· - REGINO BRACHETTI: “UN MERCATO SETTIMANALE E RIAPERTURA PARCHI CON NUMEROSI PROBLEMI” - Succede a Tuscania - Toscanella - 2020

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

· - REGINO BRACHETTI: “UN MERCATO SETTIMANALE E RIAPERTURA PARCHI CON NUMEROSI PROBLEMI”

Pubblicato da in Insieme per Tuscania ·
Traffico in tilt e lamentele ieri mattina a Tuscania per la riapertura del mercato settimanale nell’era post Covid.
 
La decisione del Comune di spostare tutti i banchi degli ambulanti lungo viale Trieste rispetto alle vie adiacenti ha praticamente spezzato in due la viabilità cittadina, causando parecchi disagi ai residenti e agli automobilisti, costretti a giri lunghi e contorti per immettersi nuovamente sulla strada provinciale. Una situazione aggravata dalla chiusura di uno dei due ingressi al centro storico, l’arco di San Marco, decisa anche questa in funzione della riorganizzazione del mercato.
 
Di una “viabilità uscita da una mente contorta”, parla dall’apposizione Regino Brachetti: “Il mercato poteva essere organizzato in sicurezza senza arrivare a questo punto. Chiudere viale Trieste significa bloccare la città. Non a caso si ricorre a questa misura solo una volta all’anno per un evento eccezionale: la fiera. Pensare di applicare lo stesso provvedimento ogni settimana è fuori da ogni logica e dal buon senso.  Tutto questo, inoltre, mentre già un’altra arteria principale del centro storico, via XII settembre, si trova chiusa a causa di lavori in corso”.
 
Brachetti già nei giorni scorsi aveva avuto modo di protestare per come era stata gestita tutta la vicenda:  “Ci si aspetterebbe in queste occasioni che un’amministrazione fornisca tutte le informazioni ai cittadini attraverso i propri canali ufficiali. Invece, anche stavolta, come per tutte le comunicazioni e soprattutto per quelle relative all’emergenza sanitaria, le uniche notizie erano reperibili sulla pagina Facebook della lista che ha sostenuto il sindaco Bartolacci alle elezioni amministrative. Un modo di fare, come capisce chiunque, estremamente scorretto dal punto di vita istituzionale”.
 
Intanto con un’ordinanza il sindaco ha riaperto i giardini comunali di viale Trieste e il parco Torre di Lavello, e anche in questo caso le polemiche non mancano. Il provvedimento, infatti, prevede che  “tutte le persone che vi accedono devono essere dotate di mascherine se di età superiore ai 3 anni” e che i ”bambini al di sotto dei 14 anni devono essere accompagnati da un genitore o da un altro adulto familiare, anche non parente”. “Sono regole che non si trovano scritte da nessuna parte, in nessuna disposizione nazionale e regionale – attacca sempre Brachetti -. E poi dove si sono mai visti bambini di 14 anni accompagnati al parco dai genitori? Invece di controllare che i nostri ragazzi mantengano il previsto distanziamento sociale quando all’interno dei parchi pubblici comunali i nostri amministratori farebbero meglio a far disperdere tutti quegli assembramenti che ogni giorno si creano in via della Torretta e a Santa Maria delle Rose”.
 
 
 



11 commenti
Voto medio: 1115.0/5
giro giro tondo
2020-05-30 15:39:35
ME TOCCA METTE UN NOME DI FANTASIA QUI SE VA AVANTI COSI MA NON MI PIACE VOLEVO RICORDARE LA LISTA INSIEME PER TUSCANIA HA UN SEGRETARIO UN AMICO MIO IN POCHE PAROLE SCRIVE PER IL GRANDE REGINO,HA DIMENTICAVO CHI SE FIRMA CON NOME E COGNOME SEMPRE HA DISPOSIZIONE IO RISPONDO E CE METTO LA MIA FIRMA ANDIAMO AVANTI,IN ATTESA ....HA DIMENTICAVO L'AMMINISTRATORE DI QUESTO SITO PUBBLICA MA TANTE MA TANTE COSE IMPORTANTI SU TUSCANIA MA I COMMENTI NON LI VEDO MAI, MA SE ANDIAMO SULLA POLITICA APRITI CIELO ,PER IL SITO TOSCANELLA, NON E SOLO POLITICA E TOSCANELLA PER I TUSCANIESI SONO 2 ANNI CHE DOVEVO FARE COMMENTI MO SCOPPIO
Gigi Pica
2020-05-30 16:13:00
Io la firma ce la metto, al mercato non ci sono stato, ma ne ho sentito parlare (male), per i parchi, sono dei luoghi all'aperto come una qualsiasi strada e quindi le regole valgono come per qualsiasi strada. I tuscanesi sono di norma rispettosi delle regole, chi trasgredisce, botte da orbi...!! Ma non vedo questi controlli.... i percettori di RDC possono fare molte cose... "le sorde, vanno guadagnate"... Cari saluti, nome di fantasia...
NOME DI FANTASIA
2020-05-30 17:01:21
MA TU CHE FIRMI ,NON MI RIFERISCO A HA TE ,PER QUANTO RIGUARDA I PARCHI COME HO CAPITO IO DOMANI SARANNO APERTI , VENTURINO,E ALTRI PARCHI OVVIAMENTE PER I BAMBINI NON POSSONO GIOCARE SONO CHIUSI PER MOTIVI DI ASSEMBRAMENTO,E MI DISPIACE MA TUTTO PASSERA' ,PER IL MERCATO CHE DIRE SOLO UN COSA MIA MOGLIE ALLE 06,00 DEL MATTINO DI VENERDI' ERA PRESENTE PE ANNA AVANTI DIMME TE CHE DOBBIAMO FARE ?SOLUZIONI AVANTI ,TE SALUTO NOME DI FANTASIA LA TU LO SAI CHI SONO IO CIAO
NOME DI FANTASIA
2020-05-30 17:36:12
volevo dire lo sai chi sono io ( errore di ortografia )
Andrea
2020-05-30 23:06:25
"SOLUZIONI AVANTI ,TE SALUTO NOME DI FANTASIA LA TU LO SAI CHI SONO IO CIAO"
Fosse solo questo l'errore di ortografia!!!
A qualche "A" io gli toglierei qualche "H".
Scherzo!!!
Ringo
2020-05-31 07:03:42
Fosse solo il mercato il problema. Qui la viabilità non ha senso in tutto il paese. E per il resto lasciamo perdere.
Rambo
2020-05-31 08:26:29
La commedia con le guardie pseudopadane, c'è la potevamo risparmiare. Purtroppo quest'anno niente processione col trafascio, niente fiera col trafascio, quale migliore occasione la ripresa del mercato settimanale col gilet fosforescente? Sempre più terra terra, per apparire agli occhi della gente. In 6 anni hanno solo speso, e male, soldi procurati dall'amministrazione Natali. Che fortuna 90 giorni di nulla con la scusa che nulla si poteva fare! Considerare successi le guarigioni dei positivi con tanto di videomessaggio è stato il massimo dell'amministratore modello.
P.d. ...le pagliuzze si arrangiano da sole.
Aripiateve
2020-05-31 13:50:55
La gestione del mercato e dei parchi è stata qualcosa di confuso e incomprensibile. Nemmeno i "maestri di musica" erano d'accordo tra loro. Una gestione che dire penosa, è un complimento.
Farwest
2020-05-31 20:21:09
Non abbiamo bisogno di sceriffi, abbiamo bisogno di buon senso e meno spettacolarità.
Stefano Silveri
2020-05-31 23:06:20
TROPPE CHIACCHIERE TUSCANIA NON È PIÙ LA TUSCANIA DI UNA VOLTA PURTROPPO SE NE SONO ACCORTI ANCHE DA ALTRI PAESI NON SOLO DELLA NOSTRA PROVINCIA MA DA LONTANO ......SPORCIZIA MALEDUAZIONE CAOS TRAFFICO SELVAGGIO TURISMO MOLTO IN CALO RISTORANTI CHE NON
SONO FREQUENTATI COME UNA VOLTA .SI ORA CE IL COVID 19 LA GENTE NON HA PIÙ POSSIBILITÀ COME UNA VOLTA ...PERO TSCANIA ERA LA PERLA DELLA TUSCIA IN TUTTI I CAMPI AVEVAMO ADDIRITTURA DUE PISCINE IL CALCIO ECCELLEVA IL TURISTA AFFITTAVA CASE E ADDIRITTURA COMPRAVA CASE RICORDO CHE C'ERANO MOLTISSIME FAMIGLIE SVIZZERE CHE D'ESTATE E NON SOLO ABITAVANO A TUSCANIA C'ERANO EVENTI STRADE PULITE ADDIRITTURA PASSAVA LAUTOBOTTE AD INNAFFIARE E PULIRE LE STRADE ..INSOMMA TUSCANIA ERA UN BIJOUX....È PURE VETO CHE ABBIAMO AVUTO SINDACI COMPETENTI E MOLTO COMPETENTI CON VISIONI ALLARGATEE CONOSCENZE VASTE NON PER DIRE MA SINDACI COME REGINO BRACHETTI ANGELO MARCOALDI MASSIMO NATALI CERTO NON ONO LA STESSA COSA DI OGGI ASSESSORI COME DEBLES STACCINI ANTONIO MARCONI PAOLO PANTALEI DOMENICOBELLOMARINI ECC.ECC. CERTO NON PRETENDO TUTTO CIO PERO .......QUALCHE CAZZO DI BUONO FATE PER QUESTA TUSCANIA CHE SI È BELLA MA NON BALLA .....ALTRIMENTI ABBIATE IL CORAGGIO DI SCUSARSVI E TOGLIRE IL DISTURBO PER NON ESSERE ALL'ALTEZZA
pinuccio
2020-06-08 10:52:17
mi auguro che la minoranza convochi il prefetto per rappresentare tale situazione di mal democrazia

Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu