• - “AUTORIZZATO L’IMPIANTO FOTOVOLTAICO DI PIAN DI VICO” - Succede a Tuscania - Toscanella - 2019


Zodiac  
Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

• - “AUTORIZZATO L’IMPIANTO FOTOVOLTAICO DI PIAN DI VICO”

Pubblicato da in Dal Web ·

 
Da parte della Regione - Lo annuncia il comitato Salute e Ambiente pronto a fare ricorso al Tar.
 
“Autorizzato l’impianto fotovoltaico di Pian di Vico”. Lo annuncia il comitato Salute e Ambiente pronto a fare ricorso al Tar.
 
“Il comitato Salute e Ambiente informa la cittadinanza che in data 29 marzo la Regione Lazio ha pubblicato la determina G03571 nella quale emette un provvedimento autorizzatorio ai sensi dell’articolo 27bis del d.lgs. 152/06 per il progetto dell’impianto fotovoltaico a terra della potenza di circa 150 MWp connesso alla rete elettrica di trasmissione nel comune di Tuscania, in località Pian di Vico”, spiega Carlo Leoni del comitato Salute e Ambiente.
 
Il comitato è pronto a fare ricorso al Tar.
 
“Quella regionale è’ una determina molto importante poiché avverso al provvedimento è ammesso ricorso al Tar entro sessanta giorni.
 
Attraverso questo lasso di tempo si può perfezionare il ricorso al Tar, coordinare iniziative, organizzare azioni da intraprendere, manifestazioni, gruppi di lavoro e di informazione al fine di portare a conoscenza di tutta la cittadinanza cosa sta succedendo nel proprio territorio.
 
Un territorio ricco di paesaggi, bellezze archeologiche, natura, prodotti agro-alimentari che la contraddistinguono e caratterizzano in maniera marcata. La scarsità di informazione costituisce la causa fondamentale della trasformazione del territorio, del suo lento degrado e della perdita di tutti quei valori che appartengono al nostro passato, presente e, di conseguenza, scritti nel nostro dna.
 
Tutti quei cittadini, aziende agricole, attività commerciali, associazioni e comitati che desiderano il rispetto del territorio e delle leggi che lo governano e regolano, possono partecipare in maniera attiva inviando un contributo libero che verrà utilizzato per il ricorso al Tar contro il progetto dell’impianto fotovoltaico a Tuscania al seguente codice iban: IT40K3608105138209593209598 intestato a Carlo Leoni.
 
Potete contattarci per email carloleoni16@gmail.com.
 
Siamo su fb comitato salute e ambiente link: https://www.facebook.com/Comitato-salute-e-ambiente-104075266871221/ “.



4 commenti
Voto medio: 142.0/5
Giuseppe Catalini
2019-04-08 16:02:12
Mi risulta che il Mibact abbia espresso parere negativo e che stia muovendo i suoi passi per tutelare il nostro territorio.
Mi risulta invece che le Amministrazioni locali, compreso il Comune di Tuscania, abbiano dato pareri favorevoli.
Spero che il Ministero riesca a fare quello che altri non hanno voluto fare: il bene del territorio e dei cittadini di Tuscania, e non l'interesse di ... alcuni.
Carlo leoni
2019-04-08 19:59:47
Il mibac ha dato parere negativo che a sua volta la regione lazio ha dato parere favorevole all"impianto , e' per questo che un motivo del ricorso al tar bisogna fare assolutamente , il ricorso e' l' unico atto che si puo impugnate
#troppotardi
2019-04-08 23:43:39
Troppo tardi, i buoi sono usciti dalla stalla. Ci si doveva muovere prima.
Ludovico
2019-04-09 12:13:53
Tutte le forze politiche, alla unanimità, e dico tutte ( FI,FDI,PD, M5S, e altri componenti del consiglio si sono espressi) del consiglio comunale hanno fatto una delibera urbanistica, unica nella provincia, di salvaguardia del territorio ed hanno individuato solo alcune aree dove poter installare impianti di energia alternativa, se si è fuori queste direttive giusto perseguire e con tutte le forze tutte le vie legali possibili, ma se sono dentro non vedo il problema, certo se sono dentro. Da notizie che ho, ma potrebbero non essere giuste, il parere del Mibac non ha nessuna valenza visto che è un organo che non doveva nemmeno emettere parere , nel senso che in quell'area non ci sono vincoli che richiedono il suo parere, dunque fare un ricorso basandosi su un parere che non era dovuto mi sembra alquanto forzato. Dunque abbiamo da una parte un impianto autorizzato, dall'altra un parere negativo che non era dovuto, unica speranza la delibera del comune sulla posizione dell'impianto se è fuori allora ci potrebbero essere gli estremi se dentro be ci penserei.

Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu