• - QUESTO E’ UN PALESE DEGRADO! - Succede a Tuscania - Toscanella - 2020

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

• - QUESTO E’ UN PALESE DEGRADO!

Pubblicato da in Insieme per Tuscania ·

 
Pochi giorni fa la pagina ufficiale dei nostri amministratori pubblicava un post con una ventina di foto che dovrebbero testimoniare il degrado in cui versa il nuovo cimitero e l’infiltrazione di acqua in un locale. Senza mezzi termini si lasciava intendere che quei problemi, tutti dovuti a una mancanza di manutenzione, sarebbero da addebitarsi al sottoscritto visto che era stata presentata anche un’interrogazione consiliare sull’argomento ma che non venne discussa per una inattesa fuga di tutta la maggioranza.
 
  • Se davvero ritengono di essere trasparenti perché non hanno pubblicato anche le foto relative alle condizioni delle nostre scuole comunali?
  • Perché non hanno permesso ai consiglieri di minoranza di effettuare un sopralluogo?
  • Cosa hanno da nascondere?
 
A Tuscania il degrado galoppante si manifesta ogni giorno in svariate forme, con evidenza plateale, senza soluzioni da parte dell’amministrazione. Le vittime sono anche e soprattutto i bambini, spesso inconsapevoli, quasi sempre incapaci di reagire contro quel mondo di grandi che non vede e non si interessa a loro. Da tempo siamo tutti assuefatti a vivere in una città in condizioni di sporcizia e degrado urbano, ma lo dovremmo essere un po’ meno se a vivere il degrado sono i nostri figli e nipoti.
 
Il degrado e l'incuria, già segnalati in diversi punti della città, hanno raggiunto anche la scuola. Così….
 
  • se l’ascensore non funziona da anni, il cuore dei bidelli aiuta i bambini disabili,
  • se dal tetto cadono calcinacci, piove o le pareti sono nere di muffa si cambia aula,
  • se la palestra si allaga si fa ginnastica in aula o tra i secchi,
  • se nei bagni c’è una spanna d’acqua si tiene la pipì per ore e quando il sole disturba si attaccano grandi fogli di carta alle finestre che in molti casi ne coprono la sporcizia.
 
Quando poi i bambini sono ostaggio di topi, o restano a casa o corrono il rischio di una corsa al Bambin Gesù.
 
Si potrebbero elencare all’infinito le magagne delle nostre scuole che non corrispondono certo a quella città di cui i nostri amministratori vanno fieri.
 
Dalle immagini che seguono si evince che alcuni locali delle nostre scuole non hanno più la capacità di garantire ai bambini quella sicurezza igienico sanitaria che dovrebbe rappresentare una base fondamentale di ogni struttura scolastica.
 
Come è stato possibile che agli amministratori cittadini sia sfuggita una situazione così grave? Il tutto è indice di trasandatezza, mancanza di volontà, incompetenza o inettitudine?

A cosa sia dovuto tutto ciò non lo so ma è chiaro che si tratta di degrado assoluto, ormai vissuto come normalità, che i bambini non meritano.
Assessore alla pubblica istruzioneee …. sveglia!
Regino Brachetti
Ecco alcune immagini:
 




2 commenti
Voto medio: 120.0/5
Gigi Pica
2020-01-10 01:03:29
Se il cimitero presenta dei punti di debolezza, che facciamo, lo lasciamo morire insieme ai defunti che vi sono sepolti?

Oppure un’amministrazione prende delle decisioni e fa la normale manutenzione che gli spetta?
Anche le scuole presentavano dei difetti, eppure in qualche maniera si è intervenuti anche se non in maniera esaustiva.

Se, come dice obiettivo comune 2.0 tutte le magagne delle scuole sono state sanate:

- perché non si permette all’opposizione (che rappresenta poco meno del 50% dei tuscanesi) di visitare i luoghi dove i nostri figli/nipoti transitano ogni giorno?
- Che cosa c’è da nascondere?
- Nulla?
- E allora perché questo ostruzionismo?

E per favore smettetela di usare la parola “idiozia” quando parlate di Toscanella, io non vi ho mai chiamato con parole offensive, qualche volta, ho criticato e ho pubblicato articoli della minoranza. A qualcuno piace obiettivo comune 2.0, a me piace quello che dice la minoranza. Tutto qui.

Gigi Pica detto anche l’idiota
pinuccio
2020-01-12 14:07:57
I RESPONSABILI SONO COLORO CHE HANNO VOTATO E SCELTO

Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu