● - BILANCIO COMUNALE DI TUSCANIA: FACCIAMO CHIAREZZA - Succede a Tuscania - Toscanella - 2018


Zodiac  
Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

● - BILANCIO COMUNALE DI TUSCANIA: FACCIAMO CHIAREZZA

Pubblicato da in Blog Toscanella ·
Il Sindaco Bartolacci e l’Assessore al Bilancio Liberati, ci hanno letteralmente “bombardato” con comunicati riguardanti il “bilancio sanato”, ma … sarà vero? Andiamo nel particolare e soprattutto facciamo due conti….
 
LE TASSE LOCALI E I SOLDI CHE LO STATO TRASFERISCE AI COMUNI
 
Vi risulta che con l’Amministrazione Bartolacci, le tasse siano diminuite? Vi sbagliate. Abbiamo le aliquote più alte e Tasi ed Imu sono al massimo applicabile. La Tari (tassa sui rifiuti) non è mai diminuita per le scelte di questa Amministrazione ma esclusivamente per la buona volontà dei tuscanesi. Inoltre dopo che il M5S ha scoperto la copiatura del progetto, non si è avuta più notizia della “raccolta differenziata” e non si sa se, quando e come partirà il servizio.
 
E i fondi erogati dallo Stato? Basta guardare questa tabella per rendersi conto che nel 2016 il Comune di Tuscania ha ricevuto oltre 1,7 milioni di euro, e, dai dati sotto riportati il confronto rispetto agli anni precedenti, risulta evidente

 
NUOVE TASSE E VECCHI SPRECHI
 
Sono state anche introdotte entrate occulte rappresentate per esempio dalle violazioni al codice della strada che, nel 2013, ammontavano a circa 30 mila € mentre nell'ultimo bilancio chiuso a circa 300 mila (il 1.000% in più!). Un utilizzo ovviamente del codice della strada col solo obiettivo di far cassa senza alcun proposito di miglioramento della viabilità e della sicurezza stradale. Stessa cosa per i proventi del parcheggio che passano dai 16 mila ai 70 mila euro! O le concessioni cimiteriali, che passano dai 60 mila ai quasi 85 mila euro!

TAGLIO AI SERVIZI
Purtroppo all'aumento delle entrate non solo non sono corrisposti aumenti dei servizi ma addirittura abbiamo assistito allo svuotamento totale di alcuni di essi, come quelli che vanno dal sociale, ai servizi alla persona. Si parte infatti, con i 120 mila euro tagliati negli ultimi anni che hanno portato per esempio:

  • alla soppressione del servizio di assistenza e pasto domiciliare;
  • alla chiusura del Centro di Aggregazione Giovanile che ha consegnato nuovamente i giovani alla strada, aumentando le possibilità di comportamenti devianti;
  • all’esternalizzazione e poi eliminazione del trasporto emodializzati;
  • alla perdita di figure professionali che facevano parte di quel sociale fiore all’occhiello della Tuscia…basti pensare ai 2 assistenti sociali persi.

Il taglio dei servizi si è visto anche in quegli uffici che sono fondamentali per il cittadino, parliamo per esempio dell’Ufficio tecnico, che questa Amministrazione ha semi-immobilizzato a causa della riduzione dell’orario di apertura al pubblico, con relative conseguenze per gli operatori del settore edilizio, per il privato cittadino ed un ricorso esagerato agli incarichi esterni.
 
Tagli hanno riguardato anche la gestione della Biblioteca comunale con la conseguenza di un suo notevole depotenziamento.

Stessa cosa dicasi per i settori settore turismo e cultura che dovrebbero essere, insieme all'agricoltura, i punti trainanti della nostra economia e che invece nel 2016hanno visto destinati 0 (Zero) EURO per le manifestazioni culturali contro gli 8 mila del 2013 e al settore turismo addirittura una riduzione degli stanziamenti di oltre il 30%.
 
Gettando un occhio nel settore scolastico non abbiamo trovato una situazione migliore, nella scuola materna infatti gli stanziamenti hanno avuto una riduzione di quasi il 50% e sono passati dai 45 mila del 2013 ai 23 mila del 2016.
 
E per quanto riguarda la lotta agli sprechi?
 
Sono riusciti ad aumentare incredibilmente di quasi il 10% i costi relativi alle indennità dei componenti la maggioranza, nonostante nel 2014 lo Stato abbia ridotto il numero dei consiglieri comunali (anche a Tuscania) da 16 a 13 con l’intento di ridurre la spesa pubblica!

  • Le collaborazioni professionali sono passate da 49 mila e a oltre 55 mila euro;
  • Le spese per le utenze degli impianti sportivi sono passate da poco più di 1.000 € a quasi 15 mila;
  • i costi per la pubblica illuminazione sono aumentati del 25% toccando il record di € 276 mila;
  • La spesa per la pulizia dei locali comunali è quasi raddoppiata passando dai 18 mila del 2013 ai 33 mila del 2016.
 
Concludiamo dicendo che, i proclami del Sindaco e dei suoi Assessori risultano come pubblicità ingannevole, mentre i numeri non lasciano dubbi.
 
Riassumendo quello che abbiamo documentato:
- lo Stato ha assegnato maggiori somme al Comune di Tuscania rispetto agli anni precedenti;
- la Giunta Bartolacci ha introdotto nuove tasse occulte mantenendo le aliquote fiscali locali che sono già al massimo consentito dalla legge;
- L’Amministrazione ha tagliato comunque servizi essenziali, come quelli al sociale.

Dalla lettura di questi dati, presi confrontando i bilanci 2013 e 2016, ogni cittadino può farsi la propria idea e comprendere che non serve certo uno scienziato a far tornare i conti aumentando le tasse e tagliando i servizi.

Ecco un breve video:





16 commenti
Voto medio: 1164.2/5
Tuscanese
2017-12-09 19:20:46
Me pareva strano che erano stati così capaci.
Dopo la figuraccia che hanno fatto con il progetto GAL, dove sono stati letteralmente cacciati dagli altri Comuni limitrofi, come potevano essere stati tanto bravi da risanare un bilancio??????
Ora si spiega tutto e si capisce che chiunque era in grado di fare quello che i nostri amministratori hanno fatto, altro che bravura solo + TAGLI e +SOLDI dallo STATO.
Bravi comunque lo sono stati, perchè , ancora una volta ci hanno preso per il ........ spendendo più soldi su cose inutili e non di prima necessità per il cittadino bisognoso come, IMPIANTI SPORTIVI e COLLABORAZIONE PROFESSIONALI.
Cesco
2017-12-09 19:31:34
Gira e rigira si riparla di Fulgur, quando finirà questa telenovella?
franco
2017-12-10 09:35:48
Ma ho capito male che c'è stato un aumento del 1000% sulle multe? Ma è possibile che si fa solo cassa per spremere noi poveri contribuenti che lavoriamo tutti i giorni?
Matematico
2017-12-10 11:10:54
Finalmente leggo cifre e dati e non le solite chiacchiere!!!
Romolo
2017-12-10 18:07:58
L'arte della politica è quello di far apparire al Popolino che tutto va bene. I nostri politici, cioè i nostri amministratori, non hanno capito che il Popolino è informato e soprattutto istruito, insomma non ha più la sveglia al collo. Non si può dire abbiamo fatto la differenziata, abbiamo abbassato le tasse, ci sono più servizi, il turismo è aumentato, l'agricoltura si è sviluppata, ecc. Tutti i cittadini sanno che ciò non è vero e tutto ciò andrà sicuramente a discapito di qualsiasi Sindaco. Che fine ha fatto la precedente Amministrazione comunale?

IL SUDDITO
Franco
2017-12-11 08:28:25
Nun ce credo
nun è possibile
da 1000 a 15000 pe le sarcicce nun ce credo
Louis
2017-12-11 08:32:04
Sarebbe auspicabile chiedere ed ottenere un confronto pubblico con tanto di moderatore e parità di parola, perché cosi altrimenti le multe diventano maggiore sicurezza stradale, il taglio dei servizi razionalizzazione, i maggiori versamenti dello Stato capacità di reperimento fondi, ecc. ecc.
Beno
2017-12-11 09:11:07
Louis non serve un confronto con moderatore per vedere che la sicurezza stradale è sempre quella! A proposito che ne dite di quelli che sfrecciano nel centro storico incuranti del pericolo generato?
Così come non serve un confronto per essere consapevoli dei tagli ai servizi comunali che tutti i giorni tocchiamo con mano!
franco
2017-12-11 09:20:07
Ma Ultimo
detto pure secondo
che fine fece?
Franco
2017-12-11 11:20:45
Ma pure Federico che fine fece??

Nun è che so venute tutte a abbità con te a tessennano Ba'?
Gigi Pica
2017-12-11 12:27:31
A me la cosa che ha sconvolto sono le multe che sono passate da:
30 mila euro nel 2013 ai 300 mila del 2016.

Vi sembrano sanzioni giuste? E i divieti di sosta, ma soprattutto DI FERMATA che sono nelle vicinaze dei bar di tutta Tuscania? Centro Storico e periferia. Ne vogliamo parlare?
BIG
2017-12-11 15:13:38
A GIGI QUESTA NON ME LA SPETTAVO. MA QUEI SIGNORI CHE VANNO AL BAR CHE VANNO LAVORARE? GLI DOBBIAMO ASCIUGARE IL SUDORE, NON POSSONO FARE DIECI PASSI IN PIU' PER SOSTARE LA MACCHINA. SI GUARDA LA ROTONDANON DOVREBBERO SOSTARE L'AUTO CHE E DIVIETI
Cencio
2017-12-11 18:54:23
Giusto giustissimo cari Gigi e BIG perchè se il tuscanese va al bar per prendere un caffè o fare colazione se ha la posibilità entrerebbe con la macchina dentro il bar.
Renato
2017-12-12 15:40:31
I divieti di fermata vicino a qualche bar sono giusti perchè gli esercenti devono poter collocare palchi, fari psichedelici, amplificatori, sedie, ombrelloni e l'estate prossima, prima delle votazioni, saranno autorizzati anche alle piscinette in plastica con le paperelle.
Tuscania, da qualche anno, non è più un paese per "vecchi" e nemmeno la "perla della civiltà etrusca e medievale".
Largo ai giovani, alla movida, alle risse, allo spaccio e al consumo di stupefacenti, ai concerti rock e ai raduni psyco-trance.
Il tutto alla faccia dei benpensanti e di chi la notte vorrebbe riposare e vivere tranquillamente.
Propongo di sostituire la scritta dei cartelli turistici con "la perla dell'inciviltà del XXI secolo"!.
Renato
2017-12-12 16:19:17
Ultimo, secondo, Caos e Federico II stanno cercando di capire quanti contributi sono arrivati dal fotovoltaico.
Lupus
2017-12-12 16:45:09
Riguardo alle multe va ricordato che quelle fatte su strade di proprietà di altri enti (non comunali), come la strada provinciale Tuscanese, sono destinate al 50% al proprietario (provincia) ed al 50% al comune.
Quindi dalle tasche dei cittadini sono usciti molti più € di quanto conteggiato come entrate nel bilancio.
Abbiamo quindi un'Amministrazione capace di spingere su un numero di sanzioni elevato, per poter incassare almeno la metà delle multe.
Le strade sono quelle che tutti vediamo e di investimenti in sicurezza non si vede nemmeno l'ombra.
Come si legge nel comunicato del M5S di Tuscania, a far quardare i conti così sarebbe capace chiunque.
E c'è ancora chi crede ai proclami dell'oste che dichiara il suo vino come il migliore in assoluto!

Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu