• - CONSIGLIO COMUNALE 24 MARZO 2018: TRA NUOVI AUMENTI E VECCHI SPRECHI. - Succede a Tuscania - Toscanella - 2018


Zodiac  
Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

• - CONSIGLIO COMUNALE 24 MARZO 2018: TRA NUOVI AUMENTI E VECCHI SPRECHI.

Pubblicato da in Blog Toscanella ·
Si è tenuto nella mattinata di sabato 24 marzo la seduta consiliare con all’ordine del giorno l'approvazione del bilancio preventivo e di tutti gli atti ad esso allegati.
Di particolare importanza è stata la definizione delle aliquote delle varie imposte locali.
 
Come consuetudine, ci soffermeremo su tutti quei punti, che sono secondo noi, meritano particolare attenzione, anche perché, per l'ennesima volta, non ci saranno riprese video a testimoniare ai cittadini ciò che è accaduto o è stato detto all'interno dell'aula consigliare.
 
TASSA RIFIUTI
Iniziamo con la tassa rifiuti. Ci sarà un aumento delle relative aliquote per un ammontare complessivo di circa 60mila euro che ricadrà sulla cittadinanza, operatori economici compresi. Aumenti che vanno nell'ordine di 5-10€ a famiglia e, oltre i 50€, per alcune attività commerciali, come ortofrutta, pizzerie e pescherie. Il nostro voto proprio per tali ragioni è stato contrario.
 
Tutte le altre aliquote delle altre imposte locali invece sono rimaste inalterate rispetto gli anni precedenti ma ricordiamo anche, essere già al massimo consentito per legge. Il nostro voto, anche qui, è stato contrario.
 
BILANCIO 2018
Abbiamo votato contro anche al Bilancio Previsionale 2018 e il DUP 2018 dove abbiamo riscontrato per l'ennesima volta la mancanza di programmazione e la mancanza di realizzazione del programma elettorale 2014. A questo link potete approfondire la nostra dichiarazione di voto che sintetizziamo di seguito.
 
ENTRATE SEMPRE PIÙ ALTE: TRA SALASSI E UTOPIE
Anche questa volta ci ritroviamo con previsioni di entrata assai positive per non dire utopistiche o che comunque non potranno che aggravare i bilanci delle famiglie tuscanesi:
  • - Accertamenti Imu gonfiati a € 300mila quando sono stati incassati 220mila nel 2017
  • - Accertamenti Tarsu gonfiati a € 5000 contro lo 0€ accertato nel 2017
  • - Aumenta di 50mila il fondo di solidarietà
  • - Proventi acquedotto comunale lievitati di +30mila € rispetto agli accertamenti dell’anno precedente
  • - Proventi nuovi allacci e da loculi cimiteriali aumentati di 9000€ rispetto all’accertato 2017

Anche quest’anno si continuano a spremere le tasche dei tuscanesi con le entrate per violazioni codice della strada che nel 2014 si attestavano in circa 75mila € e voi quest’anno prevedete la cifra di € 326mila € quando nel 2017 ne avete accertati 210mila. Ma mentre nei confronti dei cittadini si chiede sempre qualcosa di più su altre voci di entrata si è totalmente abbassata la guardia favorendo alcuni soggetti piuttosto che altri. Ne sono esempi emblematici le entrate da compagnie telefoniche per le antenne di telefonia mobile che vengono dimezzate passando da € 78.457,95 accertati nel 2017 a € 41.700 previsti quest’anno. O l’eliminazione dei proventi della concessione della piscina comunale che l’anno scorso hanno portato circa 6mila € nelle casse comunali.
 
Le uniche economie di cassa che in maniera virtuosa portano ad un efficientamento dei costi comunali sono l’introduzione del “Rimborso spese impianti sportivi” che porta ad un +14000 € rispetto allo 0 del 2017. Questo solamente grazie alla nostra azione di controllo e denuncia che già fa vedere i primi risultati e che non potrà non avere ripercussioni per le irregolarità attuate e portate avanti negli anni.
 
AUMENTO SPESE INUTILI E NESSUN RISPARMIO DI GESTIONE
Emblematico è l’aumento delle spese totali della segreteria generale che passano dai 194mila del 2017 ai 280mila previsti nel 2018. Altri esempi sono i costi per le Utenze e canoni della scuola materna più che raddoppiate che passano dai 7mila del 2017 ai 20mila previsti o i costi dello scuolabus che vengono triplicati a fronte della solita entrata che porta ad una copertura del 10% del servizio a domanda individuale.
 
Stesso immobilismo ha riguardato i costi della pubblica illuminazione che continuano ad aumentare passando da 220mila del 2013 ai 280mila del 2018. Di contro vengono tagliati 100mila € sui costi di investimento per la manutenzione stradale e del patrimonio comunale (170.350€ contro i 269.531 € del 2017).
 



21 commenti
Voto medio: 1215.0/5
Gigipica
2018-03-25 04:03:04
Ma il Pd era presente al consiglio comunale? Se sì, non ha niente da dire su queste decisioni? Oppure sono ancora frastornati per la "sberla" avuta in campo nazionale e.... soprattutto a Tuscania che hanno ottenuto dei risultati in percentuale molto al di sotto della media nazionale? Per me ci vuole un segretario nuovo, un nuovo direttivo che sia finalmente più dinamico. Questa mia critica non è rivolta a Luisa Fortunati, che ha sempre ben svolto il suo compito di consigliere comunale, forse in maniera solitaria e poco supportata dal suo partito.

Purtroppo il PD ha avuto un periodo felice e comunicativo durante la segreteria di Marco Quarantotti, ma non andava bene, dopo QUARANTOTTI.... il buio..... un consiglio... il mondo oggi vive di comunicazione.... il PD conosce poco questo nuovo aspetto di comunicazione... sono rimasti al telefono a gettoni...!!
Franco
2018-03-25 13:12:02
Però il bilancio sta a pari...
Sabato del villaggio
2018-03-25 14:42:43
Spesucce e lavoretti vari con la scusa dell'emergenza... è iniziata la campagna elettorale che durerà un anno. Per esempio le spese legali quanto costeranno alla comunità? Qualcuno sa rispondere?
Renato Bagnoli
2018-03-25 16:38:22
Scrive il M5s: “Le uniche economie di cassa che in maniera virtuosa portano ad un efficientamento dei costi comunali sono l’introduzione del “Rimborso spese impianti sportivi” che porta ad un +14000 € rispetto allo 0 del 2017”.

Le due delibere di Giunta n.231 e 232 del 2 novembre 2017 hanno concesso a due associazioni, da ottobre a maggio, l’utilizzo di tre palestre appartenenti a istituti scolastici comunali. Una concessione è di 10 ore settimanali per un totale di 320 ore a fronte di un rimborso pari a 240 euro (30 euro/mese). Le altre due sono concesse per 4 ore settimanali ciascuna per un totale di 256 ore alla cifra forfettaria di 200 euro (12,5 euro/mese ciascuna).
Pertanto per la prima è prevista una tariffa oraria pari a 75 cent mentre per le altre due 78 cent.

Sono andato a vedere la tariffa oraria prevista per l’affitto di palestre scolastiche, di alcuni comuni, a cittadini che ne facciano richiesta e il prezzo medio è risultato essere intorno ai 17 euro/h più 10 euro/h per l’illuminazione se richiesta.
Facendo due conti: 576 ore moltiplicate per 27 euro/h =15.500 euro!!!
I 75 e i 78 cent/h non sono sufficienti nemmeno a pagare l'acqua calda per le docce.
E che dire dei 50 euro di affitto annuo che il comune incassa per il campo Maccarri?.
Strano modo di amministrare gli impianti sportivi.

Una domanda sorge spontanea: "Perchè l'associazione che ha in concessione una bellissima palestra come quella dell'Olivo, dove paga tutte le utenze, ha avuto in concessione quasi gratuita anche quella della scuola media? Forse ha paura di rovinare il pavimento nuovo?

Dallo scorso mese di novembre chiedo al Comune di sapere quali sono le tariffe previste per affittare la palestra dell’Olivo, il campo da tennis e quello da calcetto ma nonostante mi sia rivolto anche alle due società che gestiscono gli impianti non ho ancora avuto nessuna risposta. Strano perchè le tariffe dovrebbero, come previsto dai contratti di concessione, essere state concordate con il Comune.

Consigliere Rossi vorrebbe provare anche lei a chiederlo e comunicarlo poi a tutti coloro che volessero utilizzare detti impianti sportivi?
Grazie!

Caos
2018-03-25 18:04:47
Caro Giggi PD assente al consiglio Natali assente Brachetti arrivato dopo un'ora solo Rossi presente dall'inizio poi ognuno trae le conclusioni. A dire a la verità le chiacchiere a zero il bilancio è positivo e se le spese sono gonfiate come dice Rossi vedremo che ci diranno al bilancio definitivo 2017 che come lui dice dovrebbe essere negativo visto che gonfiano le entrate sennò sono solo chiacchiere. E se fosse positivo e con utile?
Sabato del villaggio
2018-03-25 19:04:46
Ma se le palestre sono due e le sedi scolastiche con annessa palestra ? sono sempre due ....dove è la terza palestra
Silvio
2018-03-25 20:23:13
È ritornato Renato
Renato Bagnoli
2018-03-26 10:05:39
Le palestre sono due.
Una è concessa a entrambe le associazion.
matematico
2018-03-26 11:25:55
Quindi se ho ben capito l'esposto fatto dai 5 stelle ha portato nelle casse comunali un risparmio di €14mila €? Considerando che sono passati 4 anni con questa amministrazione allora parliamo di oltre 50mila € erogati e che non dovevano essere erogati? Ho capito bene Pica, visto che hai sempre seguito bene questa tematica?
Miriam
2018-03-26 15:38:52
X Matematico
Sarà la Corte dei Conti a quantificare se ci sarà ed eventualmente a stabilire a quanto ammonterà il danno erariale con relative responsabilità.
claudio celenza
2018-03-26 15:59:46
non commento che e meglio mi servono nomi e cognomi se no ariaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa
Gigipica
2018-03-26 16:00:42
x Matematico:
Io mi ricordo (perché me le sono segnate) tre determine:
- n. 432 del 25/09/2014
- n. 50 del 02/02/2015
- n. 737 del 17/12/2015

Ce ne sono delle altre? Forse, chissà?
Gigipica
2018-03-27 15:52:16
Ieri scossa di terremoto..... in Comune....?
franco
2018-03-27 17:31:04
Culturalmente parlando mi sa proprio di si!
Caos
2018-03-28 10:52:51
Giggi e Franco che volete dire?
Miriam
2018-03-28 10:54:27
Per Gigi
spesso le determine includono spese complessive ed è impossibile stabilire a priori a quanto ammontano per quella o per quell’altra struttura, se tutto o parzialmente doveva essere a carico del Comune. Bisognerebbe visionare i dettagli delle bollette per capirlo. La Corte deve fare proprio questo: quantificare, valutare ipotesi di danno erariale e far pagare di propria tasca a chi eventualmente ha sbagliato.
Gigipica
2018-03-28 15:53:06
Miriam io mi ricordavo quelle tre determine che in totale avevano una somma superiore ai 14.000 euro, ma tu mi conosci e sai che io quando leggo le scartoffie, me scappono le bollizziche, hai fatto bene a puntualizzare e la tua visione è sicuramente giusta, aspetteremo e vedremo....
Gigipica
2018-03-28 16:43:02
A CAOS...... ma che fae dorme da piede.....? Nun è da te.....
ultimo
2018-03-28 19:20:52
L'assessore (ex) alla cultura è ....andato.....avanti il nuovo.
Cencio
2018-03-29 05:33:44
Semo passati da la padella alla brace.
Caos
2018-03-29 09:13:23
Hai ragione Giggi ho dormito, ho saputo solo ieri dei cambiamenti, be mi tengo per me le considerazioni personali del resto avranno avuto le sue ragioni sperando che ciò giovi alla cittadinanza.

Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu