• - L’ANAGRAFE TUSCANESE È IN TILT…. - Succede a Tuscania - Toscanella - 2019

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

• - L’ANAGRAFE TUSCANESE È IN TILT….

Pubblicato da in Blog Toscanella ·
Tutti sappiamo che recentemente è avvenuto il pensionamento di Giulio Capati e di Claretta Conticiani, un pensionamento che era nell’aria da oltre una anno. Sono stati due professionisti che nel tempo hanno saputo dimostrare capacità e conoscenza del proprio incarico.
 
Bisogna anche dire che in ogni ufficio del comune di Tuscania, c'è competenza, professionalità, tanto di cappello a questi nostri impiegati che ogni giorno hanno la pazienza di ascoltare l’utenza.
 
L’Anagrafe impazzisce. Perché impazzisce l’anagrafe? Perché due elementi importanti, hanno raggiunto il limite della pensione e sono andati, giustamente a riposo. Mi domando, si sapeva da un anno che questi due “Colossi” dell’anagrafe andavano in pensione, perché non sono stati affiancati per qualche mese, impiegati da poter sostituire professionalmente questo lavoro difficile?
 
Non è stato fatto. E’ stato spostato un impiegato da un ufficio ad un altro completamente diverso, ed è stato chiesto aiuto forse alla persona più anziana per competenza che tutti gli riconosciamo, questa signora, (non ho il permesso di fare il nome, ma ha tutta la mia solidarietà) non ce l’ha fatta a gestire due uffici (e quello dell’anagrafe è particolare) ed è crollata psicologicamente chiedendo un periodo di malattia che le spetta di diritto per quello che ha dovuto fare negli ultimi tempi, un plauso ed un augurio alla signora.
 
L’anagrafe non è un ufficio qualunque.  Non si può nascere, non si può votare, non si può sposare, non si può divorziare, non esiste la tua morte se non passa attraverso l’anagrafe. Capito l’importanza? Senza parlare poi che in questi ultimi tempi, ci sono molti stranieri che chiedono  documenti complicati. Questa attività è stata lasciata in mano a persone che non erano preparate per questo lavoro, che hanno dato il massimo, ma non ne avevano la competenza (un carzolaro, non può di colpo, fare l’elettricista).
 
Il pensionato Capati che conosceva l’anagrafe come e forse di più di Giuliano Campadefilo, mi ha confessato che più volte (lui, in pensione) lo hanno chiamato per consulenza, lasciatelo vivere la sua pensione meritata e non rompete le scatole…. ha fatto egregiamente il suo dovere… lasciatelo in pace…!!!!
 
Grande Giulio… per questo articolo me merito du’ salsiccette secche…. le mangerò alla tua salute… hahahhahha..
 
Amministrare…. con meno chiacchiere e più efficienza….!!
 
Luigi Pica



16 commenti
Voto medio: 1164.0/5
1 2
Mario
2019-11-13 21:42:32
Un responsabile del personale, esiste?
#bisognavacambiaremanico
2019-11-14 10:29:18
Bisognava cambiare il manico, ma i tuscanesi hanno voluto così, il voto va rispettato.
Giuseppe
2019-11-14 11:51:17
Se il manico non lo hanno cambiato un motivo ci sarà
Lupus
2019-11-14 11:52:59
Qualcuno sopra si chiede giustamente se esiste un responsabile del personale.
La risposta è semplice: a Tuscania non esistono assessori, capi ufficio, responsabili, presidenti e vicepresidenti del consiglio, segretario comunale, consiglieri di maggioranza e di minoranza, impiegati e operai.
Per capire chi gestisce tutto a Tuscania basta guardare il video di un qualsiasi consiglio comunale e ci si accorge subito che chi decide tutto è uno solo.
Indovinate chi?
Giuseppe
2019-11-14 13:12:06
Quanto rosichi Lupus
Stefano Silveri
2019-11-14 21:26:48
Caro giuseppe che non sei altro lupus può anche rosicare ma contro la stupidità e la negligenza non si può fare nulla se a te va bene così siamo quasi tutti contenti ognuno si pesa per quello che è certo che io non sono e non sarò mai come gli altri ciao caro

Stefano Silveri
2019-11-14 21:38:15
Caro giuseppe lo sai che tuscania di quelli come te non ha bisogno
Elena
2019-11-14 22:15:47
Concordo pienamente con quanto ha scritto Lupus.
Troppi soggetti inconsapevoli hanno votato "tanto per", ma i più...per convenienza. Questo ci troviamo, e questo dovremo sorbirci per altri 4 anni. Purtroppo. Giusè, la magnatora prima o poi s'alzerà anche per te, nte preoccupà...
Lupus
2019-11-16 16:52:53
Quello che ho scritto è semplice constatazione di quanto avviene.
Qui nessuno rosica.
Semmai qualcuno lecca chi lo tiene al guinzaglio, aspettando un tozzo di pane.
Del resto al mondo esistono padroni e servi e ognuno decide quale ruolo ricoprire.
pinuccio
2019-11-16 17:16:10
A Proposito di manici io conosco gente della Prima lega a tuscania i veterani che non sono quelli che vedo ora nelle foto dei social SBAGLIO O ORA SO TUTTI LEGHISTI??? Facile cosi' cavalcare l'onda e'???
Cesetti Antonella
2019-11-16 20:49:25
poi quando gli dici che hanno i figli stupidi loro ti odiano ma mica dicono i figli nostri in effetti non valgono un ceppo no no loro li commiserano ma beati a voi manco la decima parte di quello che ha fatto claretta valgono poi andate a dire che io dico le stupidagini che idioti 30 anni 40 e ancora a casa stanno mammamia che fine faremo almeno se andavano a fare i pecorari già era qualcosa manco quello.
Cesetti Antonella
2019-11-17 13:19:34
ma perché voi credete di trovare qualcuno che rimpiazza cesetti giù al comune? daie dite di si che mi faccio una risata …..qua sono tutti CANAZAUE....
Giuseppe
2019-11-18 08:45:37
Buongiorno.
Stefano Silveri e Lupus ma ancora parlate. Non vi è bastato il 26 Maggio. Avete fatto una lista con tutti i pezzi che voi credevate forti invece per l'ennesima volta avete perso.
Poi Stefano Silveri mi sembra che quelli come te e i tuoi amici Tuscania non ha bisogno e ve lo hanno dimostrato.
Stefano Silveri
2019-11-18 22:02:12
Caro giuseppe perche chi vi ha votato ora vi vuole menare?
Stefano Silveri
2019-11-18 22:19:13
Forse non mi hanno votato perché non ho fatto nessuna promessa la mia promessa era di una tuscania pulita assestata che nessuno faccia cose fuori regole una tuscania piena di turisti che lasciano i soldi....ecco hanno votato a voi perché non vogliono questo però qualcuno che vi h votato ci sta ripensando
1 2

Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu