● - CANI IN LIBERA USCITA: LETTERA APERTA AL SINDACO DI TUSCANIA - Succede a Tuscania - Toscanella - 2017


Zodiac  


Citazione spirituale

LIBRERIADELSANTO.IT

 LIBRERIADELSANTO.IT
Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

● - CANI IN LIBERA USCITA: LETTERA APERTA AL SINDACO DI TUSCANIA

Pubblicato da in Blog Toscanella ·
Egr. Sig. Sindaco,
 
La mattina di qualche giorno fa mentre mi trovavo, assieme all’assessore alla cultura, in Piazza Basile proprio di fronte all’ingresso del teatro comunale un grosso cane da pastore maremmano, privo di guinzaglio e museruola, si avventava contro due anziani turisti nel tentativo di azzannare il loro piccolo cane al guinzaglio.
 
Mentre la donna si allontanava terrorizzata il marito riusciva a prendere in braccio il suo cane e a difenderlo mentre il maremmano, abbaiando e ringhiando, gli saltava sulla schiena per cercare di afferrare il cagnolino. L’anziano si è rivolto verso di me come per cercare aiuto ma, non sapendo cosa fare, sono rimasto fermo. Nel frangente si sono avvicinati altri due cani, un meticcio nero di grossa taglia e un cocker, incustoditi, che fortunatamente non hanno fatto branco con il maremmano.
 
Poco dopo è arrivato un uomo che, dopo aver afferrato il cane, si è allontanato senza neanche scusarsi con l’anziano signore.
 
Penso sia superfluo ricordare che diversi anni fa a Tuscania una signora è morta nel tentativo di difendere il proprio animale dall’aggressione di un maremmano che vagava da giorni incustodito.
 
Quella dei cani incustoditi privi di guinzaglio e museruola è un grave problema che chi di dovere non dovrebbe sottovalutare. Il centro urbano è pieno di cani vaganti.
 
Non so se la loro cattura sia demandata alla Asl veterinaria ma la normativa in vigore prevede che compito di ogni Comune sia quello di segnalare alla stessa la presenza di animali vaganti e di collaborare alla predisposizione di interventi di cattura rispondendo in solido nella eventuale produzione di un sinistro per aver omesso di svolgere le funzioni a ciascuno affidate in materia di randagismo.
 
Colgo l’occasione per segnalare anche che, da molti giorni, nella zona del quartiere ex Gescal è presente un cane nero che rincorre tutte le auto e i ciclomotori che transitano e aggredisce gli altri piccoli animali domestici della zona.
 
Tanto è dovuto in quanto ella è l’Autorità locale responsabile della pubblica sicurezza e della incolumità dei cittadini del suo Comune.
 
Renato Bagnoli
 



4 commenti
Voto medio: 140.0/5
Lorena mantellassi
2017-11-03 14:01:57
Caro mio...non interessa a nessuno te lo posso assicurare. A seguito di un tragico evento (il mio cagnolino è stato ucciso ) ho lanciato una petizione su change.org per richiedere la formazione con rilascio del patentino obbligatorio per proprietari di cani di grossa taglia(fermiamo la strage silenziosa dei nostri amici a 4 zampe di piccola taglia)A quanti interessa...nemmeno 1000 persone...
Renato
2017-11-03 16:53:03
Gentile sig.ra Lorena non sono della sua stessa idea perché è vero che il problema non interessa, quando non esistono esposti scritti, ma la cosa cambia molto quando le segnalazioni sono numerose e qualcuno dovesse subire gravi danni. Le aggressioni sono quasi all'ordine del giorno ma, se non ci sono danni, nessuno denuncia.
Il corso per il patentino e' previsto solo per i possessori di cani che dimostrino una certa aggressivita', ma nel nostro comune non sono obbligatori neanche per i possessori di animali che abbiano aggredito piu' di una volta e creato anche gravi danni. In questo paese i cani sono "pericolosi" solo se lasciano le loro deiezioni al parco e infatti è stata emessa un'ordinanza, come quella di alcuni comuni, dichiarata poi anticostituzionale.
Renato
2017-11-03 17:16:55
Sig.ra Lorena ho appena letto la sua disavventura sul tirrenogelocal e ho apprezzato molto il fatto che non abbia dimostrato rabbia o rancore nei confronti del proprietario del cane e che invece si sia prodigata per cercare un supporto al fine di prevenire così tragici eventi. Molti comuni del nord Italia da tempo hanno reso obbligatori i corsi per tutti i proprietari di cani ma qui da noi basta vedere il dilagante fenomeno dei cani (di proprietà) vaganti per capire quale sia la sensibilità riguardo ciò.
madmax
2017-11-04 17:24:11
Per legge i cani devono avere il microchip ,ha viterbo la Polizia municipale ha il lettore di microchip che ha anche il veterinario di turno, inoltre ogni comune deve avere un appalto per l'accalappiamento nel territorio comunale.a viterbo se il cane è senza chip viene preso dall'accavallamento con il veterinario e portato al canile convenzionato, se ha il chip viene preso e il proprietario multato è previsto anche il reato di mancata custodia di animali che se recano lesioni ne risponde civilmente e penalmente il proprietario.Piccola postilla per i proprietari di cani di grossa taglia se uno di questi crea morde qualcuno specialmente un bambino poi sono c...si vostri in tutti i sensi a buon intenditore compresi i pecorari che hanno tutti cani senza microchip che vagano pure sulle strade provinciali rischiando di far ammazzare la gente.

Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu