● - TUTTI AL MARE. di Renato Bagnoli - Succede a Tuscania - Toscanella - 2021

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

● - TUTTI AL MARE. di Renato Bagnoli

Pubblicato da in R. Bagnoli ·

Storicamente, per una comunità, essere senza sbocco al mare era considerata una posizione di svantaggio. Veniva a mancare la possibilità di accedere a risorse come la pesca, ma, cosa ancora più importante, al traffico marittimo che raccoglie una grande percentuale del commercio internazionale.
 
Le regioni costiere tendevano a essere più ricche e più popolate di quelle dell'entroterra, e ciò è vero ancora nell'epoca moderna.
 
Il Lazio vanta oltre 35.000 imprese agganciate al sistema marittimo, il 18% del totale nazionale, che generano circa 8 miliardi di euro di valore aggiunto e 136.000 occupati.
 
Il porto di Civitavecchia movimenta circa 16,6 milioni di tonnellate di cargo e supporta un import-export marittimo del Lazio che supera i 15 miliardi di euro.
 
Con i suoi 2,4 milioni di passeggeri Civitavecchia è il primo scalo crocieristico d’Italia ed il secondo d’Europa.
 
E’ ovvio, pertanto, che l’economia del mare, è un’opportunità di crescita per lo sviluppo della nostra Regione e tutti coloro che, a qualsiasi titolo, occupano una porzione del territorio demaniale devono corrispondere un canone di concessione.
 
Con delibera di Giunta n.5/2021 i nostri amministratori hanno inteso costituirsi in giudizio per il risarcimento del danno derivato per mancato introito dei canoni demaniali per l’occupazione abusiva di parte del suo territorio marittimo.
 

 
Tuscania ha uno sbocco al mare?
Miiiii, non … ci posso … credere!



Nessun commento

Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu