● - TIME TO SAY “GOOD BYE”. a cura dei Consiglieri di minoranza. - Succede a Tuscania - Toscanella - 2020

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

● - TIME TO SAY “GOOD BYE”. a cura dei Consiglieri di minoranza.

Pubblicato da in Insieme per Tuscania ·

 
Lo scorso 18 agosto alle ore 11:57 la Presidente del Consiglio comunale decideva d’iniziativa di convocare il Consiglio comunale per il giorno successivo senza aver prima disposto la conferenza dei capigruppo, necessaria allo scopo di stabilire il giorno e l’ora per permettere a tutti i consiglieri di maggioranza, minoranza e a tutti gli altri invitati: Prefetto, Revisore dei conti, Segretario comunale, Comandante dei Carabinieri e del Corpo di Polizia locale di potersi liberare da eventuali impegni e poter presenziare.
 

 
Se c’è UNA COSA che la Presidente dovrebbe conoscere come le sue tasche è il regolamento del Consiglio comunale che stabilisce che “l’avviso per la convocazione delle sessioni straordinarie deve essere consegnato ai consiglieri almeno TRE giorni prima e solo nei casi d’urgenza debba essere consegnato almeno 24 ore prima”.
 

 
E’ ovvio che il risultato di quella scellerata scelta fu una seduta DESERTA.
 

 
Per quanto riguarda le attribuzioni del Consiglio comunale, spetta alla capacità ed alla preparazione del Presidente far sì che l'organo in cui risiede la sovranità popolare eserciti il ruolo che gli spetta.
 
Quali capacità e preparazione ha dimostrato sino ad oggi la presidente Nicolosi?
 
Se il Consiglio è organo sovrano del comune e la legge lo pone al primo posto nella elencazione di cui all'art. 36 del T.U.E.L., non c'è dubbio che il suo Presidente, in quanto rappresentante dell'assemblea, gode di una posizione di prestigio che gli viene conferita proprio dall'essere titolare di quella carica.
 
L’incarico prestigioso che ricopre la Nicolosi richiede fiducia e stima da parte dei due schieramenti, correttezza e onore; qualità che a oggi, agli occhi dell’opposizione, non sembrerebbe aver ancora dimostrato.
 
La Presidente del Consiglio nell'esercizio delle sue funzioni, è tenuta ad osservare e a mantenere sempre un comportamento neutrale dovendosi preoccupare di garantire il perfetto funzionamento dell'organo collegiale da ella presieduto facendo rispettare anzitutto le norme statutarie, il regolamento per il funzionamento del Consiglio e le altre norme inerenti, in modo tale che la componente di maggioranza non prevarichi quella di minoranza.
 
Neutralità, “super partes”, regolamenti e TUEL sono cose a lei sconosciute e la prova è proprio la convocazione del Consiglio del 19 agosto. Una convocazione indetta nella settimana di ferragosto, d’iniziativa, senza che i capigruppo si fossero consultati e con un preavviso di poco più di 24 ore.
 
Se non è in grado di svolgere il compito a lei assegnato e di attenersi al regolamento comunale almeno dimostri di essere capace di dimettersi.
 
Il nostro Vice sindaco non lo fece dopo aver insultato il Presidente Conte e non lo fece neanche un assessore assurto alle cronache di questi giorni.
 
Almeno lei dimostri di non essere al loro livello.
 
Questo le farebbe certamente onore.
 
I consiglieri di minoranza.
 
 



2 commenti
Voto medio: 125.0/5
quannomai!
2020-09-05 16:48:58
....l'articolo del Corriere di Viterbo tira in ballo non solo il colpevole del fatto. E te pare che per cose cosi' qualcuno si debba dimettere?
Il prestigio del nostro paese scema di giorno in giorno ma nulla accade se non la palese arroganza di chi dovrebbe , ma non lo fa , di rispettare la democrazia e il buon senso personale.
Pinuccio
2020-09-06 14:49:35
La signora Nicolosi si è sempre distinta dalla sua maggioranza persona trasparente e colta
Credo faccia bene a distinguersi sempre ...

Articoli recenti
Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu