● - “DARE I NUMERI” PUO’ ESSERE ANCHE UNA NECESSITÀ. di Renato Bagnoli - Succede a Tuscania - Toscanella - 2021

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

● - “DARE I NUMERI” PUO’ ESSERE ANCHE UNA NECESSITÀ. di Renato Bagnoli

Pubblicato da in R. Bagnoli ·
Quella di “dare i numeri” è la pratica utilizzata dai venditori di sogni irrealizzabili, da quei sedicenti maghi che tentano di ricavare dai sogni, e dai racconti di quelli che si rivolgono a loro, i numeri giusti da giocare al lotto.
 
Durante l’ultimo Consiglio comunale il primo cittadino, rivolgendosi ad una consigliera di minoranza che lamentava una scarsa trasparenza da parte dell’amministrazione, non sapendo come parare il colpo, spostò il discorso sul diritto, garantito dalla legge, esercitato da un cittadino, tale R.B. … che chiede di tutto  … questo signore ci scrive 5 cose al giorno … questo cittadino distoglie l’amministrazione dal lavoro in modo costante e continuativo ….
 
In quale modo questa persona riuscirebbe a distogliere, in modo costante e continuo, i nostri amministratori dal loro lavoro?
 
Stando all’enfasi e alle parole del sindaco, probabilmente presentando ogni giorno 5 richieste di accesso agli atti amministrativi, quindi decine e decine di istanze che di fatto paralizzerebbero l’attività degli uffici.
 
Ho pensato allora di andare sul sito istituzionale, dove vengono pubblicate tutte le richieste di accesso civico presentate agli uffici comunali.
 
Nel corso dell’anno 2019 sono state presentate 31 istanze che, se divise per le 6 Aree fanno una media di poco più di 5 pratiche /ufficio, mentre nel 1° semestre 2020 ne sono arrivate 13, una media di 2 pratiche/ufficio, tutte regolarmente evase.
 
Ora sarebbe interessante capire se c’è qualcuno che da i numeri.
 
Renato Bagnoli
 
 
 
 
 
 



Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu