● - PIANIFICAZIONE O IMPROVVISAZIONE? - Succede a Tuscania - Toscanella - 2019


Zodiac  
Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

● - PIANIFICAZIONE O IMPROVVISAZIONE?

Pubblicato da in Renato Bagnoli ·
Nei giorni scorsi si sono svolti i festeggiamenti in onore dei SS Martiri e per due eventi dichiarati a “rilevante impatto locale”
 

 
il sindaco, con le ordinanze n. 75 e 92 e “visto il piano di emergenza comunale”,
 

 
ha deciso, “per la gestione degli stessi e al fine di coordinare i servizi di soccorso e coordinamento alla popolazione e per fronteggiare eventuali emergenze”, di attivare il Centro Operativo (COC) presso
 

 
e i responsabili delle funzioni di supporto.
 

 
Facendo poi riferimento a tutta una serie di leggi, decreti, note e circolari
 

 
ha deciso anche di attivare, “al fine di soddisfare le esigenze di sicurezza e pubblica incolumità” le associazioni di volontariato quali la CRI e il Gruppo di ProCiv.
 

 
Sino a questo punto non ci sarebbe nulla di strano se non fosse per alcune incongruenze quali:

 
1)      Il piano di emergenza del nostro comune non prevede nulla riguardo “eventi a rilevante impatto locale” e pertanto non si capisce a quali disposizioni pre-pianificate, i responsabili delle funzioni di supporto, avrebbero dovuto fare riferimento;
 
2)      Il piano di emergenza indica due siti ove, dal gennaio 2017, avrebbero dovuto essere predisposti il COC primario (campo sportivo Fioravanti) e il secondario (Municipio) ma, contrariamente a quanto previsto, si è deciso, in 4 e 4otto, di spostarlo presso il comando della P.L.;
 
3)      Il nostro piano prevede che le funzioni di supporto siano espletate da 4 responsabili, mai nominati e formati per la gestione delle emergenze, che sono l’Arch. Chiatti, il Cte Belli (in pensione dal gennaio 2018), la sig.ra Pucciotti e il sig. Cesetti. Tre di costoro, non si sa come ma soprattutto perché, sono stati sostituiti da due dipendenti comunali e un cittadino che non sono mai stati nominati e tantomeno formati precedentemente.
 

 
4)      Le norme in vigore prevedono che i responsabili di funzione debbano essere nominati con decreto sindacale, trasmesso poi agli stessi, a Regione, Provincia e Prefettura ma ciò non è mai stato fatto così si pensa che sia sempre possibile sostituirli a piacimento e a seconda del gradimento;
 
5)      Per quanto riguarda l’impiego del personale del Gruppo di ProCiv, nessuna delle leggi, decreti, note e circolari, citate a premessa delle ordinanze, prevede la possibilità di un loro impiego al fine di soddisfare le esigenze di sicurezza e pubblica incolumità durante eventi o manifestazioni che abbiano le caratteristiche dei due in questione.
 
Concludendo: I piani di emergenza comunale vengono redatti al fine di pianificare nei minimi dettagli tutte le procedure, il personale e i mezzi da doversi impiegare in caso di calamità/emergenza affinché nulla sia lasciato all’improvvisazione.
 
Tutto il personale indicato nel piano deve essere nominato e formato.
 
Quello che è stato messo in atto non risponde neanche lontanamente alle procedure che si sarebbero dovute seguire anche solo per l’attivazione del Centro operativo comunale.
 
La sicurezza e la pubblica incolumità si possono cercare di tutelare solo con una attenta pianificazione e uno scrupoloso rispetto delle procedure standardizzate in sede di redazione del piano, e non con l’improvvisazione.
 
Per quanto riguarda la cultura della prevenzione e dell’incolumità pubblica il nostro comune deve ancora fare molta strada.
 
Di questo passo non andremo mai da nessuna parte.
 



3 commenti
Voto medio: 130.0/5
Capo
2019-08-15 08:43:39
Lui è il sindaco e può fare ciò che vuole, ha vinto! Mica vorrete tirare in ballo democrazia,leggi, regolamenti e cavilli vari voi semplici cittadini ? lui ha da fare davvero, mica può perdere tempo con chiacchiere varie....ci manca solo un comizio per chiedere pieni poteri e poi l'emulazione sarà completa. Va di moda così!
Baldo
2019-08-15 13:36:04
Queste sono le amministrazioni di sinistra purtroppo.
pino
2019-08-16 18:02:23
no ma l'importante che famo le presenze,le foto le selfiee,che se piamo meriti altrui,che scarichiamo il barile con gli amministratori di 30 anni fa poi del resto non ce frega...........!!!!!!!!!!!!!!!

Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu