● - AVIS TUSCANIA: I LUOGHI DEI CAMPANARI, ARCHEOLOGI IN MAREMMA. - Succede a Tuscania - Toscanella - 2019


Zodiac  
Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

● - AVIS TUSCANIA: I LUOGHI DEI CAMPANARI, ARCHEOLOGI IN MAREMMA.

Pubblicato da in Blog Toscanella ·
Domenica 09 Dicembre, l’associazione ‘’Avis di Tuscania’’ propone “I luoghi dei Campanari, archeologi in Maremma”. La visita guidata condurrà i partecipanti nei luoghi più rappresentativi per la vicenda biografica di Vincenzo Campanari e dei suoi figli, tra i quali il giardino di casa Campanari, famoso per aver ospitato al suo interno l’intero allestimento della tomba Vipinana riprodotto fedelmente da Vincenzo Campanari che si preoccupò personalmente di disporre sarcofagi e corredi della tomba così come nella realtà.
 
Il giardino, chiuso al pubblico dagli anni ‘40 fu colpito duramente dal terremoto del 1971; oggi, completamente ristrutturato, verrà aperto al pubblico in occasione della visita per gentile concessione dei proprietari.
 
Ultima tappa della visita il museo archeologico nazionale di Tuscania dove sono custoditi i reperti originali della tomba Vipinana e gli altri ritrovamenti dovuti ai Campanari. Oltre i luoghi i partecipanti alla visita avranno luogo di conoscere più da vicino la vita e le imprese di Vincenzo Campanari e dei suoi tre figli.
 
Uomo di grande cultura ed affermato studioso dell’800, Vincenzo Campanari si impose nel panorama archeologico nazionale ed internazionale per il suo approccio del tutto nuovo ai reperti archeologici: fu il primo ad intuire l’importanza di esposizioni che riproducessero il più fedelmente possibile la realtà dando un input fondamentale al futuro allestimento dei musei.
 
A Campanari si deve la diffusione della cultura etrusca e la scoperta di alcuni siti archeologici di rilevanza internazionale. Appuntamento per tutti gli interessati in Piazza Basile alle ore 10.30.
 
E’ richiesto un contributo di euro 5,00 a favore dell’Associazione Avis di Tuscania.





Nessun commento

Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu