● - RIAPRE L’IMPIANTO DI COMPOSTAGGIO DI TUSCANIA - Succede a Tuscania - Toscanella - 2019


Zodiac  
Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

● - RIAPRE L’IMPIANTO DI COMPOSTAGGIO DI TUSCANIA

Pubblicato da in Blog Toscanella ·


LE ASSOCIAZIONI PRESENTANO PRECISE RICHIESTE ALL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE A GARANZIA E TUTELA DELLA SALUTE E DEL BENESSERE DEI CITTADINI E DELL’AMBIENTE
 
L’11 luglio nella sala consiliare del Comune di Tuscania si è svolto un incontro organizzato dall’amministrazione cittadina con le associazioni di Tuscania e i rappresentanti di Asja Energy, proprietaria di Tuscia Ambiente S.r.l., società che gestisce l’impianto di compostaggio da 60.000 tonnellate, sito in località Fontanile delle Donne e di cui è imminente la riapertura dopo alcuni anni dedicati all’adeguamento tecnologico.
 
Le associazioni che hanno accolto l’invito rivolto dall’amministrazione comunale, nel ribadire la loro contrarietà all’impianto hanno consegnato un documento “Carta delle associazioni cittadine di Tuscania”.
 
In questo documento sono espresse in modo ampio e preciso le preoccupazioni, le richieste e le azioni che la comunità tuscanese chiede siano assunte dall’amministrazione comunale in vista della riapertura dell’impianto.  
 
La vicenda dell’impianto al Fontanile delle Donne inizia oltre un quarto di secolo fa e ha coinvolto le diverse amministrazioni che si sono avvicendate in questi anni alla guida del Comune di Tuscania.  L’iter ha fatto il suo corso e si è concluso, malgrado la contrarietà di una larghissima fetta della popolazione, che in passato ha svolto iniziative di protesta e promosso azioni legali ad opera di associazioni e comitati locali (Assotuscania, Italia Nostra, Comitato 3T).
 
Oggi, anche grazie a queste azioni del passato, auspichiamo che siano maturate altre sensibilità ambientali: la comunità locale deve essere sempre coinvolta in scelte così importanti che impattano sulla vita della comunità stessa.
 
Nella situazione in cui oggi ci troviamo, il documento comune delle associazioni aderenti è un passo concreto verso una ampia, attiva e partecipata azione di vigilanza a favore di regole e patti ben precisi che tutelino il territorio, la salute dei cittadini, la vivibilità dell’ambiente.
 
Tra le precise richieste indicate nel documento (che si allega):
 
  • ·         Osservanza e rispetto totale delle regole di legalità e trasparenza e di comunicazione e coinvolgimento della popolazione, pubblicazione sistematica sul sito web del Comune di tutti i dati e di tutti gli atti relativi all’impianto e ai controlli

  • ·         Garanzie sulla salute dei cittadini attraverso monitoraggio continuo della qualità dell’aria, ad opera di centraline da installare a cura della ditta

  • ·         Garanzie sulle tecnologie utilizzate, sulle certificazioni di qualità per il settore ambientale, sulla qualità del materiale conferito in entrata e sulla qualità del materiale in uscita

  • ·         Costituzione un Osservatorio permanente sull'impianto con la partecipazione delle associazioni cittadine e dei portatori di interesse nel settore ambientale, con visite annuali dell’impianto aperte ai cittadini

  • Sistema di mobilità urbana per il trasporto dei rifiuti in transito sulle strade di Tuscania, con assoluta necessità di vietare il transito all’interno del centro abitato di Tuscania

  • Istituzione di un sistema di controlli riguardanti le condizioni di trasporto (secondo le regole del trasporto sicuro e dei trasporti speciali), con tracciamento completo della provenienza dei materiali e della destinazione del compostaggio

  • Definizione di un sistema di garanzie, compensazioni e tariffazione specifica per il Comune di Tuscania
 
Hanno aderito alla “Carta delle associazioni cittadine”, le seguenti associazioni:
  • Associazione Culturale Entropia
  • Associazione Culturale Essential
  • Associazione per lo sviluppo socio-economico e culturale della città di Tuscania (AssoTuscania)
  • Associazione culturale Crescere con Lode (per la motivazione derivante dalla particolare attenzione alla salute degli studenti beneficiari delle finalità dell’associazione stessa
  • Federazione Coldiretti Viterbo
  • Gruppo Archeologico Città di Tuscania
  • Italia Nostra – Sezione Etruria
  • Solidalia ONLUS
 
Ufficio stampa AssoTuscania
 
e-mail: assotuscaniasegreteria@gmail.com
 
www.assotuscania.it




3 commenti
Voto medio: 130.0/5
APOSTOLO
2019-07-16 16:41:47
Solo tre domande, al di la delle belle azioni e dei lodevoli documenti redatti e firmati dalle associazioni che adesso hanno a cuore il territorio e la salute popolazione di Tuscania che 25 anni fa non esistevano quando tutti eravamo ignari di ciò che si stava preparando per il futuro :
1) se il sito sta e stava vicino al Fontanile delle Donne ( fonte d'acqua per cui non avrebbe dato luogo a procedere a nessun minimo lavoro di adeguamento del capannone ex cocceria e per giunta in zona alluvionale) perché qualcuno ha dato parere favorevole prima dell'ufficio tecnico dell'epoca , dall'assessore ai lavori pubblici dell'epoca dal sindaco dell'epoca e dagli uffici competenti ( se di competenti si tratta della nostra Regione Lazio?
2)Dell'epoca ci ricordiamo bene e perché adesso giochiamo a passarci la patata bollente a secondo della poltrona?
Considerando che nelle carte, nelle mappe geologiche e catastali del sito quel fontanile c'era , vuol dire che qualcuno a Roma non lo ha visto o nessuno glielo ha fatto notare !...che strano!
Bastava domannallo a qualsiasi allevatore della zona che c'era e che c'è sempre stato , quella vena d'acqua bloccava qualsiasi mostro e invece nessuno all'epoca si è accorto delle sue potenzialità , senza dimenticare le potenzialità del fosso che ogni tanto porta via ponti, ponticelli e tutto ciò che si trova sul suo letto ivi compresi i siti che non dovrebbero stare li. 3) Qualcuno, che ringrazio in anticipo, riesce a darmi cronistoria della faccenda corredata da nomi e cognomi degli attori principali , delle comparse e dello staff che ha partecipato a questo successo per Tuscania?
P.S. la situazione della cartiera ex Fornai? altro bellissimo successo .......
Luca
2019-07-16 22:11:09
Apostolo hai centrato la questione. Chi oggi fa finta di scornarsi sono gli stessi che hanno dato la luce al mostro!
Baldo
2019-07-17 11:57:55
Sabato c'è la gita all'impianto di monnezzaggio.

Tanto è solo umido ma se qualcuno vuole il secco glielo incartano per la merenda.


p.s

La minoranza ha chiesto un consiglio.

La maggioranza ha consigliato la minoranza di farla finita con l'impianto di monnezzaggio : non è il caso di sfrugugliare troppo.

Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu