• - RACCOLTA DIFFERENZIATA: TUSCANIA FANALINO DI CODA DELLA PROVINCIA PER COLPA DELLE SCELTE DELLA GIUNTA BARTOLACCI - Succede a Tuscania - Toscanella - 2019


Zodiac  
Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

• - RACCOLTA DIFFERENZIATA: TUSCANIA FANALINO DI CODA DELLA PROVINCIA PER COLPA DELLE SCELTE DELLA GIUNTA BARTOLACCI

Pubblicato da in Blog Toscanella ·
 

 
 
Son trascorsi 5 anni ed è giunto il momento di fare un resoconto dell'Amministrazione Bartolacci sul tema rifiuti. Questo è quello che promettevano in campagna elettorale e durante il proprio mandato elettorale.. Per le nuove imminenti elezioni amministrative faranno un copia ed incolla, visto che nulla è cambiato?
 
 
Era il 2013 infatti, quando l'Amministrazione Natali approvò all'unanimità il progetto di raccolta differenziata votato favorevolmente anche da 3 componenti dell’attuale amministrazione (Ciccioli, Liberati, Tuccini). La stessa maggioranza comunale che, in questi 5 anni, ha lasciato inutilizzato nei depositi degli impianti sportivi il materiale (Sottolavelli areati, sacchi biodegradabili, mastelli e contenitori per la raccolta di oli esausti -    questo l'articolo di allora -) pagato decine di migliaia di euro dalla Provincia. A tal riguardo sappiate che ancora attendiamo risposta!
 

Poi è arrivato il 2017 e la maggioranza Bartolacci decide, non solo di non dare seguito ad un progetto da loro stessi approvato e costato quasi 9.000€, ma ne commissionano uno nuovo dando incarico, con il consueto metodo dell’affidamento diretto, ad un professionista di Roma per la modica cifra di € 15.000!
Progetto morto ancor prima di nascere visto che noi del M5S scoprimmo essere stato quasi interamente copiato dal Comune di Mentana. La bufera che si scatenò porto a dimissioni e rimpasti di giunta e anche di questo progetto se ne persero le tracce...
 

Solitamente chi prende consapevolezza di non saper amministrare ascolta e fa tesoro dei consigli. Ma anche l'ascolto non ha fatto parte di questa Giunta visto che ha sempre bocciato le nostre proposte sul tema. Nel 2015 presentammo una proposta sul riciclo rifiuti che prevedeva l'installazione di un eco-compattatore (potete leggerla qui) il cui scopo era quello di raccogliere materiale di plastica e rilasciare un buono sconto da spendere negli esercizi convenzionati. Tale mozione venne bocciata perché, a detta dell'allora assessore, era in via di realizzazione. Ad oggi però non vi è traccia di tale genere di impianti sul territorio comunale. Nel 2016 presentammo 10 proposte alternative per attivare immediatamente un serio progetto di raccolta differenziata in grado di generare occupazione e risparmio per le tasche dei tuscanesi.

Ricordiamo infine che, in base al Dlgs 152/2006 il Comune di Tuscania è inadempiente in quanto dal 2012, doveva aver raggiunto il 65% di quantità di rifiuti differenziati ed invece, secondo l'ISPRA, nel 2017 ha raggiunto la percentuale del 13,2%.
 
Fanalino di coda della Provincia di Viterbo!
 
Tristemente possiamo constatare che di coerenza tra le promesse fatte da questa amministrazione 5 anni fa e i fatti, non si è  vista nemmeno l'ombra. Salvo per quello che si lasciò  sfuggire l'attuale sindaco, ad un incontro di tutti i candidati sindaci.quando affermò che la raccolta differenziata non è  conveniente, ignorando in modo grossolano le leggi nazionali e le direttive europee.
 
 
Dopo 5 anni di mandato possiamo dire su questo è  stato coerente, ma ne avremmo fatto volentieri a meno!
 

Questi i dati ISPRA riferiti al 2017:




Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu