● – LA CASA DELLE FARFALLE A TUSCANIA: INAUGURAZIONE IL 15 GIUGNO - Succede a Tuscania - Toscanella

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

● – LA CASA DELLE FARFALLE A TUSCANIA: INAUGURAZIONE IL 15 GIUGNO

Pubblicato da in Dal Web ·

 
di Carolina Trenta
 
Il fascino dei loro colori, quella particolare bellezza che attira ogni persona, piccola o grande che sia: per conoscere davvero tutto di questi meravigliosi insetti abbiamo scoperto che proprio nella Tuscia, a Tuscania, c’è la Casa dei Fiori Volanti. Qui nascono e crescono delle bellissime farfalle della specie Macaone e Cavolaia Maggiore: a curarsi di loro è Davide Savino, in un habitat ideale all’interno di un terreno collocato sulla strada Martana. Un micro mondo che esprime delicatezza e incanto, dove poter accompagnare i propri bambini a scorgere tutti gli stati di crescita e di evoluzione di questi stupendi insetti, e magari farne un regalo a qualcuno nel suo giorno speciale, come simbolo di buon auspicio.
 
Definiamo le farfalle creature effimere, delicate, che possono scomparire facilmente come filamenti di una ragnatela, ma che in realtà sono molto più forti. Cerchiamo di scoprirne di più da Davide, di capire soprattutto come si concretizza questa idea molto particolare che nasce spontaneamente da un amore per la natura, ma che dice molto di più.


 
Chi è Davide Savino e come sviluppa l’idea della casa delle farfalle?
 
Sono un quarantenne  ex giornalista, nato a Napoli. Prima del 2020 già mi ronzava per la testa l’idea di comprare un pezzo di terra nel viterbese per produrre l’olio, ero stanco della vita frenetica che conducevo, ma è durante il lockdown che la cosa si è concretizzata. All’epoca ero fidanzato con una ragazza di Tuscania ma la storia è finita e per farmi perdonare e mantenere il legame con questo territorio, ho deciso di dare vita a una casa delle farfalle. Leggere, poetiche, colorate e protagoniste.
 
Perché ha scelto le farfalle? Come è avvenuta l’ideazione di questo spazio?
 
L’’idea mi piaceva, e andava oltre, volevo sfruttarla per crearne una azienda agricola: ho acquistato una serra di 210 mq, mi sono dato un anno di tempo per allevare le farfalle e imparare quante più cose possibile. Adesso la serra è pronta, voglio mostrare e condividere con tutti la bellezza di questi insetti. Questa ormai è diventata la mia professione, infatti oltre ad allevare farfalle l’azienda produce anche olio e prodotti da orto.
 
Con lei come è andata? È riuscito a farsi perdonare?
 
Non siamo più tornati insieme ma è rimasto il rapporto collaborativo . Oggi è un valido aiuto nella gestione dell’azienda …
 
Ci racconti il ciclo vitale delle farfalle: la maggior parte di esse vola da maggio fino ad agosto … poi tutto si ferma?
 
Io mi occupo dell’allevamento di farfalle autoctone, il loro arco di vita è primaverile – estivo; in autunno i bruchi rimasti si chiudono in diapausa (una specie di letargo) fino alla prossima primavera, poi il ciclo ricomincia. Vorrei provare ad allevare queste farfalle anche in inverno, in un ambiente riscaldato … non è poi così difficile farle crescere in casa!
 
Come si riesce a capire che il bruco ormai “maturo” è pronto a trasformarsi in crisalide?
 
Due giorni prima della trasformazione il bruco smette di mangiare e si immobilizza in un angolo, tesse un filo intorno al suo corpo e si trasforma in crisalide. A quel punto il bruco contenuto all’interno si scioglie, diventa un liquido, per poi ricomporsi sotto forma di farfalla.


 
Qual è il periodo ideale per la visita?
 
Quest’anno i periodi di maggiore sfarfallamento li avremo a fine maggio/inizio giugno e fino agosto/inizio settembre. Tuttavia, è comunque possibile ammirare le farfalle per un arco di tempo più lungo: infatti, a luglio ci sono sempre delle farfalle nate in ritardo, e all’interno della serra qualcosa si vede anche a maggio e ottobre.
 
Quello delle farfalle è un dialogo forte, osservato nel brusìo intenso che accompagna lo schiudersi della primavera e la sua maturazione fino alle soglie dell’estate … quale è il momento più affascinante?
 
Sicuramente a giugno. I fiori sono spuntati, la primavera a ridosso dell’estate è nel pieno del suo splendore e le farfalle vanno di fiore in fiore; il fenomeno poi si stabilizza, ed è da quel momento in poi che intervengo io. Infatti, spetta a me rendere bella la serra anche quando non c’è più lo sfarfallamento.
 
Le farfalle sono da sempre viste come creature estremamente delicate … come sono nella realtà?
 
Nella realtà l’uomo è il principale fattore di distruzione di quest’animale; infatti, se in una campagna non vengono usati pesticidi le farfalle volano, e tante. Esse poi sono anche insetti impollinatori, il loro contributo è fondamentale per il corretto funzionamento dell’ ecosistema … se le distruggiamo il danno è immenso, sia per l’ambiente che per l’uomo. Credo che noi, come esseri viventi, ci siamo allontanati un po’ troppo dalla natura.


 
Che cosa l’appassiona di più del contatto con le farfalle?
 
Sicuramente veder crescere e allevare i bruchi, per me è la parte più interessante. Quest’inverno appena trascorso, in cui li ho allevati in casa, è stato davvero appassionante, ho potuto imparare moltissimo sul loro modo di essere e … li ho sentiti vicini come degli amici.
 
Ha intenzione di fare della Casa dei Fiori Volanti una fattoria didattica?
 
Sì, c’è già l’idea di far avvicinare i bambini alle farfalle, alle scuole elementari vengono studiate. Mi piacerebbe anche fornire dei kit didattici con i quali ognuno può crescere il proprio bruco e provare le stesse emozioni che provo io durante il mio lavoro. In un futuro non troppo lontano sarebbe bello vedere la mia serra piena di bambini che scattano foto e si divertono!
 
La Sua scelta di cambiare vita è stata abbastanza radicale … Quale messaggio vorrebbe far arrivare ai suoi coetanei?
 
Vorrei  rassicurarli rivolgendomi ai tanti ragazzi che ancora vedono il lavoro in campagna come usurante e faticoso. Non è così, fidatevi. A fine di ogni giornata  quella stanchezza che io avverto è una reazione estremamente diversa rispetto a quella che sentivo quando tornavo a casa dopo aver trascorso ore al computer seduto ad una scrivania. Il contatto con la natura è appagante, fa bene all’anima. Ti fa sentire in pace con te stesso
 
L’obiettivo di Davide è quello di dare al nostro  territorio un valore aggiunto, una presenza magica e inconsueta con la creazione di un habitat ideale, che proprio in virtù del suo equilibrio naturale riesce ad essere ancora più bello agli occhi di chi lo guarda.
 
Il segreto non è prendersi cura delle farfalle, ma prendersi cura del giardino, affinché le farfalle vengano da te. (Mario Quintana)
 
Per chi vuole scoprire il magico mondo delle farfalle, l’indirizzo è il seguente:
 
CASA DEI FIORI VOLANTI
Località San Savino
Strada Martana, km 4800
Tuscania (VT)- tel. 3894738022
e mail: davide.savino@gmail.com

------------------------------
 


INAUGURAZIONE:
 
La casa dei Fiori Volanti a Tuscania, anche chiamata con affetto LA FARFALLERIA. Potrete vedere farfalle di diversi tipi, il tutto in una cornice di straordinaria bellezza. Val la pena farci un salto, l’ideatore è un giovane che ha scelto la Tuscia per viverci e impiantare il suo sogno. Il luogo è così magico, anche per la condivisione di idee e progetti. L’appuntamento è per il 15 giugno in strada Martana km.4.800, a Tuscania.
 
Orario: sabato-domenica continuato dalle 10.00 alle 19.00.- dal lunedì al venerdì 10.00-13.00, 17.00-19.00.
 
Per informazioni: tel. 389 4738022



1 commento
ultimo
2022-06-20 20:47:04
Bellissima iniziativa, un arricchimento culturale...dopo tanta povertà.

Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu