preferibilmente compare magicamente nel lessico solo se seguito da: e compatibilmente con i miei interessi! (Che non collimano certo con quelli dell'opposizione ne di larga parte della popolazione). Prosit!
Miriam
2017-08-09 11:22:08
Per Luca,
mi spiace che lei abbia pregiudizi nei miei confronti perché per la verità il mio intervento era per supportarla, e mi spiace che lei lo abbia visto come un attacco, perché era tutt'altro. Ho iniziato infatti premettendo che è nel loro diritto usufruirne perché questo è un dato di fatto, ho sottolineato però anche, che vi son persone che vi rinunciano, come il caso di una consigliera dell'opposizione. Visto che la cito, significa che la porto come esempio. Questa persona, ha fatto sempre con noi la battaglia nel fare i consigli e le commissioni in orario non lavorativo. Poi ho specificato non solo Viterbo ma anche Roma. Anche in questo caso era un rafforzativo di ciò che lei aveva scritto, come per dire, son di più! Abbiamo infatti chi lavora a Roma, c'è infatti un assessore che viene da là.
Riguardo invece al fatto che quando uno si candida deve sapere a ciò che va incontro, concordo ancora una volta con lei, non abbiamo mai contestato i ritardi fine a se stessi perché ci possono stare ma sempre per il discorso permessi! Cerco di spiegarmi meglio, che senso ha convocare le commissioni alle 8 se poi iniziano alle 12.40 come l'ultima a cui ho partecipato? Per assentarsi dal luogo di lavoro? Fabio dovrebbe invece perdere una giornata lavorativa retribuita! Spesso ci è andato ma capisce che è impossibile farlo ogni volta. Chi ha parlato per la prima volta di permessi retribuiti sono stata io, mi sono addirittura andata ad informare al sindacato per capire come funzionano, e ciò glielo dico proprio perché ci siamo chiesti, ci sarà forse un abuso?
Come vede, non siamo così ingenui ed è per questo che cerchiamo sempre di parlarne e di tenere alta l'attenzione.
Tare
2017-08-09 16:01:28
Buonasera a tutti, mi sembra che si fanno troppe e inutili chiacchiere, i 5S hanno chiesto lumi al Prefetto il quale è stato chiaro scrive preferibilmente poichè non può imporre una cosa che spetta ai consiglieri dunque è una domanda senza senso ( senza offendere nessuno), la maggioranza deve garantire il numero legale e non accontentare i consiglieri, dunque i consigli giustamente si fanno quando tanti consiglieri danno la loro presenza affinchè si raggiunga il minimo per far si che la seduta sia valida, che fanno si danno la zappa sui piedi, convocano un consiglio per far contenta l'opposizione poi la maggioranza non ha i numeri per approvare le delibere o addirittura per rendere legale il consiglio? A ragione Luca quando ci si presenta si può anche perdere e se si perde allora che si fa si vogliono mettere consigli e commissioni quando lo si vuole? Non ci siamo, così come Miriam non sono d'accordo che in altri orari la gente viene al consiglio ho visto tante riprese anche in altri orari, altre volte sono venuto e tutta questa affluenza non la ho mai vista se non qualche persona in più ma si contano sul palmo della mano, un anno fa ho assistito ad un consiglio che parlava di bilancio uno dei punti più importanti di un comune a dire tanto c'erano 10 persone, quando un consiglio interessa e la gente vuole andare va , certo la sera è più comodo per tante ragioni, ma in generale alla gente poco gliene importa. E' anche vero che Rossi è uno dei più presenti ma anche troppo fiscale e puntiglioso poichè la maggior parte delle sue prese di posizione sono di argomenti che alla gente non importa, inoltre dovrebbe distaccarsi dagli altri. Diciamo anche che i consiglieri che sono in Giunta non prendono gettone di presenza e coloro che lo prendono maggioranza e minoranza parliamo di pochi euro, in commissione non ci sono gettoni dunque in qualsiasi orario si fa consiglio i costi sono sempre gli stessi.
Tuscanese
2017-08-09 20:04:29
Senza fare tanti giri di parole.
A Lei signor/ra Tare, le pare corretto non conciliare le esigenze anche dell'opposizione? Le pare corretto che quasi ogni volta le sedute di commissioni e consigli vengono fatte di mattina? Le pare corretto nei confronti dei cittadini prendere, ammesso che sia vero come dice la signora Miriam, un giorno di permesso e non essere quasi mai puntuali e perdere magari una giornata di lavoro quando si potrebbero fare entrambe le cose?
Le pare corretto, come lei dice, affermare che tanto i cittadini non seguono? E' questa forse una valida giustificazione. Suvvia! E se qualcuno volesse invece seguire e non viene messo nelle condizioni di farlo?
Siamo onesti per una volta e riconosciamo che quello che stanno tenendo, non è un comportamento corretto.
Puntuale
2017-08-09 21:44:49
Tare ho smesso di frenarmi a risponderti quando ho letto "che i consiglieri che sono in Giunta non prendono gettone di presenza"

Chi sta in Giunta prende lo stipendio mensile ecco perchè non può prendere il gettone!

In particolare:

SINDACO:2.509,98€
VICE SINDACO:1.254,99€
ASSESSORI:1.129,49€
xxx
2017-08-11 13:10:40
Mastrorestorio i soldi sono delle associazione e non del Comune.
max
2017-08-12 18:14:40
ma perchè nella fotografie ci sono quei brutti cerchi che coprono i visi? E' una foto pubblicata su facebook da Obiettivo Comune.
Renato
2017-08-12 19:05:40
@max: Forse perche' non tutto cio' che viene pubblicato da altri e' sempre in linea con le normative vigenti.
max
2017-08-13 21:00:11
Ma sei sicuro che è cosi' ? Siccome non è come dici tu.

Io ridomando come mai alcuni visi sono oscurati?
Gigi Pica
2017-08-13 21:46:01
Max... sarà per la PRAIVASI'....??
max
2017-08-14 07:33:56
Pica Gigi, quelle foto hanno girato x tutto il web..
Lupus
2017-08-18 18:28:35
Al signor o alla signora TARE, ma anche a chi ancora non ha le idee chiare.

Per poter assicurare la presenza dei Consiglieri e rendere utile e valida la seduta del Consiglio Comunale, esiste una norma sistematicamente disattesa da questa maggioranza e dai vari Presidenti del Consiglio: la convocazione dell'assemblea dei Capigruppo.

In questa riunione ogni rappresentante di ciascuna forza politica può accordarsi con gli altri e individuare Ordine del Giorno, data e orario condivisi.
In una Democrazia rappresentativa funziona così.

Poi magari in Consiglio si vota e prevale la volontà dei più, rispetto a quella delle minoranze, ma non si preclude a nessuno il diritto di prendere parte alla discussione.
Capisco che alla maggioranza interessi la sola presenza dei suoi 8 Consiglieri, per approvare i punti messi all'Ordine del Giorno dalla stessa maggioranza. E magari da qualcuno dell'Amministrazione Bartolacci gli interventi delle minoranze sono visti come un fastidio, ma in Democrazia le cose funzionano diversamente da altri sistemi che democratici non sono.

Altra cosa che sfugge a TARE (ma non solo a lui/lei) è che quando un Consigliere di maggioranza o un Assessore si assenta dal lavoro per prendere parte ad una riunione di Consiglio, una Commissione o svolgere un compito istituzionale, la sua assenza dal lavoro ha un costo. Un costo che ricade sulla collettività.
La Legge prevede che appunto l'amministratore sia messo in condizione di adempiere al meglio agli incarichi della sua carica, ma la correttezza vuole che lo stesso amministratore adoperi certe norme al meglio e non attinga a piene mani.
Recentemente è stato convocato un Consiglio Comunale a pochissimi giorni di distanza dal precedente ed entrambi avevano un solo punto all'Ordine del Giorno.
Se questo può essere considerato un esempio di un oculato uso delle risorse pubbliche, io sono Napoleone!

Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu