• - TUSCANIA, INSEDIATO UFFICIALMENTE IL COMITATO SCIENTIFICO DELLA COMUNITÀ TERAPEUTICA SISIFO - Succede a Tuscania - Toscanella - 2018


Zodiac  
Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

• - TUSCANIA, INSEDIATO UFFICIALMENTE IL COMITATO SCIENTIFICO DELLA COMUNITÀ TERAPEUTICA SISIFO

Pubblicato da in Blog Toscanella ·
Il 15 settembre, alla presenza del sindaco di Tuscania Fabio Bartolacci, si è insediato ufficialmente il Comitato Scientifico della Comunità Terapeutica Sisifo, coordinata dal prof. Tonino Cantelmi. Presidente del Comitato Scientifico è il prof. Alberto Siracusano – Direttore U.O.C. Psichiatria e Psicologia Clinica – Fondazione Policlinico Tor Vergata.
 
Gli altri componenti del Comitato sono: Maria Teresa Bellucci, Massimo Canu, Luigi Janiri, Daniele La Barbera, Giovanni Martinotti, Giuseppe Nicolò, Cinzia Niolu, Antonio Onofri, Maurizio Pompili, Maria Beatrice Toro, Antonio Tundo.
 
Parte, dunque, ufficialmente l’attività della struttura che aprirà collaborazioni anche con diverse diocesi sparse sul territorio. Riporto di nuovo la scheda informativa della Comunità, la prima in Italia per la cura delle dipendenze comportamentali (non da sostanza) con approccio multidisciplinare.




1 commento
Voto medio: 113.0/5
Lupus
2018-09-17 20:43:50
Molto positivo che questa comunità abbia scelto Tuscania come sede di questo centro.
Se ho ben capito qui si potranno "curare" le persone che sono affette da azzardopatia e la cosa è veramente importante, visto il diffondersi di questa moderna malattia.
Troppi giovani e meno giovani si lasciano prendere dal vortice delle scommesse e del gioco d'azzardo e le normative lasciano ampi spazi a chi trae profitto da certe attività.
Chi gestisce i giochi online e le scommesse, oltre che i vari poker e altri giochi, si trova spesso in luoghi virtuali e paradisi fiscali, da dove riesce ad arricchirsi alle spalle di gonzi e di creduloni.
Chi gestisce le sale o chi semplicemente accetta di far installare le "macchinette" presso il proprio esercizio commerciale, viene allettato con lauti guadagni, e il circolo vizioso si chiude.

Io sono contento che l'apertura di questo centro abbia avuto una rilevanza ed una visibilità adeguata, e sono contento che abbia preso parte all'insediamento anche il Sindaco, come rappresentante della cittadinanza.
Però devo notare che questa Amministrazione, seppure stimolata da più parti, non ha mai ostacolato veramente la diffusione delle sale giochi e delle "macchinette". Anzi, tempo fa quasi ha scusato l'apertura di una di queste sale in via Roma, a pochi metri dal Duomo ed altri locali frequentati da molta gente.
Ne esistono anche altre in paese, sempre ben tollerate dall'Amministrazione Bartolacci che non ha mai nemmeno provato ad approvare un regolamento che detti delle norme di cautela e di rispetto.
Mentre in altre città le Amministrazioni provano almeno ad evitare che tali attività possano stare vicino a bancomat o sportelli poste pay, che siano lontane da ricreatori e scuole, che siano aperte in fasce orarie in cui possano essere più appetibili, questa Amministrazione lascia fare in piena autonomia. Anzi pare che di recente ne siano state aperte altre.

Tutti sanno che prevenire è meglio che curare, ma chi amministra Tuscania preferisce ospitare chi cura e magari lasciare a briglia sciolta chi crea il problema.

Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu