• - QUANDO LA MAGGIORANZA SCOPPIA… SCHIZZA. A cura dei Consiglieri di opposizione. - Succede a Tuscania - Toscanella - 2020

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

• - QUANDO LA MAGGIORANZA SCOPPIA… SCHIZZA. A cura dei Consiglieri di opposizione.

Pubblicato da in Insieme per Tuscania ·


I nostri amministratori domandano a noi quali siano le ditte locali che posseggono tutti i requisiti per tagliare la legna comunale, quando invece dovrebbero essere proprio costoro a dire quali sono le ditte tuscanesi che non posseggono tutti i requisiti richiesti.
 

 
Hanno forse contattato le ditte locali? Hanno chiesto loro se sono in possesso dei documenti previsti? NO!
 
E allora di cosa stanno parlando?
 
Non è forse vero che una ditta cittadina ha partecipato al bando dello scorso mese per il taglio di 7.000 ms di legna del bosco comunale?
 
Se non fosse stata in possesso dei requisiti come avrebbe potuto partecipare?
 
Ci permettiamo un consiglio non richiesto: “Prima di scrivere stupidaggini dovreste essere un poco più attenti”, per evitare di fare poi una pessima figura.
 
Non siamo noi a dovervi fornire l’elenco delle ditte in possesso dei requisiti previsti, quando invece siete voi che dovreste giustificarvi con le ditte locali e spiegare come avete fatto ad escluderle. Avete forse la palla di vetro che vi informa in tempo reale dei requisiti di tutte le ditte tuscanesi?
 

 
Che qualcuno pensi di tirare escrementi in faccia a chi, a suo dire, lavorerebbe con serietà e impegno siete voi a dirlo. Noi ci limitiamo a fare la nostra parte invitandovi sempre ad un confronto, aperto e leale cercando una discussione che affronti e chiarisca tutte le questioni poste, perché una “vittoria” ottenuta con la fuga è fittizia e illusoria.
 
Prima o poi dovrete venire a confrontarvi o andare a rispondere a chi di dovere.
 
Perché continuate a lamentarvi delle azioni messe in campo dall’opposizione?. Perché continuate a usare un linguaggio offensivo e di cattivo gusto?. La vostra maleducazione è solo un'imitazione di forza della vostra debolezza politica e capacità critica.
 
Quando i vostri comportamenti e il linguaggio non rispettano l’opposizione e i suoi diritti superando qualsiasi limite non trovano, né possono trovare, giustificazione alcuna. Quando convocate un Consiglio comunale e non vi presentate o quando inserite punti all’O.d.G, come quello su Tuscania Parking, per poi fuggire prima della discussione, quando vi mancano gli argomenti per difendere le vostre posizioni e passate ad un linguaggio offensivo, oltraggioso e al disprezzo dell’opposizione significa che non sapete più a quale santo rivolgervi e che la minoranza sta svolgendo il suo compito in modo estremamente energico e incisivo.
 
Questo secondo mandato della lista Bartolacci, nei rapporti con l’opposizione, è iniziato in sordina con toni moto bassi poi, gradualmente, a seguito dei nostri controlli, la maggioranza si è spinta sempre più in là, quasi senza più meravigliarsi della piega che prendevano le cose. L’ostruzionismo, che c’è sempre stato, nella tradizione politica locale quando però si trasforma in “ostruzionismo di sistema” e pensate di poter fare e disfare a vostro piacimento, allora diventa inammissibile e inaccettabile.
 
Quello che da mesi accade nell’Aula consiliare non è uno spettacolo edificante, ma soprattutto non giova a nessuno, né alle istituzioni, né alla politica e neanche alla città. Con i vostri comportamenti, che nulla hanno a che fare con la correttezza istituzionale, pensate di trarne vantaggio quantomeno ai fini della visibilità e del consenso; ma è solo una illusione, perché non è affatto detto che tutti coloro che hanno votato questa maggioranza siano d’accordo con certi metodi; e poi il gioco allo sfascio è sempre pericoloso per tutti.
 
Tutto ciò è inammissibile perché al di là di questo o di quell’argomento, su cui si può discutere all’infinito, il Consiglio comunale deve essere sempre in condizioni di funzionalità normale, proprio per rispetto della sua funzione e del diritto di tutti i consiglieri di esercitare il proprio ruolo nelle forme previste.
 
Inoltre, non dovrebbe essere consentito di andare oltre, né col linguaggio né con i comportamenti, altrimenti sarà la deriva e lo sfascio. E non è questione di moralismi; è un problema di civiltà e di valori, di corretta definizione di quello che dovrebbe essere la correttezza politica e istituzionale.
 
Cogliamo l’occasione per spiegare al signor M. A. che ha pubblicato, sulla pagina ufficiale della lista Bartolacci, il commento che segue, che gli articoli e le registrazioni su Tuscania Parking sono ancora pubblicate su questo blog; basta saperle cercare. Basta solo volerlo senza insinuare che l’amministratore li avrebbe eliminati.
 

 
E per completezza dell’informazione gli facciamo sapere che i sottoscritti hanno presentato un’interrogazione, la n. 4 del 2020 con la quale abbiamo chiesto al Sindaco di chiarire tutti i dubbi su Tuscania Parking, sul nuovo cimitero, sui 100.000 euro per la sua manutenzione straordinaria, di spiegare il contenzioso di 40.000 euro, di venire a farlo in Consiglio comunale e di fare al consigliere Brachetti tutte le contestazioni che volesse.
 

 
Se il signor M. A. ha ancora qualche dubbio su Tuscania Parking e sulle condizioni del nuovo cimitero, gli suggeriamo di chiedere conto al Sindaco e alla Presidente del Consiglio che sembrano non voler affrontare un dibattito consigliare pubblico e cercano continuamente di disinformare la massa con insinuazioni che saranno tutte regolarmente smentite. Chieda anche lei, caro signore, al suo Sindaco di venire in Consiglio comunale e di smettere di lanciare il sasso e nascondere la mano, scappando sempre dalle sue responsabilità.
 

 
Al sig. M. C. e all’amministratore della pagina ufficiale della lista Bartolacci rispondiamo che è vero che gli schizzi hanno raggiunto ormai ogni angolo della città di Tuscania, ma sono quelli dei nostri amministratori che, da qualche mese, sembrano averne le mutande piene.
 
Sig. M. C. chieda ai nostri amministratori di fare l’analisi del DNA e pubblicare i risultati, per vedere se gli schizzi sono nostri o loro. Le anticipiamo che avrà una brutta sorpresa.
 
Eventuali altri commenti diffamatori, che non intendiamo discutere qui, verranno affrontati e discussi nelle sedi opportune.
 
Quando la maggioranza scoppia gli schizzi arrivano ovunque.
 
Ogni maggioranza ha l’opposizione che si merita e costoro, molto probabilmente, si meritano questa.
 
L’idea che basti il “bacio popolare” per poter amministrare come si vuole e crede è frutto di elementarismo, spesso alimentato dalla convenienza; è un’idea propria del populismo, che tende a sottovalutare le altre componenti della democrazia, quali quelle della contrapposizione tra maggioranza e minoranza e dei controlli che spettano a quest’ultima.
 
I Consiglieri di opposizione



2 commenti
Voto medio: 125.0/5
ma le frasche
2020-01-27 19:55:05
...e i rifiuti del cimitero chi le porta via e/o chi le smaltisce ? gli operai del comune o qualche privato?
Pinuccio
2020-01-30 17:35:13
Ogni lunga agonia prima o poi finisce ... l’arroganza non fa rima con amministrare !

Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu