● – VILLA FAUSTA, UN’OCCASIONE PERDUTA. A cura dei Consiglieri di minoranza. - Succede a Tuscania - Toscanella - 2020

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

● – VILLA FAUSTA, UN’OCCASIONE PERDUTA. A cura dei Consiglieri di minoranza.

Pubblicato da in Insieme per Tuscania ·
Pochi giorni fa, sul sito istituzionale del comune di Tuscania, è stata pubblicata la determinazione n. 344 relativa alla CONCLUSIONE DEL PROCEDIMENTO e la CHIUSURA POSITIVA della Conferenza dei Servizi decisoria ex art. 14, c. 2, Legge n. 241/90, indetta per l’approvazione del progetto di realizzazione, con annessa istanza di variazione urbanistica, di una casa di riposo per 80 posti letto, nel Comune di Arlena di Castro.
 
Si tratta di una struttura di nuova costruzione, un modello ideale di residenza per la terza e la quarta età dove tutti gli spazi interni sono stati progettati con un design moderno, confortevole e massimamente funzionale. Il progetto prevede tutte le migliori tecnologie, impianti e standard gestionali di alto livello. Le camere sono singole o doppie, tutte dotate di climatizzazione, tv e bagno privato. Completano poi il complesso uno spazioso parcheggio riservato ai visitatori e l’ampio giardino protetto dove i futuri ospiti potranno trascorrere del tempo all’aria aperta nella massima tranquillità.
 
Dopo le ordinanze sindacali con le quali sono state chiuse poco tempo fa le due case di riposo presenti nel nostro territorio, ci avrebbe fatto molto “comodo” poter disporre di una struttura come quella che verrà costruita ad Arlena. Un fiore all’occhiello per la città che avrebbe procurato nuovi posti di lavoro.
 
I tuscanesi devono sapere che, circa due anni fa a seguito della riunione dei capigruppo venne deciso di inserire, tra gli argomenti all’ordine del giorno del Consiglio comunale, la discussione della variazione della destinazione d’uso del terreno sul quale si sarebbe dovuto costruire quella struttura che prevedeva, tra l’altro, anche il box per l’ambulanza del 118 e l’ambulatorio della guardia medica ma, non si sa perché il punto venne poi stralciato, dai nostri solerti e lungimiranti amministratori, e mai discusso. Così il progetto venne proposto al comune di Arlena di Castro, che si adoperò immediatamente per attivare tutte le procedure, lasciando i tuscanesi con un pugno di mosche.
 
Come fu possibile che i nostri amministratori si lasciarono scappare un’occasione come quella? Un’opportunità che avrebbe portato numerosi benefici alla città e soprattutto circa 30 posti di lavoro veri e non inesistenti come quelli che avrebbe garantito il fotovoltaico e il biodigestore.
 
Questo fu possibile grazie alla loro incapacità e incompetenza.
 
I tuscanesi ringraziano e non dimenticano.
 
I consiglieri di minoranza.
 
 



19 commenti
Voto medio: 1190.0/5
1 2
Giorgio
2020-08-08 16:30:00
Fa piacere leggere le vs parole di apprezzamento per l’iniziativa e il progetto, Condivido le vs considerazioni sulla opportunità Non raccolta dall’amministrazione . Cordiali saluti il progettista Giorgio Pierini
APPLAUSI
2020-08-08 22:01:48
Applausi a questa maggioranza che ha perso anche questa occasione. Che ce puzzava a sistema' na trentina de famiglie?
Bagnante
2020-08-08 22:49:13
Noi siamo solo buoni a costruire piscine che non servono a nulla.
Cittadino
2020-08-09 11:29:10
Un progettista che commenta l'opportunità di una amministrazione, bagnante che è contro l'amministrazione per la piscina, applausi che parla come un saputo. Ma quando doveva essere portata in consiglio comunale la delibera di questa Villa visto che sapete tutto perché è stata tolta? Era tutto ok oppure no? Chi è stato a farla togliere? Era una normale delibera di presa d'atto oppure bisognava fare qualche variante? L'eventuale variante, se era tale, cosa avrebbe comportato? Io non conosco le risposte ma mi faccio delle domande logiche quale amministrazione rifiuterebbe una occasione così? Allora mi piacerebbe che le cose fossero dette a 360 gradi per giudicare.
Ferlengo
2020-08-09 11:44:41
Mettiamo i vecchi nella piscina
Renato
2020-08-09 15:16:32
Nessuna amministrazione con un minimo di buon senso avrebbe rifiutato, come nessun amministratore di buon senso avrebbe speso 900.000 euro per riqualificare una piscina dal risultato discutibile, quando con 50.000 euro avrebbe potuto metterla a norma mantenendo inalterato il suo stile retrò e il suo fascino architettonico dell’epoca.
Solo i nostri amministratori potrebbero rispondere a 360° al Cittadino e ai cittadini.
Domandare è lecito...rispondere è cortesia.
Cittadino
2020-08-09 19:43:06
Renato rispetto la tua opinione ma credimi sono del mestiere per ristrutturare la piscina ci vogliono molti più soldi e sarebbe scoperta e comunque lo avevano detto in campagna elettorale e la gente ha apprezzato. Personalmente penso sia giusto il costo non è basso ma rimarrà per tutti e per Tuscania ci voleva, però sono idee. Però Renato io ho fatto domande su un altro argomento e non sulla piscina.
Usignolo
2020-08-09 22:06:12
I perché di tali scelte le dovrebbe esporre il sindaco, ma non credo che accadrà mai, o se dovesse con le scuse più fantasmagoriche. @Cittadino se sei del mestiere dovresti sapere che se una amministrazione mette nel programma una base spaziale e poi a spese dei cittadini la approva in consiglio a maggioranza non è che possa essere applaudito per il fatto di aver mantenuto una promessa seppur folle nel suo genere.
Mi riferisco alla piscina che se dopo 900.000 eurini spesi qualcuno la possa fare funzionare senza contributi comunali. Se troveremo questo eroico o eroici gestori con la clausola di dover corrispondere un canone al comune come è giusto che sia e gestirla in modo autonomo a proprie spese, lo aspettiamo / li aspettiamo a braccia aperte.
Non possiamo assistere al vecchio spettacolo già in onda con la piscina dell'olivo clamorosamente finito e con dispendio di denari pubblici e poi abbandonata al degrado come tutti sappiamo. Per quanto riguarda la struttura oggetto di questo articolo, mi sarei aspettato non un manifesto ma un plastico esposto nei bar del paese, con la scritta irrealizzabile in quanto...........
Sono solo promesse
2020-08-10 09:45:19
Dal programma elettorale del 2014: "Vorremmo realizzare una piscina in struttura moderna a costi contenuti".
E per fortuna che AVEVANO PROMESSO una spesa "contenuta" altrimenti quanto avremmo speso?
Cittadino
2020-08-10 11:13:36
Caro Giggi sempre la stessa cosa si parla di una cosa e rispondono un altra, vabbè, buone vacanze.
Renato
2020-08-10 11:40:19
Chi dovrebbe rispondere ai quesiti di Cittadino sono solo gli amministratori locali e nessun altro.
Solo loro hanno le risposte, o meglio, la risposta...perche' e' una.
madmax
2020-08-11 15:01:19
La piscina sarà un buco nell'acqua già annunciato soldi dei cittadini buttati.se una cittadina come Viterbo ha problemi di gestione con la piscina comunale per gli alti costi come farà a gestirla un comune come tuscania?la piscina andava solo riqualificare con una spesa minima non con un progetto da 900.000 euro .
madmax
2020-08-11 15:07:34
Per la casa anziani bisogna conoscere il progetto perché vedasi la faccenda dello stadio della Roma che era una scusa per lottizzare una zona con una richiesta di cubatura tripla con opere di urbanizzazione a carico del comune.i furbetti ci sono sempre .invece il comune doveva costruire una residenza per anziani comunale con i 900000 euro della piscina su esempio di molti comuni del Nord Italia.perché tali residenze creano posti di lavoro e la gestione pubblica è una garanzia migliore.
Usignolo
2020-08-11 21:11:10
Concordo pienamente con madmax che ha centrato in pieno le considerazioni dovute alle scelte della nostra amministrazione continuamente in cerca di propaganda con effetti speciali.
Lamberto
2020-08-11 23:26:05
È vero Sig. Renato la risposta è solo una. Quanto rosicate😂😂😂😂
1 2

Articoli recenti
Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu