● -IN FILA ALL’ALBA PER PRESTAZIONI SPECIALISTICHE SEMPRE PEGGIORI - Succede a Tuscania - Toscanella

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

● -IN FILA ALL’ALBA PER PRESTAZIONI SPECIALISTICHE SEMPRE PEGGIORI

Pubblicato da in Blog Toscanella ·

Poco tempo fa, per fare le analisi presso il laboratorio della sede ASL di Tuscania, bastava recarsi presso il CUP della sede, muniti di impegnativa del medico curante, pagare l'eventuale ticket nei giorni precedenti e ricevere un foglio nel quale era indicata la data e l'ora nella quale recarsi per il prelievo . Tutto bene.
 
Attualmente le cose sono cambiate (e come sempre in peggio) . Il paziente deve recarsi nella stessa mattina della prestazione prima allo sportello del CUP effettuare il pagamento poi accedere alla sala prelievi.
 
Per poter sbrigare in tempi brevi la faccenda e per essere i primi nell'ordine di arrivo le persone sono costrette a recarsi presso la sede ASL alle prime ore dell'alba e mettersi in fila nel cortile (all'aperto) degli uffici diciamo almeno un'ora prima dell'apertura.
 
E' uno spettacolo indecoroso da tenere conto che ci sono persone anziane, vecchi, malati che senz'altro in quella situazione non trovano giovamento alla loro salute.
 
Qualche minuto prima dell'orario di apertura degli uffici viene permesso l'accesso alla sala d'aspetto. Alle 8 apre lo sportello del CUP e iniziano le operazioni di pagamento del ticket nello stesso ordine dell'arrivo nel cortile.
 
Altro problema si verifica alla cassa che molto spesso è carente di moneta per cui l'assistito è costretto ad uscire dall'ufficio per andare a cercare di cambiare il taglio del contante.
 
A quell'ora i pochi negozi che si trovano nelle vicinanze sono chiusi e quindi si ricorre al bar vicino che bontà sua spesso deve intervenire alla carenza di moneta della struttura sanitaria,
 
Si ritorna al CUP si paga il ticket poi si scende alla sala sottostante per fare i prelievi. Tra l'inizio della fila nel cortile e la conclusione della prestazione per andar bene tutto filando liscio senza alcun intoppo, passa almeno un'ora cosa che con il vecchio sistema non succedeva, il tutto veniva sbrigato in poco tempo e senza disagio per l'assistito. Non si tiene conto minimamente dei bisogni della popolazione che come sempre è succube di una cieca soffocante e inefficiente burocrazia che la allontana dalle istituzioni.

Alberto Arieti



2 commenti
Renato Bagnoli
2022-10-24 16:58:00
Quando c'è da lamentarsi per "l'abbandono della strada Tuscanese" il primo cittadino attacca a suon di lettere, articoli e post la Provincia e la Regione.

Ora aspettiamo di vederlo puntare il suo dito indice contro l'ASL per la tutela della salute dei suoi concittadini più fragili.
Luigi Pica
2022-10-26 13:40:19
Il sindaco, come prima autorità sanitaria di Tuscania si deve occupare della salute dei cittadini..

Articoli recenti
Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu