• - VANDALI E BULLI PADRONI DEL CENTRO STORICO - Succede a Tuscania - Toscanella - 2018


Zodiac  
Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

• - VANDALI E BULLI PADRONI DEL CENTRO STORICO

Pubblicato da in Corriere di Viterbo ·

 
Dal Corriere di Viterbo del 19/07/2018
Di Veronica Ruggiero
 
TUSCANIA - Movida all'Arco Baronale: scorribande, atti vandalici, schiamazzi e molto altro animano le nottate del centro storico. Cittadini disperati spesso costretti a chiamare le forze dell'ordine per porre fine alle sconsideratezze compiute da adolescenti, ma non solo, nelle serate estive. Un punto poco illuminato l’Arco Baronale, una volta luogo di passeggio per i turisti e decantata meta di visite guidate, con un affaccio privilegiato sulla valle del Marta, è diventato da qualche anno a questa parte ritrovo diurno per ragazzini e luogo di caos la notte.
 
Motorini a tutte le ore del giorno, che corrono a velocità sostenuta per le vie del paese, lanciandosi col mezzo in picchiata anche giù dalla scalinata che scende dall'Arco Baronale collegando via della Torretta con via Poggio Barone. La situazione non è migliore in via del Turco, dove sono presenti le scale sia in entrata sia in uscita, che è diventata una pista acrobatica per mezzi motorizzati su due ruote, causando non pochi problemi di sicurezza alla circolazione pedonale in particolare di bambini e animali.
 
Pochi giorni fa i residenti, che si stanno organizzando per creare un comitato, esasperati dalla situazione hanno consegnato l’ennesimo esposto al comune e, come sempre hanno fatto negli anni precedenti, lo hanno inviato in copia alle forze dell’ordine. Purtroppo, secondo quanto riportato dai cittadini residenti nella zona, le attività del branco non si limitano però al disturbo della quiete pubblica, ma vanno ben oltre.
 
“Da tempo questa zona, che doveva essere la più bella di Tuscania è diventata uno sfaceloraccontano alcuni residenti – Nelle nottate peggiori siamo stati costretti a chiamare le forze dell’ordine. Qualche volta ci siamo lamentati con i ragazzi per gli schiamazzi e gli atti di vandalismo che questi compiono a danno del patrimonio pubblico, dopo aver bevuto e magari fatto di peggio, ma abbiamo ricevuto in cambio solo violenza verbale e minacce.”
 
Nottate lunghe che nei casi peggiori si protraggono fino alle prime ore del giorno, in un’alternanza di gruppi di svariate età, e nel momento in cui la quiete sembra vicina arriva un nuovo gruppo magari di ritorno dalla serata in discoteca e la movida ricomincia.
 
“Imbrattano i muri con la loro urina e il vomitoraccontano ancora i cittadini – compiono atti di vandalismo spaccando i vasi fuori dalle abitazioni, sradicano piante, rimuovono le balaustre di metallo delle scalinate e ancor peggio spaccano canalette dei fili elettrici mentre la corrente è attiva. Danneggiano le auto parcheggiate, i cestini dell’immondizia, i lampioni di illuminazione, i contatori della luce e del gas, le cassette dell’acqua, i citofoni e tutto quanto capiti a tiro. Non parliamo dei graffiti osceni che disegnano sulle pareti dei palazzi storici e spesso abbiamo assistito anche a rapporti sessuali consumati in mezzo alla strada. Il giorno dopo la zona è un immondezzaio, lasciano bottiglie di birra, indumenti intimi, incarti di cibo e spazzatura ovunque. Il 9 luglio scorso abbiamo chiesto all’amministrazione di prendere in considerazione seri provvedimenti al riguardo: installazione telecamere e incremento illuminazione, divieto di accesso della zona ai motorini e maggior controllo”
 
Un problema che anche il primo cittadino Fabio Bartolacci non nega. “Siamo al corrente della situazione – ha spiegato il primo cittadino – il problema si consuma anche in altre zone del paese già da noi individuate. Stiamo lavorando in sinergia con le forze dell’ordine per potere trovare delle soluzioni. Ho incontrato sia il comandante dei vigili che dei carabinieri per poter attivare un controllo sul territorio ad ampio raggio in particolare nelle ore notturne”.



11 commenti
Voto medio: 1113.7/5
Gigi Pica
2018-07-19 18:52:19
Voglio salutare la nuova corrispondente del Corriere di Viterbo, Veronica Ruggiero e con l’occasione mando un saluto e un grazie a Fiorenzo De Stefanis che ha dimostrato nel tempo professionalità e attenzione per la nostra città.
Baldo
2018-07-19 21:53:29
Quello che impressiona è la "sinergia".
Franco
2018-07-20 10:11:04

Famo pure lì na bella festa.
Attaccamo a pennolone du lenzola zozze de vomito e merda de cane.
Potrebbe esse na novità.
Una festa nova.
Aggiungerei il lancio de la bottiia dell'archetto a chi l'arriva a le sette cannelle.
romolo
2018-07-21 05:02:43
I controlli nella nostra città non vengono effettuati né di giorno, né di notte. Se non si punisce chi si comporta da vandalo, Tuscania sarà sempre in balìa di questa gente. Ci vuole più serietà da parte dei nostri amministratori, ci vuole sorveglianza severa e non fischi da parte della Polizia locale.
Baldo
2018-07-21 11:44:28
Quando al barretto si dice la “sinergia” significa che la situazione è grave :

certo linguaggio lo usiamo solo nei casi importanti e la domenica.
Cencio
2018-07-21 19:42:33

Dite bene tutti quanti, però per quanto ricordi con altre amministrazioni comunali non si era arrivati a questa situazione, per me questo è il risultato ottenuto dalla attuale amministrazione che in questi quattro anni solo che feste concerti fino ad orari assurdi, venendo a creare un tipo di situazione che i giovani di oggi ci sono andati a nozze ed ecco quello che succede, perciò a mio parere questo è un'altro grossissimo sbaglio della amministrazione Bartolacci che ha voluto proiettare Tuscania nel divertimento più totale, lasciando perdere tutti gli altri problemi più importanti ed ecco oramai da quattro anni in che situazione ci troviamo che dire GRAZIE SIGNOR SINDACO BARTOLACCI FABIO.
Lupus
2018-07-22 08:49:29
Hanno tagliato su tutto, compresi i servizi sociali, e questo per raccontare la storiella di aver sanato il bilancio.
Adesso che le cose non fatte sono tante, si metteranno a farne alcune, con gran clamore e autocelebrazioni.
Così a ridosso delle elezioni, spereranno che qualcuno abbocchi e creda che abbiano fatto le cose necessarie.
L'equazione invece è la seguente: non hanno affrontato le questioni importanti per 4 anni e per questo hanno qualche risorsa economica; adesso fanno un quarto di quello che avrebbero dovuto fare negli anni passati; fanno un po di fuochi e feste, con luci a Natale e un quarto dell'asfalto che dovevano rifare, e provano ad irretire qualche babbeo.

Ah! Dimenticavo: l'anno prossimo di vota ...
reflex
2018-07-22 10:06:55
Giusto quello che dice Lupus, aggiungerei pure che quelle poche cose che riusciranno a fare sono "auto"-finanziate dai Tuscanesi.
Vedi i vari scout-speed, divieti di sosta, zone disco orario, etc...,
Intanto si "privatizzano" marciapiedi, vie, piazze e piazzette, certe notti, neanche bianche, anche "terzieri".
Ma cassa si fà con ben altro....
Grazie "Obiettivi comuni", a buon rendere.....
Cencio
2018-07-22 14:24:39
Dice bene anche lei reflex, infatti io ho una grossa preoccupazione, per quanto riguarda le votazione amministrative dell'anno prossimo ed questa: se tutti i proprietari degli esercizi pubblici che hanno avuto l'autorizzazione ad occupare suolo pubblico con questa amministrazione, molto sicuramente avranno il voto sicuro da tutti quanti proprietari, amici, parenti e così via e se dovesse succedere che questa amministrazione avrà un secondo mandato, per come la vedo io Tuscania continuerà a peggiorare.
Gigi Pica
2018-07-22 15:05:47
Per me va bene fare eventi e dare permessi per chiudere quartieri (?) fare musica scassaorecchie fino ad ora tarda, ma chi vigila? Chi concede i permessi dovrebbe vigilare e non demandare sempre ai carabinieri, i carabinieri sono occupati in altre cose molto più importanti di questi eventi che disturbano il sonno dei tuscanesi. Ma vedo che nessuno si lamenta, nel centro storico, i vecchi, gli ammalati, i lavoratori che il mattino si devono svegliare presto, va tutto bene? Vedo che va tutto bene perché non vi lamentate. E allora non mi scrivete in privato, radunatevi e presentate un esposto in comune, senza le vostre firme, nessuno può fare niente. C’è qualcosa che non va, questa città non può diventare da Tuscania a Kansas City del 1800.
Lupus
2018-07-23 11:17:05
Dice bene Gigi quando parla della necessità ad attivarsi e fare le giuste pressioni con raccolta firme.
Però questa Amministrazione a tante richieste e tante raccolte di firme dei cittadini ha risposto con silenzi che ricordano certi "me ne frego!" di epoche passate.

Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu