• - SI DIMETTA! - di Renato Bagnoli. - Succede a Tuscania - Toscanella - 2020

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

• - SI DIMETTA! - di Renato Bagnoli.

Pubblicato da in Renato Bagnoli ·
Mi scrive il mio amico Bagnoli e in questo momento non abbiamo bisogno di polemiche o di contrasti tra maggioranza e opposizione serve combattere il nemico comune: IL CORONAVIRUS.
Ma qualcuno sembra che voglia polemizzare politicamente in questo momento così tragico. Approvo i messaggi del sindaco che è impegnato per il bene del paese del quale ha la guida, dissento dai messaggi politici di qualche componente della maggioranza che forse per pudore dovrebbe rassegnare le dimissioni per la importante carica che ricopre. Ci pensi. e faccia un esame di coscienza. luigi pica.
Questo il messaggio di Bagnoli:
---------
E’ la prima volta che sento l’esigenza di scrivere per esprimere il mio rammarico, la mia amarezza e la mia delusione per la violenza del linguaggio, che svilisce e offende la dignità delle persone, e i toni oltraggiosi e ingiuriosi di chi da tempo va dicendo a parole, ma non con i fatti, che ha a cuore il suo territorio e la sua gente.
 
Questo pomeriggio ho seguito con crescente sconcerto le esternazioni che un nostro amministratore locale ha diffuso attraverso un videomessaggio diventato, in poco tempo, “virale”.
 
Un'escalation di elucubrazioni mentali e offese all’onore e al prestigio di coloro che in queste settimane stanno cercando di affrontare l’emergenza biologica del Covid-19. Dichiarazioni che hanno fatto rabbrividire e vergognare tutti i tuscanesi e mi auguro anche tutta la maggioranza consiliare. Un amministratore pubblico che ha offeso gravemente le qualità morali, il prestigio e il rispetto che sono sempre dovuti a tutti coloro che esercitano pubbliche funzioni.
 
Scempiaggini delle quali si sarebbe dovuto vergognare immediatamente dopo averle riascoltate e che non avrebbe dovuto diffondere, se non per una questione di decenza almeno per rispetto dell’incarico pubblico che ricopre. Una manifestazione palese di disprezzo, dileggio, irrisione, o quantomeno aperta, forte disistima nei confronti dell’operato dell’autorità costituita.
 
Uno sfoggio di narcisismo autoreferenziale che sembra avergli prosciugato il pozzo della vergogna. Un bisogno di esibizione, cui si potrebbe dare anche la patente di autenticità, ma che in realtà è parte integrante di una società nella quale, per esistere, sembra necessario essere visti, individuati, notati, non solo nei successi, ma anche nelle fragilità e nelle pieghe più intime.
 
Dove non è vergogna, mancano virtù e onore.
 
Le istituzioni sono una cosa seria e i ruoli che si ricoprono all’interno di esse sono il dettato di un impegno politico amministrativo assunto prima con la propria coscienza e poi con i cittadini. Quale modello culturale e politico avrebbe voluto mostrare costui ai suoi concittadini?
 
Una volta si sentiva spesso la frase: “Ma lei non si vergogna?”. Oggi non si sente più. Probabilmente perché la risposta sarebbe: “Ma è ovvio che non mi vergogno. Perché mai dovrei vergognarmi?”. Vergogna è una parola scomparsa. E’ il sentimento che si prova quando si sa di aver compiuto un atto che la coscienza morale condanna. Non ci si vergogna più forse perché si è venduta la propria coscienza morale?.
 
Non ci sono parole per commentare quelle di assoluto disprezzo che sono state rivolte al Presidente del Consiglio, ai parlamentari e al comportamento delle Forze dell’Ordine.
 
Non si può accettare l’atteggiamento di chi si avvale del proprio ruolo per soddisfare un innato bisogno di protagonismo. Tuscania non è un palcoscenico e il resto dei Consiglieri di maggioranza hanno il dovere di tutelare i cittadini da queste condotte.
 
SI DIMETTA! Questo comportamento non rispetta il ruolo che ricopre.
 
Considerato che il pudore non è certamente virtù di cui costui possa fregiarsi, chiedo al sindaco e a tutta la maggioranza di prendere le distanze da un rappresentante che con la sua iniziativa ha infangato non solo l'amministrazione cittadina, ma l'intera comunità tuscanese.
 
I responsabili della cosa pubblica sul territorio non si possono consentire uscite simili, non posso far passare sotto silenzio una maniera di pensare che offende non solo tutti noi, ma l’intero Paese. Le istituzioni hanno il compito di agire bene e di non lanciare accuse immotivate ed ingiustificate che sanno tanto di sterile campagna elettorale.
 
La storia insegna che chi minimizza, nasconde o sottovaluta diventa complice della violenza, anche se solo verbale.
 
Renato Bagnoli
 



32 commenti
Voto medio: 1320.0/5
1 2 3 >>
Baldo
2020-03-22 23:52:35
Mala tempora currunt se una comparsata su facebbucche vale più dell' onore.

p.s.
finita la tragedia chissà se la scoperta di qualche illecito penale può aiutare per il futuro.
Gianluigi
2020-03-22 23:59:10
Generalmente ci si vergogna quando si dicono falsita e non e questo il caso.
Offese all onore e prestigio di chi???
forse di una cozzaglia di incapaci nulli pericolosi che non sanno cio che fanno e non votati da nessuno.
Il prestigio e il rispetto di cui lei parla non sono sempre dovuti ma vanno conquistati con fatti concreti e gesta autorevoli, quali potrebbero essere il taglio degli stipendi e un equa ripartizione delle poche risorse a disposizione senza penalizzare e insultate un intera categoria (partite iva) con 600 euro unatantum. Si dimettano loro e tutti gli amici di merende.La saluto ( bellaciao)
Stefano Silveri
2020-03-23 07:01:58
GIUSTO O SBAGLIATO IL COMPORTAMENTO DEL SUO PRESIDENTE GIUSEPPE CONTE DEL GOVERNO TUTTO DELLE FORZE DELL'ORDINE. CARO LEOPOLDO VICE SINDACO DALLA CITTÀ PIU INFETTATA DELLA PROVINCIA NON PUOI PERMETTERTI DI DARE DEL DEFICENTE A DESTRA E A MANCA PERCIÒ IL SETTANTACINQUE PER CENTO DELLA POPOLAZIONE DI TUSCANIA CHIEDE LE DIMISSIONI
Gianluigi
2020-03-23 07:45:44
Stefano hai fatto un sondaggio stanotte? O sei un vegente? 75 percento????? Ma.....
Olmo
2020-03-23 08:08:53
Il discorso del vicesindaco è un discorso fuori luogo, arrogante, senza senso e fatto da un "politico" che con la lingua italiana non va per niente d'accordo. Il punto è che leggendo i commenti sotto il video, ve ne sono molti che applaudono. Quindi il problema chi è? liberati? Non dimentichiamo che il liberati è uno eletto due volte con una media di 500 voti. Il problema è altrove.
Italiano Vero
2020-03-23 08:18:37
Liberati Leopoldo, un eroe, un grande, uno con le palle che ha avuto il coraggio di dire ciò che tanti non dicono. Ha detto, e ci ha messo la faccia, la verità. Ipocriti come te ce ne stanno tanti ma perchè non venite fuori invece di stare sotto terra. Hai anche visto male il video, in quanto fa un elogio alle forze dell'ordine, anzi spiega molto bene, giustissimo quel tono, perchè siamo in guerra profonda, e dice apertamente che si trovano in difficoltà dalle tante interpretazioni dei decreti. Dici anche il falso. Tu che non metti la mascherina al supermercato, tu stesso che sfidi le forze dell'ordine in fila senza la mascherina, che non rispetti le direttive del Sindaco, che lavi la macchina con l'acqua del paese, proprio tu ti permetti di dire cose del genere. Il 75% della popolazione di Tuscania, se non di più, lo dovrebbe proporre come Ministro, prova a difendere i cittadini con soluzioni che reputo giuste e doverose, se poi il nostro AMATO Premier si offende lo denuncerà lui, ma io e anche tanti, no solo tuscanesi ma italiani staremo con lui. Ripeto proprio per il momento, tanto di cappello LEOPOLDO.
Guardaunpo'
2020-03-23 09:15:58
....per avere un minimo di visibilità che cavolo si riesce a fare. Alberto Sordi, grande rappresentatore dei vizi piu' beceri e ancestrali degli italiani, non avrebbe saputo fare di meglio. Ad onor del vero, se si vuole analizzare la situazione al paesello, "la prima indicazione sbagliata" è stata dettata dal sindaco nel suo primo o secondo intervento ( passeggiata all'olivo ..tranquillamente), sindaco che adesso, senza deliri, ce la sta mettendo tutta per recuperare.
Intanto mi chiedo dove sono finiti gli altri assessori, delegati, incaricati, portatori , sherpa ecc..
Cittadino
2020-03-23 09:17:35
Arrogante, fuori luogo e che con la lingua italiana non va d'accordo????? Olmo ti rendi conto della realtà in cui oggi purtroppo viviamo? Ti rendi conto che siamo in piena pandemia? Ti rendi conto che siamo considerati popolino oggi ancora più di ieri? Booo ma dove vivi su Marte? Leopoldo lo conosco da quasi 30 anni, è una persona che non ha peli sulla lingua e se prende i voti se li merita, oppure noi popolino capiamo? con questo video ha detto parole sacrosante, un pò accondite, ma per far capire queste cose il tenore deve essere questo dire cosa ci si sente dentro e ha racchiuso quello che la gente vorrebbe esternare. Non devi vedere i modi devi vedere la sostanza, la forma molte volte deve essere messa da parte, sennò tanti, come te non capite. La gente tra poco avrà difficoltà ad avere soldi e le sue soluzioni mi sembrano semplici ed applicabili, forse non è vero che hanno fatto tanti decreti, be tu ci capisci tutto o Bagnoli? A Bagnoli ma lei con queste parole offensive crede di far cosa? Leopoldo continua così e porta avanti, per quanto possa essere utile, la tua battaglia, hai espresso , per la maggior parte di noi, quanto siamo arrabbiati. Poi una domanda semplice? a parte non vi attaccate......alla forma, ma uno che propone di ridurre i costi delle materie prime a favore dei cittadini è matto? booo e comunque se ha fatto queste proposte con il suo partito che c'è di starno? a si lui è delle istituzioni...allora dovrebbe...ma smettetela con tutte queste ridicolagini e tiriamo fuori gli attributi, per uno che lo fa, dice cose giuste e fa proposte giuste gli date contro.... Silveri Stefano, ma chi l'secco? non pervenuto, no comment.
Baldo
2020-03-23 10:06:49
Se a Tuscania c'è il record di infettati è colpa del Presidente del Consiglio.

Se a Tuscania ci sono più infettati che in altri paesi ben più grandi è colpa del govern0.

Allora quando ci ritengono patria del baccalà non hanno tutti i torti.
Renato Bagnoli
2020-03-23 10:39:07
@Italiano Vero o meglio “G.S.” o ancora “mister” (come ama farsi chiamare) se, come dice lei, il Liberati è “uno con le palle” perché ci ha messo la faccia, la stessa cosa non si può proprio dire di lei che pur nascondendosi dietro ad uno pseudonimo l'ho identificata immediatamente.
Perché, come consiglia agli altri, non viene fuori da sotto terra e ci mette la faccia quando lancia accuse infondate?
Se io dico il falso e non mi attengo alle direttive sbaglia di grosso. Prima di dire tutta una serie di stupidaggini si informi meglio. Legga i DPCM e le ordinanze e non dia retta a quanto dicono gli altri.
Mi rendo conto che sia molto arrabbiato da quando la Corte dei Conti le ha chiesto di presentare una memoria difensiva riguardo diverse decine di migliaia di euro usciti dalle casse comunali, così pensa di sfogarsi su di me.
Per quanto riguarda l’acqua comunale, che pago e ho sempre pagato regolarmente, oltre a lavarci la mia auto ci annaffio il giardino e mi ci faccio la doccia.
A me la Corte dei Conti non ha mai chiesto niente.

P.S. Se non avessi indossato la mascherina non mi avrebbero fatto entrare al supermercato e invece sono entrato. L’uso della mascherina, quando in fila al supermercato, ancora non è obbligatoria e oltre al sottoscritto, anche sua moglie la tolse appena lei se ne andò.
Pensi a sua moglie e non al sottoscritto!
Gigipica
2020-03-23 10:46:15
Ricordo a tutti che non pubblico commenti con email false oppure non esistenti. Capito "UNICO"?
Polizzi Barbara
2020-03-23 10:53:38
Onore a chi ha avuto il coraggio di metterci faccia e con nome e cognome ha detto quello che più del 75% degli italiani pensa.
SINCERO
2020-03-23 12:20:21
Credo che sia diritto di tutti esternare le proprie idee politiche, soprattutto alla luce di quello che sta succedendo in italia e nel mondo.
Illustri personaggi di spicco nel mondo della medicina, della politica e del giornalismo, criticano anche con toni forti, la gestione dell emergenza da parte dl governo Conte, non ultimo lo sfogo del noto giornalista Porro, che abbia tutto sommato ricalcato le critiche mosse anche da Liberati, eppure nessuno ne chiede le dimissioni!!!! si potrebbero citare moltissimi personaggi importanti e autorevoli che continuano a classificare come inadeguate le misure fin qui adottate dal governo Conte.
Vi ricordate quando ci dicevano che era tutto sotto controllo? Persino la delegazione cinese che per prima ha sperimentato le misure di prevenzione sconfiggendo il virus, ha dichiarato come inopportune le misure di prevenzione fin qui adottate. Allora mi chiedo con quale autorità il sig. Bagnoli chiede le dimissioni? Con quale veggenza il buon Silveri spara percentuali pro o contro le affermazioni di Liberati? Io propongo di abbassare i toni e pensare alla salute, non considerando che moltissime aziende saranno costrette a pagare un duro prezzo, che molte persone rimarranno senza lavoro e soprattutto pensiamo a quelle persone che stanno lottando contro il virus, senza dimenticare coloro che hanno lottato fino alla fine e ora non ci sono più. Basta con le strumentalizzazioni solo per qualche minuto di visibilità, e soprattutto STIAMO TUTTI A CASA.
Baldo
2020-03-23 12:28:27
Con la stessa logica :

siccome a Tuscania c’è il numero di infettati di gran lunga superiore a qualsiasi commmune della provincia a Tuscania c’è la peggiore amministrazione Commmunale della provincia.

Il tutto con le fratelle, le cugine e le socere ditaglia.


Gigi Pica
2020-03-23 13:25:31
Bravo Renato, smascherato, e come disse il buon Emilio Fede: "Che figura di M.....!!!!!"
1 2 3 >>

Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu