● – FINE SETTIMANA CULTURALE/ESCURSIONISTICO CON ANNA RITA PROPERZI - Succede a Tuscania - Toscanella - 2021

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

● – FINE SETTIMANA CULTURALE/ESCURSIONISTICO CON ANNA RITA PROPERZI

Pubblicato da in Passeggiate Anna Rita ·
Carissimi, il tempo nel prossimo fine settimana dovrebbe essere buono, con temperature più basse ma bello, confidiamo quindi nelle previsioni e speriamo di poterci rivedere sui nuovi sentieri.
Sabato 13: ripropongo per chi aveva voglia di scoprirlo il Parco Marturanum tra necropoli rupestri e forre vulcaniche con alcune novità, visto che tra zone arancioni e maltempo non abbiamo potuto farlo.
Domenica 14: come promesso invece faremo un nuovo percorso immerso nei paesaggi dell'Alta Tuscia, la Caldera di Latera, il Lago craterico di Mezzano ed il caratteristico borgo di Latera.
Giovedì 18: la Piramide di Bomarzo e la Valle dei Mulini, ricordando Pasolini.
 ------------
SABATO 13 FEBBRAIO 2020 - IL PARCO MARTURANUM:
TRA NECROPOLI RUPESTRI E FORRE VULCANICHE
 
Riprendiamo il nostro programma con l’escursione tra natura ed archeologia, alla scoperta del Parco Marturanum e del delizioso borgo di Barbarano Romano.
 
La potenza visiva e la bellezza di questo itinerario sono difficili da descrivere a parole. Camminando lungo i sentieri, ne potrete scoprire tutte le caratteristiche, immersi in una natura selvaggia e spettacolare.
 
Secondo gli archeologi, nessuna necropoli etrusca presenta una varietà e ricchezza di tipi sepolcrali come quest’area. Molte tombe risalenti all’ VII secolo a.C., sorgono sui fianchi di una rupe tufacea occupata da un insediamento stabile già durante l’età del Bronzo. Ma è durante il VI secolo a.C. che la città di Marturanum conobbe il massimo splendore, favorita dalla posizione naturalmente fortificata sulla via che da Cerveteri conduceva a Orvieto, fino a diventare l’avamposto della potente Tarquinia verso Roma.
 
Le antiche e suggestive tombe sul pianoro del Caiolo sono il Tumulo della Cuccumella, del Caiolo e le splendide tombe dei Carri e dei Letti proprio nella parte più alta della rupe che si affaccia sulla forra. Tra le tombe monumentali  troviamo quella della Regina, con la facciata alta dieci metri, mentre la tomba del Cervo presenta sopra una gradinata laterale un singolare bassorilievo che rappresenta la lotta tra un cervo e un lupo, scelto dal parco come logo stilizzato dell’area protetta.  Poi seguendo il sentiero che scende nel vallone s’incontrano via via le altre, a partire dalle tombe dette Palazzine ed ancora la Tomba Rosi, la Tomba Costa ed il monumentale Tumulo Cima.
 
Quest’area protetta è caratterizzata da una grande varietà di ambienti naturali  tipici delle valli fluviali vulcaniche chiamate forre, scavate nel tufo dai torrenti e dei panoramici pianori, in parte ricoperti da boschi di querce e pascoli. Tra i luoghi più ricchi di vita del Parco Marturanum, troviamo senza dubbio i corsi d’acqua che ospitano una grande quantità di anfibi.
 
Su un’altra altura di roccia tufacea sorge l’abitato di San Giuliano, con la piccola chiesa medievale omonima, anch’essa in tufo, oltrepassando la quale si giunge ad un punto panoramico affacciato sul sottostante vallone e a poca distanza uno spettacolare bagno di epoca romana. Quasi mille anni di storia nella necropoli etrusca di San Giuliano.
 
Al termine dell’escursione faremo tappa anche nel caratteristico borgo di Barbarano Romano, per una passeggiata che permetterà di ammirare la sua struttura a spina di pesce con i vicoli e le case medievali in tufo e le caratteristiche scale a profferlo. Alla fine del pianoro tufaceo uno splendido affaccio sul profondo vallone del fiume Biedano.
 
INFORMAZIONI E DETTAGLI 333 4912669 Anna Rita Properzi Guida Turistica e Ambientale Escursionistica Iscritta al Registro Italiano Aigae (anche whatsapp) o tramite mail annaritaproperzi@gmail.com;
 
COSTO ESCURSIONE: 15,00 euro a persona; gratuito per i bambini al di sotto dei 12 anni
 
CARATTERISTICHE PERCORSO: Il percorso di tipo E (escursionistico) è lungo circa 8 Km con un dislivello di circa 150 m; presenza di piccoli torrenti facilmente attraversabili; il percorso è adatto a chiunque sia abituato a camminare.
 
APPUNTAMENTO: sabato 13 febbraio ore 09:45 presso l’area attrezzata e punto ristoro del Caiolo, strada comunale delle Quercete – Località Caiolo. Al momento della prenotazione sarà comunicato il luogo di incontro con posizione google. Fine escursione ore 15.30/16.
 
PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA: posti limitati nel rispetto delle norme anticovid19. Al momento della prenotazione verranno fornite tutte le informazioni riguardo i DPI e il rispetto delle norme comportamentali che si dovranno firmare per conoscenza.
 
PRANZO: al Sacco e almeno 1lt di acqua a testa
 
ABBIGLIAMENTO: adatto alla stagione invernale, capi comodi, giacca impermeabile, scarpe da trekking, consigliati i bastoncini da trekking, torcia per godere al meglio degli interni delle tombe, Kit anti-Covid19 (mascherina, gel igienizzante)
 

DOMENICA 14 FEBBRAIO - SULLA VIA DEI FARNESE
FINO AL LAGO DI MEZZANO…


 
Sarà un percorso dedicato ad una parte del nostro territorio  plasmato dal grande  apparato vulcanico dei Vulsini e per questo molto  interessante dal punto di vista geologico e naturalistico.
 
Si camminerà sul fondo di un antico lago scomparso, su strade bianche quasi pianeggianti circondati da un panorama bucolico e dolce, fino a raggiungere lo splendido occhio blu del lago craterico di Mezzano nella Caldera di Latera.
 
Alla fine del percorso andremo alla scoperta della città di Latera, antico feudo della potente famiglia Farnese che proprio in questa parte della Tuscia ebbe le sue radici. Latera con il Palazzo Farnese oggi sede del municipio, le sue fontane in pietra vulcanica e le piazzette che appaiono tra i vicoli medievali, mostra con orgoglio i segni del suo ricco passato legato alle vicende di un ramo della famiglia Farnese.
 
Il nostro itinerario inizia dalle chiesine di campagna ai piedi della collina dove sorge Latera e prosegue su strade dritte e quasi pianeggianti fino al Lago di Mezzano, per un cammino molto rilassante e panoramico immersi in quello che fu il fondo di un antico lago oggi scomparso, la Caldera di Latera, tra pascoli e boschi che danno al paesaggio un aspetto arcaico e rivelano un’agricoltura dolce, svolta ancora in maniera tradizionale.
 
Dopo questa immersione nel paesaggio calderico, giungeremo al Lago di Mezzano con le sue acque profonde. Un piccolissimo lago craterico formatosi alla fine dell’attività esplosiva nella caldera.
 
Le coste selvagge del lago offrono rifugio a una grande quantità di uccelli, le acque profonde e limpide riflettono perfettamente le ripide pendici di Monte Rosso e nascondono uno dei più antichi insediamenti palafitticoli della zona, risalenti all’epoca villanoviana, oggi completamente sommerso.
 
Per una pura casualità  sul fondo del lago vennero rinvenuti due piccoli orci in ceramica databili all’età del Bronzo. Iniziò una campagna di rilevamento e raccolta di materiali, sotto gli auspici della soprintendenza archeologica per l’Etruria meridionale. A venire alla luce fu un abitato già esistente nell’eneolitico (III millennio a.C.), con resti di palafitte, vasi e numerosi oggetti in bronzo.
 
In posizione dominante, si affacciano sul lago due tenute agricole, sorte una di fronte all’altra con le loro belle costruzioni colorate e in pietra vulcanica, testimonianza di una lunga presenza del latifondo.
 
INFORMAZIONI: Anna Rita Properzi Guida Turistica e Ambientale Escursionistica iscritta nel Registro Nazionale Aigae tel 333 4912669: chiamatemi o mandatemi un messaggio whatsapp, o una mail annaritaproperzi@gmail.com o tramite il canale Telegram: https://t.me/lepasseggiatediannarita.
 
PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA: posti limitati nel rispetto delle norme anticovid19; Al momento della prenotazione verranno fornite tutte le informazioni riguardo ai dispositivi di sicurezza e al rispetto delle norme comportamentali che si dovranno firmare per conoscenza.
 
CARATTERISTICHE DEL PERCORSO: camminata ad anello di circa 10,00 Km con un dislivello leggero di circa 250 m. Tipologia del percorso T/E (turistico ed escursionistico), adatto a chiunque si trovi in buona salute, in buone condizioni fisiche e sia abituato a camminare
 
APPUNTAMENTO: domenica 14 febbraio ore 9.30, presso Latera (VT), il luogo esatto dell’appuntamento sarà comunicato al momento dell’iscrizione con invio della posizione Google del luogo di incontro. Durata 5 ore circa. Fine escursione ore 15.30/16.
 
PRANZO: al sacco, acqua 1lt a testa
 
COSTO DELL’ESCURSIONE 15€, gratuito per i bambini al di sotto dei 12 anni.
 
ABBIGLIAMENTO: scarpe da trekking necessarie, consigliati i bastoncini da trekking; abiti adatti alla stagione invernale; calzini di ricambio; Kit anti-Covid19 (mascherina, gel igienizzante)

 -------------

Anna Rita Properzi
Guida Turistica abilitata dalla Regione Lazio
Guida Ambientale Escursionistica
Iscritta al Registro Italiano Aigae n. LA390
Lingue straniere: inglese e francese
Tel. 333 4912669; e-mail: annaritaproperzi@gmail.com



Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu