● - “CINEMA TRA LE SBARRE“ di Pietro Benedetti - Succede a Tuscania - Toscanella - 2019


Zodiac  
Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

● - “CINEMA TRA LE SBARRE“ di Pietro Benedetti

Pubblicato da in Blog Toscanella ·
Ieri presso la  Casa Circondariale Nuovo Complesso Penitenziario Aurelia di Civitavecchia il primo incontro con il gruppo delle ragazze detenute che parteciperanno al laboratorio cinema tra le sbarre promosso da Opera Decima e accolto dalla direzione dell'istituto,  Dott.sa Patrizia Bravetti, e concordato con la dott.ssa Alessia Cipolla responsabile delle attività educative.

Una grande partecipazione delle detenute da il giusto valore ad un'attività che punta a fare incontrare due mondi lontani, quello chiuso del carcere e quello libero. Un laboratorio basato sul sogno e l'immaginazione, utilizzando la macchina dei sogni come possibilità e impegno continuo all'interno dell'istituto.
Un bel gruppo di ragazze sorridenti e piacevolmente interessate alla proposta..
La collaborazione con Luisa Stagni e Alida Castagna è stata e sarà importante per un laboratorio al femminile che veda al centro la "persona".

“Cinema tra le sbarre“ e è un progetto di attività cinematografica dedicato ai carcerati, per i carcerati, con i carcerati, della Casa Circondariale di Civitavecchia. La nostra Associazione di Promozione Socio-Culturale “Opera Decima a.p.s.” dal 2001 svolge attività culturale con le proposte di alcuni dei suoi settori Cinema, Anti Barriere Culturali inclusione disabili e Teatro, proposte ideate per interventi con realtà di disagio sociale realizzati grazie alla lunga esperienza dei suoi soci.

Questa esperienza ci ha consentito l’incredibile risultato dello scorso anno, ottenuto dal regista Pietro Benedetti e con i reclusi dell’istituto di pena di Civitavecchia, settore maschile. Un nuovo progetto da svolgere nell’anno 2018-2019 con la finalità di produrre un nuovo film cortometraggio di minore durata rispetto al precedente film ”Risveglio” , sia a causa di impegni lavorativi che ci concedono minore tempo, sia per l’inferiore apporto economico ricevuto.
FINALITA’: La nostra attenzione, quest’anno, è rivolta a entrambi i reparti: oltre al maschile , vorremmo, se le condizioni lo consentono, includere anche il Reparto femminile della Casa Circondariale di Civitavecchia identificando l’incontro con il mondo femminile quale occasione di crescita e arricchimento : la sfera femminile, sede naturale di fantasia, creatività, accoglienza, del bello, concretezza ed emozioni, è l’humus più fertile per la creazione, il luogo di confronto più diretto e sincero con i drammi della vita. Ancora una volta identifichiamo nella creazione di un cortometraggio l’attività particolarmente idonea allo sviluppo di una esperienza di gruppo coinvolgente ed educativa. La proposta è quella di creare una squadra tra tecnici, sceneggiatori e attori che possa collaborare per un fine comune.  

Pietro Benedetti regista, attore, scrittore e poeta che ha realizzato lo scorso anno il medio metraggio “Risveglio” nel medesimo Istituto Circondariale di Civitavecchia esperto di “Cinema come Terapia” in particolari realtà di disagio sociale.

Luisa Stagni attrice, autrice, regista teatrale e insegnante di recitazione, curerà la preparazione e approccio alla recitazione.

Alida Castagna sceneggiatrice e drammaturga, educatrice professionale di comunità, pedagoga familiare e coach umanista, curerà la raccolta delle storie personali e la preparazione della sceneggiatura del film.
Un operatore cinematografico che documenterà ogni momento del lavoro e del cortometraggio. Un montatore per la post produzione.




Nessun commento

Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu