● - IL GOVERNO SVENDE ROCCARESPAMPANI. - Succede a Tuscania - Toscanella - 2018


Zodiac  
Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

● - IL GOVERNO SVENDE ROCCARESPAMPANI.

Pubblicato da in Dal Web ·

 
''Venghino, signori, Venghino''. Da Nord a Sud, le proprietà pubbliche del Bel Paese sono finite in vendita online a prezzi stracciati. E tra i tanti beni all'asta è spuntata anche la storica Roccarespampani di Monte Romano.
 
Merito dell'ormai noto decreto ''Sblocca Italia'' che permette di realizzare investimenti immobiliari acquistando a buon mercato praticamente di tutto: monasteri, ville, parchi naturalistici e persino delle isole o dei fari. Visitando il sito www.investinitalyrealestate.com è possibile conoscere tutta la lunghissima lista delle proprietà con annesse foto e documentazione dettagliata.
 
''Splendido esempio di architettura rurale seicentesca, ubicato nel Comune di Monte Romano in Provincia di Viterbo - scrive il sito di Roccarespampani - il Castello situato in aperta campagna e circondato da un paesaggio suggestivo, è gestito come Azienda agricola dal 1980''.
 
''Il compendio immobiliare edificato nel 1600 presenta l’aspetto tipico delle fortificazioni medioevale con annessa area scoperta - spiega ancora la nota descrittiva - L'immobile è articolato su tre livelli fuori terra oltre sottotetto e sviluppa una superficie coperta di 3.116 m² oltre un terreno circostante di ampie dimensioni. La tenuta è affidata in gestione dal 1980 ad un’azienda agricola del Comune al fine d’incrementare economicamente le produzioni agricole e quelle basate sull’allevamento bovino ed equino maremmano''.
 
Oltre ai dati castali e alla planimetria poi, il sito parla di vendita con bando pubblico, ma forse il dato più interessante è quello costituito dal cosiddetto profilo di rischio. In questo caso, Roccarespampani è stata inserita nella tipologia nota come ''value-added'', ovvero un genere di immobile che fa più affidamento sulla crescita di valore nel tempo per arrivare a generare elevati rendimenti. I value-added richiedono dunque alcune competenze specifiche oltre ad investimenti nella riqualificazione. Riuscirà il Governo a vincere questa scommessa?
 



1 commento
Voto medio: 110.0/5
Giuseppe Catalini
2018-01-09 19:36:40
La cosa più triste è che nel nostro Belpaese ci si accorge dei tesori che abbiamo, solo quando vengono distrutti o minacciati da vendite, abusi, degrado, usi impropri.

Con questo non voglio giustificare certe scelte che denunciano un'incapacità di agire per la tutela del patrimonio storico, artistico e naturale che abbiamo. Anzi questo modo di "sbloccare" l'Italia mi trova assolutamente contrario e non ho problemi a definirlo sconsiderato, maldestro ed ignorante.
Dopo un ministro di un precedente governo che asserì che con la cultura non si mangia, dobbiamo vedere un altro governo che invece di rivalutare e recuperare il patrimonio nazionale, lo svende, come farebbe un burocratico commissario prefettizio.
Queste vicende recenti e meno recenti permettono di affermare che in certi palazzi la cultura non alberga (e non si tratta di destra o di sinistra!), ma vi entrano ed escono faccendieri, banchieri e personaggi portatori di interessi che nulla hanno a che vedere con le reali esigenze del Paese e degli italiani.

Resta la speranza di vedere questa classe politica fuori dalla gestione della Repubblica in un prossimo futuro.

Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu